La regina Elisabetta non parteciperà a impegni importanti a causa della sua salute. Per la prima volta in 51 anni, la monarca ha cancellato la sua apparizione all’assemblea nazionale della Chiesa d’Inghilterra il 16 novembre, secondo il Daily Mail. Elisabetta non ha mai perso un Sinodo generale e avrebbe dovuto rivolgersi ai dirigenti della chiesa a Church House. Questo avviene dopo che è stata ricoverata in ospedale il 20 ottobre e da allora si è presa la calma. Secondo il New York Times, i medici l’hanno esortata a riposare per almeno due settimane dopo la sua degenza in ospedale il 29 ottobre. Sarebbe stata disponibile solo per “incarichi leggeri e fissi” e avrebbe partecipato alle riunioni tramite Zoom.

?s=109370″>

Il 14 novembre, inizialmente la regina avrebbe dovuto partecipare al servizio del Giorno della Memoria e deporre una corona di fiori al Cenotafio a Londra, ma ha annullato la sua apparizione all’ultimo minuto. Secondo AP News, Buckingham Palace ha rilasciato una dichiarazione in cui si afferma che la monarca era “delusa dal fatto che perderà la funzione”. Ha anche fornito una ragione per la sua assenza all’evento per la prima volta in 22 anni: “La regina, dopo essersi slogata la schiena, ha deciso questa mattina con grande rammarico che non potrà partecipare al servizio della domenica della memoria di oggi”. Così, il principe Carlo, che ha festeggiato il suo compleanno lo stesso giorno, ha deposto per lei una corona di papaveri al servizio. Tuttavia, Carlo è volato in Giordania il 15 novembre ed Elisabetta aveva bisogno di una controfigura per la riunione del Sinodo generale di martedì.

Il principe Edoardo pronuncia un discorso commovente a nome della regina Elisabetta

Ogni cinque anni, la Chiesa anglicana d’Inghilterra ha un’assemblea nazionale. Come notato nell’Instagram ufficiale della famiglia reale, la regina è il “Difensore della fede e governatore supremo della Chiesa d’Inghilterra”. Poiché il monarca ha compiti “leggeri”, il principe Edoardo è stato incaricato di rappresentare sua madre al Sinodo generale.

Prima di rivolgersi ai leader della chiesa, il principe Edoardo ha trasmesso le “scuse sincere e profonde di sua madre per non poter essere qui”, secondo Sky News. Ha poi pronunciato il discorso incisivo della regina Elisabetta. “È difficile credere che siano trascorsi più di 50 anni da quando il principe Filippo e io abbiamo partecipato alla prima riunione del Sinodo generale”, ha esordito. “Nessuno di noi può rallentare il passare del tempo; e mentre spesso ci concentriamo su tutto ciò che è cambiato negli anni intermedi, molto rimane invariato”, ha scritto. Il nonagenario ha notato che mentre il cambiamento era inevitabile, alcune cose sono rimaste le stesse.

Oltre a offrire incoraggiamento al Sinodo per il prossimo quinquennio, ha anche notato gli effetti della pandemia sul culto corporativo. “[T]a benessere della nazione dipende dal contributo di persone di tutte le fedi, e di nessuna”, ha proseguito il suo discorso (via Edward). “Ma per le persone di fede, gli ultimi anni sono stati particolarmente duri, con restrizioni senza precedenti in accedere al conforto e alla rassicurazione del culto pubblico.” Nonostante tutto, la regina Elisabetta rimane il “Difensore della fede” e la sua validità in un mondo in continua evoluzione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui