G-Eazy non ha mai preso le sue abilità musicali come un hobby, e da quando il rapper, il cui vero nome è Gerald Earl Gillum, ha rivolto la sua attenzione alla musica mentre era ancora a scuola, l’ha presa come un potenziale modo per guadagnarsi da vivere. “La gente direbbe che sono stato sciocco per questo”, ha detto a Rolling Stone nel 2014. “Ma… volevo portarlo sulla luna perché no?” ha detto alla rivista. La sua prospettiva ha dato i suoi frutti, con il suo primo album in studio importante che ha raggiunto la posizione n. 3 della Billboard 200 e ha registrato per ben 138 settimane.

Nell’intervista di Rolling Stone, G-Eazy ha notato di aver ereditato la sua etica del lavoro da sua madre, Suzanne Olmsted, un’artista e un’insegnante che ha cresciuto i suoi due figli come un genitore single facendo due lavori. “Ho avuto un lavoro da quando ero abbastanza grande per lavorare, da quando avevo 14 anni”, ha detto G-Eazy su come ha aiutato. “Questo è l’unico modo in cui abbiamo portato i soldi.” Nonostante i loro migliori sforzi, la famiglia riusciva a malapena a sbarcare il lunario.

Ma G-Eazy ha continuato a imparare e a trarre ispirazione da sua madre, il che ha contribuito al suo successo. Ora, il rapper si sta rivolgendo ai suoi social media per lasciare un sentito tributo a sua madre, poiché è purtroppo morta.

La madre di G-Eazy lo ha ispirato ad andare in riabilitazione

Il 24 novembre, G-Eazy è andato sulla sua pagina Instagram per condividere la notizia della morte della sua amata madre, Suzanne Olmsted. Il rapper ha condiviso una serie di foto di sua madre, da sola e con la sua famiglia, che ha abbinato a un sentito tributo. “Lo shock continua a non farmi accettare la sensazione che non potrò mai più abbracciarti di persona. La mia regina, il mio eroe, il mio tutto… mia madre”, ha scritto. G-Eazy ha incluso anche un memo vocale registrato da Olmsted, che dice a suo figlio quanto sia orgogliosa dei suoi successi e della persona che è diventato, prima di esortarlo a “stare al gioco”.

Nella lunga didascalia, G-Eazy ha rivelato che sua madre è stata la persona che lo ha ispirato a cercare un trattamento per la sua dipendenza. “Non mi rendevo conto di quanto fossi preoccupato per me finché non mi hai inviato la lettera più difficile che abbia mai dovuto leggere… Andare in cura per alcol e droghe è stata una mia decisione, ma la tua lettera è stata ciò che alla fine ha convinto me”, ha scritto il rapper. Nel maggio 2018, G-Eazy è stato arrestato in Svezia per aggressione e possesso di cocaina, secondo TMZ.

Questa non è la prima volta che G-Eazy mostra il suo affetto per sua madre. Nel mese di settembre, G-Eazy FaceTimed Olmsted al BottleRock Festival di Napa perché non ha potuto assistere al concerto. L’ha messa sullo schermo mentre diceva: “Ti amo, ti amo, ti amo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui