La regina Latifah è stata respinta dall’industria per quanto riguarda le sue dimensioni corporee sin dai primi giorni della sua carriera. Tra il 1993 e il 1998, l’icona hip-hip ha recitato nella sitcom della Fox “Living Single”, ma la popolarità dello show non ha impedito ai produttori di chiedere a tutte le sue star principali di controllare le loro calorie. “Eccoci qua, quattro donne diverse, quattro tipi di corpo diversi e avevamo bisogno di perdere peso”, ha detto a Entertainment Tonight nell’ottobre 2021. “Se non altro mi ha fatto arrabbiare e scoraggiato, ma mi ha davvero fatto arrabbiare”.

Non era la prima volta che Latifah si vergognava del proprio corpo. La star, il cui vero nome è Dana Owens, è stata vittima di bullismo per tutta la scuola. “Fortunatamente, ho avuto una mamma che mi diceva: ‘Ama te stesso a prescindere, l’amore viene dall’interno'”, ha aggiunto. Ci sono voluti pratica e superare la tragedia, ma Latifah ha deciso di seguire il consiglio di sua madre. “Quando avevo circa 18 anni, mi sono guardata allo specchio e ho detto: o ti amerai o ti odierai. E ho deciso di amare me stessa”, ha detto a Us Weekly nel 2013.

Come personaggio pubblico, Latifah è stata aperta sulle sue lotte con il peso, diventando un portavoce di Jenny Craig nel 2009, secondo ABC News. Ma anche allora, era chiara sui suoi obiettivi. “Non si tratta di perdere peso. Si tratta di salute”, ha spiegato. “Non è una questione di immagine. Sono davvero contento dell’immagine del mio corpo”. In tutto questo, Latifah ha imparato a difendere se stessa. E non permetterà a nessuno di criticarla per il suo peso.

Queen Latifah vuole cambiare la conversazione sull’obesità

Queen Latifah ha un problema con il modo in cui la società comprende e parla dell’obesità. Entra nel dettaglio dei suoi pensieri su “Red Table Talk”. Ha ricordato di essere andata a trovare un allenatore che ha insistito nell’usare l’indice di massa corporea per determinare che era obesa. “Ero arrabbiata per quello”, ha riso con i co-conduttori Jada Pinkett Smith, Willow Smith e Adrienne Banfield-Norris. “Ero tipo, ‘Cosa? Io?’ Voglio dire, sono solo ottuso”.

Nel prossimo episodio, Latifah e gli host discutono dei difetti dell’utilizzo di grafici BMI e parametri simili per valutare l’obesità, che spesso ignorano la razza, il genere e altre circostanze sociali e biologiche, ha riferito People. Per Latifah, il modo in cui l’obesità è rappresentata dal pubblico deve cambiare. Con questo in mente, nel 2021 si è unita alla campagna “It’s Bigger Than Me” della società farmaceutica Novo Nordisk per cambiare la conversazione. “Penso che l’obesità sia sempre collegata a uno stigma, alla vergogna”, ha detto a Entertainment Tonight. “E quello che vogliamo fare è semplicemente educare le persone su ciò che è veramente, che è una condizione di salute”.

Inoltre, un BMI elevato non è correlato a cattive condizioni di salute. “Puoi essere in buona salute ed essere una ragazza grande. Mi sento come se lo fossi e sono molto in buona salute”, ha detto a Healthline. L’obiettivo è nutrire il corpo, indipendentemente dal numero sulla bilancia. “Non faccio davvero una dieta”, ha detto a People nel 2010. “Mi tengo tutto con moderazione, faccio esercizio e mangio bene”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui