Brandon Cole Margera, alias Bam Margera, è un noto skateboarder, star della reality TV e regista, ma il ruolo per cui è veramente noto è quello di essere una delle stelle spericolate originali nello show televisivo di successo, “Jackass”.

“Jackass” era originariamente chiamato “Camp Kill Yourself” e comprendeva sei persone, tra cui Margera, che ha scritto, diretto e prodotto lo spettacolo. “CKY” mostrava un gruppo di amici che eseguivano fantastici trucchi di skate che diventavano sempre più pericolosi, mescolati a varie acrobazie e scherzi, che alla fine si trasformavano in quello che è oggi “Jackass”. “Jackass” è stato originariamente trasmesso su MTV per tre stagioni tra ottobre 2000 e febbraio 2002, e da allora ha generato numerosi spin-off e lungometraggi. Alcuni degli spin-off includono altri programmi TV come “Viva La Bam”, videogiochi e film come “Jackass Forever”, in uscita nel febbraio 2022.

Anche se Margera è uno dei creatori originali del franchise di successo “Jackass” e ha creato incredibili opportunità di carriera per lui, l’aspetto negativo di tutto quel successo sono i problemi legali che lo hanno afflitto per oltre un decennio. Uno dei problemi legali più recenti e personali che Margera sta affrontando riguarda sua moglie Nicole Boyd e il figlio che condividono insieme. Continuate a leggere per saperne di più.

I guai legali accumulati da Bam Margera

Bam Margera è attualmente impegnato in una battaglia per la custodia legale con sua moglie, Nicole Boyd, per il loro figlio, Phoenix Wolf, secondo TMZ. Boyd sta cercando la piena custodia contro Margera, ma gli permetterà di avere il diritto di visita se c’è un monitor presente che Boyd approva. (Margera sarebbe in grado di scegliere chi sarà il monitor, comunque.) Questa è una situazione particolarmente particolare perché Boyd non ha presentato documenti per il divorzio per porre fine al suo matrimonio di otto anni con Margera.

Questa è solo la punta dell’iceberg per Margera, che ha anche affrontato numerose altre battaglie legali con il co-creatore di “Jackass” Johnny Knoxville e gli altri membri del cast. Gli atti giudiziari più recenti mostrano che Margera ha citato in giudizio Knoxville, Spike Jonze, Jeffrey Tremaine, Paramount Pictures, MTV, Dickhouse Entertainment e Gorilla Flicks per il loro “trattamento disumano” essendo stata costretta a firmare un accordo che secondo Margera era “tortura psicologica”.

Come riportato da TMZ, Margera afferma di avergli fatto pressioni affinché firmasse un “accordo sul benessere” mentre era in riabilitazione nel 2019 in modo che potesse essere incluso nel prossimo film “Jackass Forever”. Secondo quanto riferito, l’accordo prevedeva regolari test antidroga e alcolici a causa delle sue precedenti battaglie con le sue dipendenze. Margera afferma inoltre di aver dovuto prendere un cocktail di farmaci da prescrizione che lo ha fatto sentire depresso e stanco, il che ha anche ostacolato la sua capacità di viaggiare e lavorare. Margera afferma inoltre di non aver avuto la possibilità di mostrare l’accordo a un avvocato prima di firmare.

Se tu o qualcuno che conosci stai lottando contro l’abuso di sostanze e la salute mentale, contatta la linea di assistenza nazionale 24 ore su 24 di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui