“Black Ink Crew New York” è tornato per la sua nona stagione, ei fan possono aspettarsi qualche dramma serio dallo show di successo VH1. Oltre ad affrontare la pandemia, il Ceaser Emanuel di Black Ink ha combattuto una battaglia legale che cambierà per sempre il volto della sua azienda.

Dopo aver chiuso l’originale studio di tatuaggi Black Ink, 113 ° ad Harlem, Emanuel ha cercato gli aspetti positivi nel dire addio a una parte così importante della sua storia. “Come se non mentissi, il 113esimo era, non me ne rendevo conto, ma il 113esimo era come la mia palla al piede”, ha detto a Nicki Swift. “Mi ha sempre tenuto in una posizione, in un punto e penso che rilasciarlo e lasciarlo andare, mi abbia liberato”. Di conseguenza, Emanuel sta andando avanti e sta portando Black Ink in ancora più posti negli Stati Uniti. “Ho appena aperto a Houston. Sto per aprire Milwaukee. Sto lavorando a Dallas”, ha rivelato Emanuel.

La mossa però non è stata priva di ostacoli. Il sostenitore di “Black Ink Crew New York” ha incontrato Nicki Swift e ha spiegato la sorprendente battaglia legale che ha scatenato l’espansione di Black Ink.

Ceaser Emanuel è stato costretto a prendere una decisione difficile

All’inizio di quest’anno, Ceaser Emanuel ha rivelato che il suo studio di tatuaggi originale, 113 ° ad Harlem, era stato costretto a chiudere. Era la fine di un’era per la star di “Black Ink Crew New York”, ma Emanuel sentiva che non c’era altra scelta che chiudere il negozio. “Poiché a New York non esiste una legge sugli affitti, i proprietari potrebbero fondamentalmente mettere qualunque affitto ritengano giustificato. Non quello che c’è intorno alla comunità, com’è. Niente di tutto questo”, ha spiegato a Nicki Swift. “E per me passare da $ 5.000 al mese a $ 25.000 in affitto, era semplicemente, soprattutto per quella zona, era semplicemente ridicolo.”

Emanuel ha preso la difficile decisione di chiudere l’originale Black Ink, ma da allora si è ritrovato impegnato in una battaglia legale. “Ho appena avuto un signore dei bassifondi che fondamentalmente stava solo cercando di superare. E fino ad oggi, sta ancora cercando di superare. Ho rinunciato alla proprietà. Sta cercando di farmi causa, riportandomi in tribunale dicendo che non mi arrendo. “, ha detto Emanuel. “Avevo solo a che fare con un signore dei bassifondi. Sono solo felice di essere uscito da quella situazione.”

Emanuel è stato fermamente concentrato sul futuro dopo la chiusura del 113 ° – e con il lancio della stagione 9 di “Black Ink Crew New York”, non ha tempo per rallentare.

Puoi vedere tutto il dramma di “Black Ink Crew: New York Season 9” il lunedì sera su VH1.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui