Mentre il processo e il successivo di OJ Simpson per gli omicidi della sua ex moglie Nicole Brown Simpson e del suo amico, un cameriere di 25 anni di nome Ron Goldman, potrebbero essere passati quasi tre decenni, l’ex attore e atleta ha ancora è riuscito a mantenersi agli occhi del pubblico. Sia che si trattasse di scrivere un libro su come avrebbe ipoteticamente eseguito l’omicidio del 1994, la sua condanna per la sua partecipazione (o guidando) una rapina a mano armata a Las Vegas nel 2007 (per la quale ha scontato nove anni di carcere prima di essere rilasciato sulla parola ), o una serie di altri dirottamenti e acrobazie da lui eseguiti che sembravano indifferenti alla gravità del crimine, sembra che OJ non riesca a resistere alle luci della ribalta.

A quanto pare, questo continua ad essere così, secondo un’intervista rilasciata da OJ che è stata recentemente pubblicata da The Athletic, che ha fatto ancora una volta i titoli dei giornali per alcuni commenti da sopracciglio dell’ex atleta. Dopo che l’intervista è stata pubblicata, alcune citazioni in cui OJ ha menzionato direttamente gli omicidi di Nicole e Goldman sono state persino sufficienti per invocare una forte reazione da parte della sorella di Nicole, Tanya Brown. Allora, cosa ha detto OJ Simpson? E come ha reagito Tayna? Continua a leggere per saperne di più.

Tayna Brown dice che le prove del DNA sono chiare

Come riportato da TMZ il 10 agosto, l’intervista di OJ Simpson con The Athletic ha suscitato una forte reazione da parte della sorella di Nicole Brown Simpson, che aveva divorziato dall’ex attore solo due anni prima del suo omicidio nel 1994. Nelle sue osservazioni allo sbocco, tuttavia, OJ sembrava concentrarsi più su se stesso che sulle vittime del crimine, affermando che ora evita di viaggiare o visitare Los Angeles, dove si è verificato il duplice omicidio, sostenendo che “potrebbe essere seduto accanto a chi lo ha fatto” e ha affermato che sospettava un individuo del delitto, sebbene non facesse un nome.

Molti, tra cui la sorella di Nicole, Tanya Brown, hanno trovato le parole di OJ “assurde e irrispettose” per le vere vittime. In particolare, Tanya sentiva, come ha affermato TMZ, che “tutto ciò che si deve fare è guardare indietro alle prove del DNA degli omicidi, che mostrano che l’unico sangue sulla scena del crimine apparteneva a Nicole, Ron e OJ” Ha anche detto in esclusiva lo sfogo che lei crede che OJ si sia detto così tante bugie nel corso degli anni in relazione al suo possibile coinvolgimento negli omicidi che si è convinto della sua innocenza – una, secondo lei, basata esclusivamente sull’illusione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui