Le Titanic attrice sta rompendo il suo silenzio.

Domenica 28 gennaio 2018, Kate Winslet ha tenuto un discorso emozionante accettando il Dilys Powell Award for Excellence in Film ai London Critics’ Circle Film Awards, BBC Notizie Rapporti. Anche se non ha menzionato il regista Woody Allen specificamente per nome, l’attrice ha affrontato la sua decisione di lavorare con alcuni registi controversi tra i movimenti #MeToo e Time’s Up, a seguito di molteplici scandali di molestie sessuali a Hollywood.

“Mentre le donne di tutto il mondo e di tutti i ceti sociali hanno marciato lo scorso fine settimana, unendosi ancora una volta per parlare contro molestie, sfruttamento e abusi”, ha iniziato Winslet, in riferimento al marzo 2018 delle donne, “mi sono reso conto che non sarei stata in grado di stare qui questa sera, e tenere per me alcuni rimpianti amari che ho a cattive decisioni di lavorare con persone con cui vorrei non avere”.

Ha continuato: “Mi è diventato chiaro che non dicendo nulla, potrei aggiungere l’angoscia di molte donne e uomini coraggiosi. L’abuso sessuale è un crimine. Mentre spetta allo Stato di diritto giudicare, spetta a tutti noi ascoltare le voci più piccole e non smettere mai di ascoltare”.

Negli ultimi mesi, il vincitore dell’Oscar ha affrontato gravi contraccolpi non solo per aver continuato a lavorare con Allen, ma anche per essersi rifiutato di affrontare direttamente le accuse di violenza sessuale mosse contro di lui da Dylan Farrow, la figlia adottiva di Allen.

“Alla fine della giornata, si guardano i fatti. È un uomo di 81 anni che ha attraversato un processo di due anni. Per quanto ne so, non è stato condannato per nulla”, Winslet, che ha recentemente recitato nel film del regista 2017 Ruota delle Meraviglie, ha detto al Los Angeles Times nel mese di novembre. “Sono un attore; è un regista. Non conosco la sua famiglia. Ho sentito e letto esattamente quello che hai sentito e letto. So quanto te. Questo è tutto quello che posso dire.

Mentre l’ultimo discorso di Winslet segna certamente un leggero cambiamento di sintonia, ha fatto puntare il dito contro i suoi critici. “Coloro che hanno una voce hanno paura di dire qualcosa, a causa di un intenso controllo e critica”, il Eterno sole della mente immacolata stella, 42, ha detto. “Nessuno dovrebbe essere esente dal diritto di parlare a sostegno delle persone vulnerabili. C’è chi può parlare così potentemente per coloro che non sono in grado di farlo da soli, e per favore non facciamo questo su cui le persone esprimono il rammarico pubblico”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui