Dalla sua infanzia colpita dalla tragedia in una fattoria vicino a Johannesburg, in Sud Africa, alla sua pluripremiata carriera come attrice protagonista a Hollywood, il viaggio di Charlize Theron è caratterizzato da coraggio, talento e perseveranza. Nel 2003, Theron ha dimostrato quanto avesse da offrire quando ha interpretato la prostituta e serial killer Aileen Wuornos in “Monster” di Patty Jenkins, una performance che il defunto critico cinematografico Robert Ebert ha salutato come “una delle più grandi interpretazioni della storia”. del cinema” nel 2004.

Ebert non è stato l’unico a essere rimasto colpito dalla performance di Theron. Nel 2004, la sua incarnazione di Wuornos è stata riconosciuta dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences con un Oscar per la migliore attrice in un ruolo principale. “Monster” ha anche fatto guadagnare a Theron un Golden Globe, uno Screen Actors Guild Award come attrice protagonista e una serie di altri riconoscimenti, cementandola tra le migliori di Hollywood.

Oltre alla sua illustre carriera di attrice, Theron si è anche fatta un nome come attivista per il suo lavoro con diverse cause, tra cui i diritti delle donne e LGBTQ+, la lotta contro l’HIV/AIDS tra i giovani africani, la violenza contro donne e ragazze e molti altri. Le sue cause umaniste l’hanno portata a diventare una delle persone più influenti al mondo, un titolo che si è aggiudicato nel 2016 quando la rivista Time l’ha inclusa nella sua top 100. La Theron si è trasformata e si è evoluta insieme ai suoi ruoli in continua evoluzione, sia nella sua carriera che nella sua vita personale. Continua a scorrere per dare un’occhiata all’incredibile viaggio di Theron finora.

Charlize Theron ha avuto un’infanzia rurale nel Sudafrica dell’apartheid

Charlize Theron non sognava di fare l’attrice. In effetti, la sua educazione e i suoi genitori “non potrebbero essere più lontani da questo settore”, ha detto a Jenelle Riley di Variety nel 2018. Sia Gerda che Charles Theron erano costruttori stradali in Sudafrica e hanno cresciuto il loro unico figlio in una fattoria a Benoni. Anche se è cresciuta durante il regime dell’apartheid, ha vissuto con lavoratori agricoli di diversa estrazione etnica, tra cui Xhosa, Zulu e South Sothos, ha detto a Terry Gross di NPR nel 2019. Gerda era contro il regime segregazionista, quindi Charlize non ha visto il razzismo continua fino a quando non se ne va di casa.

Charlize ha trascorso i suoi anni formativi al Laerskool Putfontein a Benoni, un luogo in cui ha lottato per adattarsi. In un’intervista del 2011 con People, ha parlato di essere stata vittima di bullismo per i suoi occhiali spessi, il taglio di capelli e i vestiti. “Portavo occhiali davvero da nerd perché ero cieca come poteva essere e ai ragazzi non piacevano [me]”, ha detto alla rivista.

È stata poi mandata a Johannesburg per frequentare la National School of the Arts, secondo Wired. “Ero praticamente un disastro alla scuola elementare. Ma l’ho tolto dal mio sistema quando sono arrivato al liceo ed ero più immune a tutte quelle cose”, ha detto Charlize. È stato a Johannesburg che ha capito per la prima volta le regole dell’apartheid, descrivendo come i genitori degli amici le vietassero di visitare dopo aver scoperto che era cresciuta tra i neri africani, ha detto a NPR.

L’adolescenza di Charlie Theron è stata segnata da una tragedia familiare

È stato durante il suo periodo in collegio a Johannesburg che Charlize Theron ha vissuto una tragedia nella sua famiglia. Nel giugno 1991, quando aveva 15 anni ed era tornata dal collegio, ha assistito a un attacco di alcol da parte di suo padre che gli è costato la vita – e quasi è costata a lei ea sua madre. Quella notte, suo padre e suo fratello sono arrivati ​​a casa armati di pistola, spingendo Charlize e Gerda Theron a nascondersi nella sua camera da letto, dove hanno tenuto i loro corpi contro la porta per impedirgli di forzarla, ha detto a NPR.

Charles Theron ha sparato tre volte attraverso la porta e Gerda ha usato la sua pistola contro i due uomini per proteggere se stessa e sua figlia, uccidendo suo marito e ferendo suo cognato, secondo ABC News. “[T]L’imprevedibilità quotidiana della convivenza con un tossicodipendente è la cosa con cui ti siedi e sei in qualche modo incorporato nel tuo corpo per il resto della tua vita”, ha detto Charlize a NPR. Mentre ciò che ha vissuto l’ha lasciata traumatizzata, Charlize capisce le azioni di sua madre. “So cosa è successo. E so che se mia figlia fosse nella stessa situazione, farei la stessa cosa”, ha detto a Diane Sawyer della ABC.

Gerda non è stata processata dopo che il procuratore generale ha stabilito che ha agito per legittima difesa, secondo ABC. Gerda ha esortato sua figlia a tornare a Johannesburg dopo l’incidente, incoraggiando Charlize a concentrarsi sul suo futuro, ha detto Charlize a Sawyer.

Originariamente una ballerina, Charlize Theron è passata alla recitazione dopo un infortunio

Anche se Charlize Theron non è cresciuta desiderando dedicarsi alla recitazione, era un’artista nata. Il balletto era la sua passione, un’arte a cui pensava di dedicare tutta la sua vita. “Ho ballato per la maggior parte della mia vita, da quando avevo tipo 4 anni. Pensavo che fosse quello che avrei fatto per il resto della mia vita”, ha detto a Variety nel 2018. Ma a 16 anni, Theron ha scoperto un’opportunità nel mondo della moda e si è trasferita a Milano, ha detto al New York Times. Tuttavia, ha visto la modellazione come un modo per sostenere la sua carriera di balletto, allo stesso modo in cui ha fatto la cameriera, ha detto.

Ma è stato il modello che l’ha portata a New York, un posto in cui ha finito per passare l’inverno nel seminterrato di un’amica per frequentare le lezioni del Joffrey Ballet, secondo il NYT. Quando ha sofferto di problemi al ginocchio che le hanno impedito di ballare, è caduta in uno stato depressivo. Sua madre è venuta a trovare Theron e in sostanza le ha detto che piangere sul latte versato a New York era troppo costoso. “O capisci cosa fare dopo o torni a casa, perché puoi tenere il broncio in Sud Africa”, ha detto sua madre, come ha ricordato la Theron al NYT. Nel 1994, all’età di 18 anni, Theron ha deciso di trasferirsi a Los Angeles e prendere lezioni di recitazione, secondo Oprah.com. Il suo primo film, “2 Days in the Valley”, è uscito nel 1996.

Il primo ruolo in assoluto di Charlize Theron l’ha resa famosa

Il ruolo di Charlize Theron nei panni di Helga Svelgen in “2 Days in the Valley” l’ha portata sotto i riflettori grazie sia alla sua interpretazione che alla sua bellezza. Tuttavia, si è rivelata una maledizione, poiché Theron ha capito rapidamente che i suoi ruoli erano in gran parte legati al suo essere alta, bionda e, beh, bellissima da morire. “[P]posare la stessa parte più e più volte non ti lascia longevità. E sapevo che sarebbe stato più difficile per me, a causa del mio aspetto, espandermi in diversi tipi di ruoli”, ha detto Theron alla rivista W nel 2008.

Ma Theron ha incontrato JJ Harris all’inizio della sua carriera, un agente che credeva nelle sue capacità al di là del suo bell’aspetto. “Avrei potuto semplicemente diventare, sai, una Helga in altri tre film e poi scomparire”, ha detto Theron a Variety.

Alla fine degli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000, Theron ha continuato a ottenere una varietà di ruoli in alcuni film di successo commerciale, come “The Devil’s Advocate” e “The Cider House Rules”. La sua carriera ha raggiunto nuove vette quando è stata scelta come Aileen Wuornos in “Monster”, un ruolo che ha quasi rifiutato, ha detto a Howard Stern. “Mi sentivo come se la sceneggiatura fosse così buona che se lo avresti fatto, dovevi farlo visivamente, in un modo che fosse autentico per chi era, e non sapevo se potevo farlo”, Theron disse. Ma la regista Patty Jenkins “non accetterebbe un no come risposta”, ha aggiunto.

Charlize Theron è una madre single di due figlie adottive

Charlize Theron ha continuato a sviluppare la sua carriera di attrice alla fine degli anni 2000 e 2010, lavorando in film acclamati, come “North Country” (2006), “Young Adult” (2012), “Mad Max: Fury Road” (2016) e ” Bomba” (2020). Ha anche iniziato a dedicare più tempo all’attivismo. Theron ha lanciato il suo Africa Outreach Project per aiutare a combattere l’HIV/AIDS in Sud Africa nel 2007, un anno prima di essere nominata Messaggera di Pace delle Nazioni Unite. La sua designazione è stata anche un prodotto del suo lavoro per porre fine alla violenza di genere, hanno osservato le Nazioni Unite nel 2008. Oltre al suo ruolo formale nel mondo dell’attivismo, Theron è stata anche esplicita nel suo sostegno al matrimonio tra persone dello stesso sesso e ai diritti all’aborto.

La Theron è anche madre di due figlie adottive, Jackson e August, entrambe nere e americane, ha detto a Terry Gross di NPR. Ha adottato negli Stati Uniti perché doveva adottare in un paese che permetteva ai genitori single di farlo. “Non sono stato specifico con nulla… è successo che entrambi i miei figli sono diventati americani… [and] entrambi erano afroamericani”, ha detto a NPR.

Nel 2019, Theron ha rivelato che il suo figlio maggiore, a cui è stato assegnato un maschio alla nascita nel 2012, è transgender, secondo quanto riportato dal Daily Mail. “Sono nati quello che sono”, ha detto, “ed esattamente dove nel mondo si trovano entrambi quando crescono, e chi vogliono essere, non spetta a me deciderlo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui