L’incubo inimmaginabile di Vanessa Bryant è ancora in corso mentre si è diretta in tribunale per la tragica morte di suo marito, Kobe Bryant, e della figlia adolescente, Gigi Bryant. Come il mondo già sa, padre e figlia erano tra le nove persone morte in un incidente in elicottero nel gennaio 2020 e, otto mesi dopo, il Los Angeles Times ha riferito che Vanessa stava facendo causa al dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles, i vigili del fuoco della contea. , la contea e otto singoli ufficiali, sostenendo che sono state scattate foto della scena dell’incidente che mostravano i corpi deceduti delle vittime dell’orribile incidente. È stato anche affermato che le foto inquietanti erano state poi mostrate a un barista, Victor Gutierrez, in un bar da uno degli agenti di polizia che le aveva scattate.

Un cliente del bar, Ralph Mendez, ha parlato candidamente della notte in cui le foto sono state mostrate all’ABC 7 a gennaio, spiegando che è stato lui a sporgere denuncia contro Joey Cruz, vice del dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles, che avrebbe mostrato le immagini . “Suonava semplicemente sbagliato a diversi livelli, che fosse illegale o meno”, ha detto Mendez dopo che Gutierrez gli ha detto cosa aveva visto, mentre Gutierrez ha testimoniato che le foto erano molto grafiche e raffiguravano persino parti del corpo.

Il caso è stato finalmente processato nell’agosto 2022 dopo essere stato respinto e la reazione di Vanessa al calvario sta spezzando ancora una volta i cuori di tutto il mondo.

Vanessa Bryant è crollata durante il processo fotografico

Vanessa Bryant ha avuto la reazione più straziante alle dichiarazioni di apertura nel difficile processo fotografico, secondo quanto riferito è scoppiata in lacrime mentre il caso è stato avviato. L’avvocato di Vanessa ha spiegato a suo nome che, oltre ad affrontare l’insondabile perdita della sua amata figlia e marito, vive nella paura senza fine che le foto dei suoi familiari defunti vengano rese pubbliche e ha paragonato gli agenti che scattano foto all’acquisto di un souvenir di un viaggio, secondo TMZ. La difesa ha però ribattuto che la devastazione di Vanessa deriva dall’incidente stesso e dalla perdita del marito e della figlia, non tanto dalle foto non autorizzate scattate e condivise.

Vanessa ha continuato a ricordare pubblicamente i membri della sua famiglia in modi toccanti sulla scia della loro morte prematura. A giugno ha sfoggiato con orgoglio un campo da basket dedicato a Gianna “Gigi” Bryant e Kobe Bryant nella sua città natale di Filadelfia su Instagram. “Ho scelto questo luogo in modo che i giovani di questa comunità possano avere uno spazio sicuro per giocare con pari opportunità, cosa importante per Kobe e Gianna”, ha sottotitolato una foto di se stessa in posa davanti a un grande murale dei due. Due mesi prima, Vanessa è andata su Instagram per condividere uno scatto di ritorno al passato di se stessa e suo marito in onore di quello che sarebbe stato il loro 21esimo anniversario. “Ti amo per sempre, piccola. Buon anniversario”, ha sottotitolato la foto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui