Kate Middleton ha parlato degli effetti che la pandemia di coronavirus ha avuto sul mondo, e in particolare sulle famiglie con bambini malati. La famiglia reale è stata piuttosto aperta e onesta su come ha affrontato l’incertezza e le restrizioni causate da quando gran parte del mondo è stata bloccata nel marzo 2020, e Kate è persino entusiasta di come suo marito, il principe William, sia stato lì per lei.

Durante una chiamata Zoom con un gruppo di genitori a febbraio, a Kate è stato chiesto chi fosse stato il suo “più grande sostegno” durante il periodo difficile, che ha visto i figli della coppia essere istruiti a casa (per persone). Kate ha risposto dolcemente con una sola parola, rispondendo “William” e ha notato: “Questo è stato davvero difficile per molte famiglie, non potendo contare sui loro soliti sistemi di supporto”.

Kate e suo marito William hanno anche mostrato il loro sostegno ai lavoratori in prima linea in più occasioni, anche godendo di una chiamata Zoom con il personale del SSN a gennaio, con alcuni filmati condivisi sull’account Instagram della coppia. William e Kate hanno anche visitato un centro di vaccinazione contro il Covid-19 che era stato allestito all’interno del luogo del loro matrimonio a marzo.

Kate ora sta diventando sincera sull’impatto della pandemia su gruppi particolarmente vulnerabili, aumentando anche la consapevolezza di un importante settore medico. Continua a leggere per i dettagli del suo dolce gesto.

Kate Middleton ha parlato del periodo “duro e spaventoso” che le famiglie hanno dovuto affrontare durante la pandemia

Kate Middleton ha parlato della pandemia in una lettera aperta all’East Anglia Children’s Hospices, che aiuta le famiglie con bambini gravemente malati. Ha esordito: “L’ultimo anno è stato difficile per tutti, e particolarmente duro e spaventoso per le famiglie con bambini gravemente malati”, sottolineando che doveva iniziare “a proteggersi molto prima degli altri, preoccupandosi della pandemia e di cosa potrebbe significare”. per il loro bambino».

“Il tema di quest’anno per la Children’s Hospice Week è ‘Spingiti al limite’, riconoscendo l’enorme stress che queste famiglie affrontano e perché la cura e il sostegno degli ospizi per bambini locali sono più necessari che mai”, ha continuato nella lettera, che è stata condivisa il 21 giugno. Kate ha anche definito gli ospizi per bambini “un’ancora di salvezza” poiché ha notato come è stata “privilegiata di vedere in prima persona il notevole lavoro che svolgono” nel dare “alle famiglie le cure e il tempo di cui hanno bisogno per rendere prezioso ricordi per tutta la vita”, permettendo loro “di essere genitori, non badanti”.

“Fondamentalmente, sono presenti anche quando è il momento di salutarsi, assicurandosi che una famiglia abbia privacy e dignità in modo che possano piangere insieme e possano ricevere supporto per tutto il tempo necessario”, ha aggiunto la duchessa di Cambridge.

Kate ha firmato personalmente la lettera, che è stata scritta su un cartoncino di Kensington Palace, e ha esortato gli altri a unirsi a lei nel celebrare il lavoro svolto dagli ospizi per bambini nel Regno Unito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui