In qualità di monarca regnante, la regina Elisabetta II ha mantenuto la tradizione di incontrare i presidenti americani, tra cui Barack Obama, che ha visitato tre volte Buckingham Palace durante la sua presidenza. Le visite del presidente a Buckingham Palace sono state ampiamente documentate a causa di come lui, insieme a sua moglie, Michelle Obama, fosse andato d’accordo con il monarca britannico. Durante la loro seconda visita nel Regno Unito nel 2011, gli Obama hanno presentato a Elizabeth un regalo che le era vicino e caro: una collezione di cimeli che documentava l’ultima visita di suo padre negli Stati Uniti, secondo People. Elizabeth era così commossa dal regalo che versò una lacrima mentre sfogliava il libro prima di ringraziarli per il regalo. Chiaramente, Obama ha lasciato un’impressione duratura sulla regina perché, secondo quanto riferito, voleva che lui e la sua famiglia visitassero più spesso.

Barack Obama ha impedito alla regina Elisabetta II di dormire di bellezza

Mentre la regina Elisabetta ha apprezzato i regali che gli Obama le hanno portato durante la loro visita a Buckingham Palace nel 2011, ha anche gettato un po' di ombra su Barack Obama per averle impedito di dormire di bellezza. A un banchetto di stato, il monarca britannico ha chiesto all'allora cancelliere George Osborne di dire a Obama di andarsene perché voleva andare a letto. "E ho guardato - Barack Obama si stava divertendo, una specie di vodka martini con i suoi amici, e io ero tipo, 'Oh mio dio, sarò la persona che deve andare a dire lui per andare a casa'", ha ricordato Osborne durante un colloquio con l'Old Pauline Club, secondo Insider.

Nonostante il momento imbarazzante, Elisabetta e il principe Filippo, morti ad aprile per cause naturali, sono stati dei padroni di casa fantastici. L'ex first lady Michelle Obama ha ricordato che i reali erano amichevoli e affettuosi a porte chiuse. "La cosa sorprendente è che la gente voleva essere trattata normalmente", ha detto Michelle durante l'evento MUSE di Klick Health a New York nel 2018 (per OGGI). "Tutti sono felici quando tutte le persone se ne sono andate. Vogliono essere abbracciati. Vogliono essere toccati. Spettegolano". È bello sapere che i reali sono proprio come noi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui