Se c’è una cosa buona che è derivata dai 13 anni di tutela di Britney Spears, è che il pubblico ha una maggiore consapevolezza dei tutela e della possibilità di abusi in generale. Sfortunatamente, ora c’è un’altra triste storia di conservazione nelle notizie. Il conservatore di Edie McClurg, famoso soprattutto per aver interpretato il daffy assistente del preside Rooney in “Ferris Bueller’s Day Off”, ha affermato che l’attore è stato vittima di abusi sugli anziani.

La famiglia di McClurg ha chiesto che fosse messa sotto tutela nel 2019, ha riferito TMZ. La famiglia temeva che McClurg, che soffre di demenza, venisse sfruttato da un amico maschio che viveva con l'attore da anni. Presumibilmente, il ragazzo era stato verbalmente offensivo nei confronti di McClurg e stava cercando di costringerla a firmare documenti che apportavano modifiche alla sua pianificazione patrimoniale. La demenza ha reso McClurg particolarmente vulnerabile alla cattiva influenza di questa amica senza virgolette, secondo la sua famiglia.

Purtroppo, sembra che la situazione domestica di McClurg abbia preso una piega ancora più oscura.

Il conservatore di Edie McClurg teme che possa essere stata aggredita

Secondo i documenti del tribunale ottenuti da TMZ, l'uomo che ha vissuto con Edie McClurg si chiama Michael Ramos. Presumibilmente, Ramos ha tentato di spostare McClurg fuori dallo stato e sposarla. Inoltre, i documenti affermano anche che Ramos ha aggredito sessualmente il caregiver di McClurg, il quale teme che possa aver aggredito sessualmente anche McClurg. La tutela è gestita da Angelique Cabral, secondo The Wrap, che è la figlia del cugino di McClurg. I documenti dicono che Cabral è "molto preoccupata" per la presenza di Ramos nella vita del suo responsabile. Un giudice in precedenza aveva impedito a Ramos di sposare McClurg, ma gli aveva permesso di rimanere a casa sua per "compagnia".

La buona notizia, così com'è, è che il giudice ha concesso un ordine restrittivo temporaneo contro Ramos e gli ha ordinato di lasciare la casa di McClurg e di non tornare mai più, secondo TMZ.

Nel 2016, McClurg ha detto al Chicago Tribune quanto si sia sentita "molto fortunata" di poter lavorare con il regista John Hughes in così tanti film. "Ma non sono sicura di aver davvero capito, all'epoca, quanto sarebbero stati meravigliosi i film", ha detto. "Ed era solo uno dopo l'altro. Ero così felice di farne parte."

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l'aiuto è disponibile. Visita il sito Web della rete nazionale di stupro, abuso e incesto o contatta la linea di assistenza nazionale di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui