John Owen Lowe sta mostrando molto amore e apprezzamento per suo padre, aprendosi sul suo viaggio attraverso la sobrietà e sentendosi grato per le pietre miliari condivise in un’intervista con People. La carriera di Rob Lowe è decollata come un razzo al culmine della cultura Brat Pack degli anni ’80, recitando in film d’insieme estremamente popolari insieme a Emilio Estevez, Demi Moore, Ally Sheedy, Judd Nelson e molti altri attori di talento. Quando “St. Elmo’s Fire” ha ufficialmente aperto la porta alla giovane fama e a una vita sociale incentrata sulle feste, Rob è caduto in un ciclo. “Mi sono identificato così tanto con esso: il selvaggio, il divertimento, il rock and roll, quasi dissoluto con il cuore d’oro [guy]: in poche parole sono i miei primi 20 anni.”

src=”https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370″>

Suo figlio riconosce quanto fosse intenso lo stile di vita di suo padre in quel periodo. Nonostante “la sua ascesa fulminea e alcune turbolenze, ed essere sotto gli occhi del pubblico per decenni”, si è rivelato essere “un padre di famiglia, un padre davvero, davvero bravo, un marito davvero, davvero forte e solo un ragazzo divertente e gentile essere in giro”, ha osservato John Owen a People.

Quando l’attore ha notato che suo figlio stava attraversando alcuni degli stessi schemi di dipendenza che aveva sperimentato, ha offerto il suo tempo, supporto e amore per spingerlo verso la sobrietà. John Owen condivide l’importanza di questo metodo.

John Owen Lowe apprezza il sostegno di suo padre

“A livello più personale possibile, quando stavo lottando con la dipendenza, lui era sempre lì per me”, dice John Owen Lowe di suo padre in una chat con People. “Lo attribuisco ad essere uno, se non il principale, motivo per cui sono sobrio e vivo uno stile di vita sano”. Ha iniziato il modello “estremo” di una mentalità “lavora duro, gioca duro” nei suoi primi anni ’20 e suo padre ha riconosciuto i segni familiari.

Ora, all’età di 26 anni, John Owen ha festeggiato tre anni di sobrietà, qualcosa di cui pubblica candidamente su Instagram. Il giovane scrittore televisivo mostra ai suoi follower le foto di “allora e adesso”, riflettendo sul suo cambiamento di opinione e sul suo punto di vista generale, oltre a incoraggiare coloro che cercano aiuto a raggiungere. Celebrando le pietre miliari con suo padre, John Owen dice a People: “Quando ho preso il mio chip del primo anno, lui ed io abbiamo parlato a un [12-step] incontro davanti a 200 persone. Ed è stata una delle esperienze più profonde della mia vita”. A sua volta, Rob dice: “Dargli il suo anno [sobriety] chip, e per lui che mi dia il mio chip di 30 anni, sfida l’articolazione.” Il percorso verso il recupero per questo duo padre-figlio è sicuramente stimolante e apre conversazioni positive e utili sulla dipendenza.

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui