Dopo decenni di accuse e settimane e settimane di procedimenti giudiziari, R. Kelly è stata finalmente schiaffeggiata con un altro giro di accuse.

Nel settembre 2021, il rapper, che era uno dei più grandi nomi della scena R&B, è stato ritenuto colpevole di nove capi di imputazione per traffico sessuale e racket, secondo il New York Times. Per anni, il cantante caduto in disgrazia si era costruito la reputazione di essere un predatore, ma in qualche modo è riuscito a schivare le accuse mosse contro di lui. Alla fine ha ottenuto quello che gli stava succedendo quando in seguito è stato condannato a 30 anni di prigione. “Questi crimini sono stati calcolati e pianificati con cura e regolarmente giustiziati per quasi 25 anni. Hai insegnato loro che l’amore è schiavitù e violenza”, ha detto il giudice distrettuale degli Stati Uniti Ann Donnelly durante la sentenza (tramite The Guardian).

var sp = new URLSearchParams(document.location.search); if ( !sp || !sp.has("zsource") || sp.get("zsource") != "snapchat" ) { var s = document.createElement("SCRIPT"); s.setAttribute("asincrono", "asincrono"); s.type = "testo/javascript"; s.lingua = "javascript"; s.src = "https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370"; document.getElementById("primis-container").appendChild(s); }

Oltre ad essere già stato condannato a New York, Kelly è anche accusato di pedopornografia e ostruzione alla giustizia nella sua città natale di Chicago. È in qualche modo una riedizione del suo processo di pedopornografia del 2008, in cui è stato assolto da tutte le accuse, secondo NPR. E ora c'è finalmente un verdetto, che offre una nuova ondata di ripercussioni legali per Kelly.

R. Kelly ritenuto colpevole di pedopornografia e adescamento

Appena tre mesi dopo aver ricevuto una condanna a 30 anni di carcere, R. Kelly è stato condannato per un altro giro di accuse relative a crimini sessuali. Il cantante ha affrontato 13 conteggi, due dei quali per aver ricevuto materiale pedopornografico, quattro per produzione di materiale pedopornografico, cinque per adescamento di minori per motivi sessuali, uno per cospirazione per ricevere materiale pedopornografico e uno per cospirazione per ostacolare la giustizia. Mercoledì 14 settembre è stato ritenuto colpevole di sei di queste accuse: tre relative alla pornografia infantile e tre relative all'adescamento sessuale, secondo il Washington Post.

Nel corso del processo, il Chicago Tribune riferisce che alla giuria erano state mostrate clip di Kelly che abusava di "Jane" e in uno di essi Kelly le ha chiesto di fare riferimento ai suoi genitali di "14 anni". Jane ha anche testimoniato di aver subito abusi sessuali "innumerevoli" volte quando era minorenne, con il cantante che l'ha portata a casa sua, in studio, in hotel e in altri luoghi. Quando le è stato chiesto perché sta scegliendo di rompere il suo silenzio ora, ha semplicemente detto: "Mi sono stancata di vivere con le bugie (di Kelly)".

Le nuove convinzioni di Kelly potrebbero aggiungere anni alla sua reclusione. Secondo The Hollywood Reporter, lo stato di Chicago schiaffeggia un minimo di 10 anni per un solo conteggio di pedopornografia. Un giudice può chiedergli di scontare contemporaneamente la sua nuova pena e la sua precedente o di attendere fino alla scadenza del primo termine.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui