“Get Back”, il documentario di Peter Jackson sui Beatles, è stato un tour de force di più ore che ha offerto ai fan e agli amanti della musica dei Beatles uno sguardo incustodito e non filtrato dietro l’obiettivo accuratamente realizzato del più grande gruppo rock and roll di tutti i tempi. Nella loro recensione della serie, The Guardian ha scritto che Paul McCartney non si presenta come “una specie di mostro dell’ego controllante” come si pensava in precedenza. Piuttosto, vediamo McCartney sforzarsi di supportare i suoi compagni di band, offrire pathos e comprensione, il tutto mentre creava alcuni brani killer apparentemente dal nulla (era solo *che* bravo un cantautore). Ma poiché il documentario non ha esitato a mostrare come alcune relazioni e tensioni fossero logorate (George Harrison ha lasciato la band nel mezzo delle sessioni di “Let It Be” e ha dovuto essere persuaso da McCartney e John Lennon), è comprensibile che i Fab Four si sciolsero solo un anno dopo dopo aver registrato “Abbey Road”, per RadioX.

Ma ora, quell'atmosfera amichevole mostrata tra McCartney e Lennon nel documentario viene messa in discussione con una lettera privata - che Lennon ha inviato a McCartney un anno dopo lo scioglimento dei Beatles - che è stata messa all'asta. E Lennon non usa mezzi termini quando si tratta dei suoi veri sentimenti per il suo ex compagno di cantautori.

John Lennon ha accusato Paul McCartney di essere ingrato, arrabbiato e aggressivo

Nel 1971, un anno dopo lo scioglimento dei Beatles, Paul McCartney rilasciò un'intervista all'ormai defunta rivista musicale Melody Maker, e quando John Lennon la lesse, non ne fu molto contento. Lanciando una lettera dattiloscritta sia a McCartney che in cc all'editore di Melody Maker (tramite TMZ), Lennon accusa McCartney di tutta una serie di comportamenti scorretti.

Dopo aver accusato McCartney di essere ingrato per i soldi guadagnati dai Beatles, aver deriso le critiche di McCartney a uno spettacolo di beneficenza di Toronto che la Plastic Ono Band ha suonato nel '69 e aver respinto la critica di McCartney alla loro canzone "Imagine", Lennon ha scritto: "Se tu "non sei l'aggressore (come affermi), chi diavolo ci ha portato in tribunale e ci ha preso a cagare in pubblico? ... Chi è il ragazzo che minaccia di "finire" Ringo e Maureen, che mi stava avvertendo sul telefono due settimane fa? Chi ha detto che ci avrebbe "preso" a qualunque costo? Come ho detto prima, hai mai pensato di poterti sbagliare su qualcosa?" Sebbene la lettera abbia i suoi momenti dolci e affascinanti - chiama sfacciatamente McCartney il suo "vecchio amico ossessivo" - Lennon termina ricordando che non può essere scollegato dalla moglie Yoko Ono. "Pensavo che avresti già capito che sono JOHNANDYOKO."

La lettera di tre pagine sarà messa all'asta da Gotta Have Rock and Roll e dovrebbe arrivare tra $ 30.000 e $ 40.000. Ci piace pensare che, ovunque si trovi Lennon, stia ridacchiando dicendo che la sua missiva arrabbiata vale $ 10.000 a pagina!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui