È difficile capire la realtà del tour a meno che tu non l’abbia fatto. Per certi versi, la strada è uno strano stato di limbo. Il palco può farti sentire gigantesco prima di essere spinto nel retro di un autobus, rimpicciolendosi man mano che la vasta distesa del deserto cresce nel tuo retrovisore. È un perpetuo giorno della marmotta, apparentemente sfidando le leggi del tempo. Un push and pull dove sia tutto e non succede niente. Questa è la conseguenza dell’essere intrappolati in un barattolo di sardine a misura d’uomo che a volte sembra l’unica macchina del tempo esistente sulla Terra – ma amico, alcuni musicisti escono dalla strada con alcune storie selvagge.

Poche persone conoscono questa sensazione più intimamente di John Oates, che ha trascorso mezzo secolo in tour con il suo iconico duo Hall & Oates. Dopo sette album di platino, il chitarrista si è guadagnato ogni singolo ricordo, sia quelli buoni che quelli cattivi.

Quando ci sediamo in una chiamata Zoom del venerdì pomeriggio (insieme alla sua esuberante moglie Aimee Oates), il chitarrista, come la maggior parte dei musicisti in mezzo alla pandemia di coronavirus in corso, è esistito in un nuovo tipo di limbo – uno che gli ha dato l’ampiezza di reinventarsi con una versione EDM del suo singolo d’oro certificato “Maneater”, un account TikTok e l’imminente spettacolo di beneficenza virtuale Oates SongFest 7908, con amici famosi tra cui Dave Grohl e Darius Rucker. Tuttavia, l’attrazione della strada è molto reale, e Oates ha finito per rivelare la sua storia preferita dal tour.

All’inizio Hall & Oates pensavano che la loro rapina in Australia fosse uno scherzo pratico

Quello che la maggior parte delle persone non sa dei tour è che accadono cose ridicole tutto il tempo, e spesso si sentono surreali. Scherzi a parte, il cervello umano non è stato progettato per razionalizzare il canto in uno stadio pieno di persone o l’attraversamento di tre diversi fusi orari mentre si dorme in uno spazio largo meno di 3 piedi. Senza i titoli letterali in prima pagina, potrebbe essere sembrato come il bizzarro – e francamente terrificante – incidente accaduto durante il primo tour australiano di Hall & Oates fosse una sorta di sogno febbrile, ma John Oates ci assicura che lo era molto vero.

A quel tempo, il duo aveva appena suonato un concerto e stava cenando fuori orario – una serata piuttosto tipica in tour – finché non furono derubati sotto la minaccia di una pistola da un criminale così noto che potrebbe essersi qualificato molto bene per il suo episodio di I più ricercati d’Australia. Il suo nome? The Rusty Gun Bandit, come è stato soprannominato dai giornali locali.

“All’improvviso, nella stanza è scoppiato questo ragazzo con un passamontagna e un fucile”, dice Oates Nicki Swift. “E abbiamo pensato che fosse uno scherzo. Abbiamo pensato, perché eravamo solo in Australia per la prima volta, forse il promotore lo aveva impostato come uno scherzo”.

Uno dei famigerati criminali australiani non poteva competere con l’equipaggio di John Oates

Non ci volle molto perché la festa in tour si rendesse conto che lo erano in realtà essere derubato. Ad un certo punto durante la rapina, il bandito è venuto al loro tavolo chiedendo soldi e il tour manager di Hall & Oates ha cercato di porgergli una carta di credito. “Pensavo che ci avrebbe sparato”, scherza Oates con quella piccola fitta di sincerità che segnala che era davvero terrificante. Per fortuna, la storia ha un lieto fine.

“Quando è andato all’altro tavolo, ha preso il portafoglio della signora per prendere i suoi soldi e lo chef, o uno degli altri ragazzi lo ha colpito in faccia”, dice Oates Nicki Swift. “Li abbiamo abbattuti e noi l’abbiamo caricato e gli abbiamo calpestato le mani. L’abbiamo buttato giù da una finestra di vetro piatto. E a quel punto, i cuochi sul retro avevano chiamato la polizia … E così abbiamo catturato questo tizio … E il la mattina dopo, tutte le squadre di notizie erano davanti al nostro hotel. È stato un grosso problema “.

Anche se Oates ammette che la pistola del rapinatore era così arrugginita che “probabilmente non avrebbe sparato”, i due si sono chiaramente guadagnati un posto nella Rock and Roll Hall of Fame, se non altro per sfuggire a un attacco di tetano e diventare brevemente genuini. supereroi. Puoi vedere John Oates il prossimo 20 marzo all’Oates Song Fest 7908. I biglietti per l’evento in streaming sono disponibili tramite una donazione a Feeding America.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui