Diventa uno yachtie, guarda il mondo! Questo è un argomento di vendita che ha sicuramente attirato molti professionisti della gestione dell’ospitalità in erba verso l’aria rarefatta dei charter di superyacht di lusso, dove i porti di scalo includono panorami come la costa dalmata della Croazia, le Isole Ionie della Grecia e la Costa Azzurra. Aggiungete a quei climi mediterranei l’emozione di diventare un membro del cast del franchise duraturo di Bravo “Below Deck”, e le prospettive possono iniziare a sembrare piuttosto solide per qualsiasi giovane yachtie nel settore. C’è una cosa da ricordare, però: alla fine di ogni giornata panoramica, sono i primi e i loro compagni ospiti charter a cui ogni capriccio richiede la massima soddisfazione. E a volte questo fatto può rendere il paradiso un incubo.

“Devi stare attento con gli ospiti. Devi solo dire, ‘Sì, signore. No, signore. Cosa posso offrirti?'”, ha detto a Nicki il veterano yachtie e membro del cast di “Below Deck Mediterranean” Julia d’Albert Pusey Swift in un’intervista esclusiva. In questi giorni è co-conduttrice di “Below Deck Galley Talk” con l’altro veterano del cast Josiah Carter, e nella nostra chiacchierata a ruota libera, le realtà occasionalmente dure delle loro interazioni con gli ospiti charter sono state ricordate da entrambi con un po’ di smorfie. E Julia e Josiah ci hanno anche dato le loro interpretazioni su un altro aspetto del mondo “Below Deck”: l’inevitabilità di più drammi che esistono sempre appena oltre l’orizzonte.

Ospiti da incubo rimpianti? Ne hanno avuti alcuni.

I telespettatori di vecchia data di “Below Deck” e del suo spin-off “Below Deck Mediterranean” sanno che al di là delle perpetue traversate in barca di questi spettacoli e degli imbrogli interpersonali dell’equipaggio, sono le eccentricità, le inclinazioni dietetiche e talvolta il comportamento schietto degli ospiti danarosi che alimentano la guardabilità. A quanto pare, non siamo gli unici a guardare al giorno d’oggi. Per “Below Deck Galley Talk”, Bravo ha riportato i veterani preferiti dai fan delle stagioni precedenti per guardare e commentare tutto ciò che accade con lo spettacolo in corso, e per i co-conduttori Julia d’Albert Pusey e Josiah Carter, mette le loro esperienze a bordo prospettiva. “Penso di essere un po’ più grande, direi un po’ quello che penso se mi sentissi un po’ mancato di rispetto”, ha detto Pusey a Nicki Swift.

Carter era d’accordo. “A volte il modo in cui le persone ti trattano non è ovviamente il più gentile del mondo, ed è quello a cui siamo abituati. E non dovrebbe essere quello a cui siamo abituati”, ha condiviso. “Quindi, penso che probabilmente cambierei, potenzialmente, prendendo da parte un ospite e dicendo: ‘Guarda, forse non parliamo con persone del genere.’ Oppure, ‘Non trattiamo le persone in quel modo, perché se trattiamo le persone in un modo molto più gentile, è più probabile che faremo molte più cose per te'”.

“Preferirei di gran lunga fare il minimo indispensabile per qualcuno che non mi tratta molto bene”, ha continuato Carter. “Se mi trattano bene, preferirei andare oltre, al di sopra e al di là per loro. Quindi sì, penso che parlare un po’ di più e dire la tua mente un po’ di più sarebbe sicuramente uno da tenere in mente.”

L’altra scarpa “Below Deck Med”, sempre in calo

“Beh, penso che una cosa che dobbiamo capire da ‘Below Deck’ è che quando pensi che la scarpa sia caduta, ce n’è un’altra dietro, molto vicina.” Questo è il veterano steward di superyacht Josiah Carter sullo stato del dramma dell’equipaggio quasi costante che sostiene ogni stagione del successo di lunga data di Bravo. E Carter, che co-conduce il “Galley Talk Below Deck Mediterranean” della rete con la collega veterana di yacht Julia d’Albert Pusey, ha ottenuto ancora più informazioni sullo spettacolo dal suo attuale trespolo, il che gli consente la sicurezza di assicurarci che c’è anche più dramma a galla. “Sì, aspettarsi sempre l’inaspettato è quello che ho realizzato girando ‘Galley Talk’ e guardando gli spettacoli e anche essere nella mia stagione. … C’è sempre qualcosa di più grande e migliore, o potenzialmente peggiore, che viene dietro. Quindi sì, tieni gli occhi aperti, perché penso che sia una buona stagione”.

Per quanto riguarda Pusey, capisce il tipo di maratona che l’equipaggio sta correndo. “Penso, a questo punto, le persone si stanno stancando, si stanno irritando di più con il comportamento delle persone. Sono pronte a perdere il loro straccio. Quindi le cose stanno solo bollendo. Questo è quando i veri colori delle persone iniziano a mostrarsi. Quindi sì, sicuramente.

L’episodio di questa settimana di “Galley Talk” andrà in onda sabato alle 19:00 ET/PT. I nuovi episodi di “Below Deck Mediterranean” vanno in onda il lunedì alle 21:00 ET/PT su Bravo e gli episodi escono una settimana prima il lunedì su Peacock.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui