La figlia di Wynonna Judd, Grace Pauline Kelley, è stata condannata a otto anni dietro le sbarre.

Radar in linea riferisce che Kelley, il cui padre è il primo marito di Judd, Arch Kelley, ha ricevuto una condanna a otto anni per aver violato la sua libertà vigilata. Le è stato ordinato di servire nel penitenziario statale del Tennessee occidentale. “La sua libertà vigilata è stata revocata l’8 febbraio 2018”, ha detto al sito di notizie delle celebrità un rappresentante del Williamson County Detention Center. “È stata condannata a scontare otto anni. La produzione, la consegna, la vendita e il possesso di metanfetamina con accuse intenzionali corrono in concomitanza con le accuse a Maury County.”

Secondo quanto riferito, Kelley è fuggita da un programma di recupero il 21 novembre 2017, portando a un mandato di arresto emesso il 22 novembre e servito il 16 dicembre.

Mentre la data di rilascio di Kelley è prevista per il 10 agosto 2025, la 22enne dovrebbe scontare solo il 30% della pena. Potrà beneficiare della libertà condizionale il 4 febbraio 2019.

Kelley si era precedentemente dichiarata colpevole di produzione, consegna, vendita e possesso di metanfetamina con intento presso il tribunale della contea di Williamson il 26 maggio 2017. Era stata anche accusata di produzione e consegna di metanfetamina nella contea di Maury, e si è dichiarata colpevole di un’accusa minore di possesso. di meth, come notato da Persone. Successivamente è stata condannata a pagare $ 3.092,50 di multa e condannata a 11 mesi e 29 giorni di carcere. La sentenza avrebbe dovuto essere scontata in libertà vigilata dopo aver trascorso 30 giorni in prigione, che ha completato il 7 marzo 2017.

Kelley si era anche dichiarata colpevole di eludere l’arresto e ha ricevuto una condanna a quattro anni. La condanna è stata sospesa e Kelley doveva scontarla in libertà vigilata dato che ha trascorso 180 giorni in un centro di riabilitazione interno. Successivamente è stata rilasciata dal centro di detenzione della contea di Williamson il 16 giugno 2017 e, all’epoca, ha continuato con il programma antidroga.

Kelley ha una storia di problemi con la legge. Secondo il Mail giornaliera, Kelley è stata arrestata a Walgreens a Nashville, Tennessee, il 18 dicembre 2015. Le autorità avevano notato che la sua auto era rimasta ferma nel parcheggio da molto tempo. Dopo aver notato che la targa dell’auto era stata fissata in modo improprio al veicolo, gli agenti si sono avvicinati all’auto, trovando Kelley al volante e un uomo identificato come Richard Wilcutt sul sedile del passeggero.

Un cittadino preoccupato ha dato agli agenti una borsa che avevano visto buttare fuori dal lato passeggero dell’auto. Conteneva una scatola sminuzzata di pseudoefedrina e una ricevuta per il carburante Coleman, che viene utilizzato per produrre metanfetamina. Dopo aver controllato un database nazionale, i poliziotti hanno scoperto che Kelley aveva fatto molti acquisti di pseudo-efedrina e l’hanno arrestata con l’accusa di produzione di metanfetamina.

Kelley è stato anche successivamente arrestato per essere stato presumibilmente un fuggitivo dalla giustizia nel novembre 2016.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui