Il principe Carlo è forse consapevole di dover superare molte cose prima di diventare il prossimo re d’Inghilterra. Questo perché la famiglia reale britannica ha avuto difficoltà a schivare tutti i titoli negativi della stampa che includono la risoluzione del caso del principe Andrew con Virginia Giuffre e la possibilità che il principe Harry possa ancora una volta gettare l’intera famiglia sotto l’autobus nel suo tanto atteso memoriale.

?s=109370″>

Questo, e lo scandalo “cash for honours” di Charles di certo non scomparirà presto. Tutto ebbe inizio quando uno dei più stretti collaboratori di Charles, Michael Fawcett, fece promesse a miliardari, come Mahfouz Marei Mubarak bin Mahfouz, per la cittadinanza britannica a patto che avessero donato una certa somma di denaro alla Prince’s Foundation. Le cose sono andate così male che persino Norman Baker, un ex ministro del governo britannico per la prevenzione della criminalità, ha detto a Newsweek: “I polli stanno tornando a casa al posatoio. Semplicemente non è credibile che il principe Carlo continui ad affermare di non sapere nulla di nessuno dei questo.”

E ora sembra che le cose siano appena peggiorate per Charles, dato che la sua carità potrebbe essere in acqua per accuse ancora più gravi.

La Prince’s Foundation ha alcune spiegazioni da fare

Secondo People, è stata avviata una nuova inchiesta sull’organizzazione benefica del principe Carlo, la Prince’s Foundation, sul loro presunto scandalo “cash for honours” che a quanto pare ha miliardari di tutto il mondo in fila per mettere soldi nelle tasche dell’ente di beneficenza, in cambio per un nuovo brillante passaporto dal Regno Unito Lo scandalo ha persino spinto Michael Fawcett, principale aiutante di Charles, a dimettersi dalla carica di CEO della Prince’s Foundation nel novembre 2021, con grande sorpresa di tutti.

La polizia metropolitana nel Regno Unito ha finora twittato che “hanno avviato un’indagine sulle accuse di reati ai sensi dell’Honors (Prevention of Abuses) Act 1925”, aggiungendo: “La decisione fa seguito a una valutazione di una lettera del settembre 2021, relativa ai resoconti dei media in cui si affermavano offerte di aiuto fatte per garantire onori e cittadinanza per un cittadino saudita”, che è molto probabilmente in riferimento a Mahfouz Marei Mubarak bin Mahfouz, sebbene ciò non sia stato confermato.

Sebbene finora non ci siano stati arresti collegati all’inchiesta, un portavoce della Prince’s Foundation ha dichiarato in una dichiarazione: “Sarebbe inappropriato commentare un’indagine in corso”. Osserva questo spazio, perché qualcuno nella cerchia di Charles ha sicuramente molte spiegazioni da fare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui