Christina Ricci è diventata un nome familiare quando aveva ancora i denti da latte. Il suo debutto cinematografico l’ha vista condividere lo schermo con grandi nomi, tra cui Cher e Winona Ryder. Il suo secondo film è stato “La famiglia Addams”, che ha immediatamente portato la ragazza della classe media alla celebrità per la sua magistrale interpretazione dell’ossessionato dalla morte Wednesday Addams. La sua successiva apparizione come protagonista in “Casper” ha cementato la sua accattivante immagine di adolescente oscura e bizzarra. E come tale, Ricci non era immune alle difficoltà di navigare al liceo mentre lavorava come attore.

Da adolescente nel New Jersey, Ricci ha sviluppato un disturbo alimentare e ha lottato con la depressione e l’ansia, ha spiegato a Rolling Stone. Ma Ricci ha cercato un aiuto professionale abbastanza presto ed è riuscita a trovare un sano equilibrio tra la sua vita e la sua carriera. Presto è passata dai suoi ruoli da adolescente stravaganti a quelli più maturi che hanno presto guadagnato i suoi riconoscimenti, tra cui una nomination ai Golden Globe e agli Emmy. “Penso che il motivo per cui molte star bambine non lo fanno è che è difficile vedere qualcuno così carino, e poi all’improvviso diventano adulti. Col senno di poi, sono stato fortunato che, quando ero più giovane, nessuno pensava a carino”, ha detto a The Independent.

Ricci, che ha compiuto 41 anni nel febbraio 2021, è ancora nel fiore degli anni. Sembra solo che sia più avanti nella sua carriera perché, beh, è ​​stata sotto i riflettori per più di tre decenni. Continua a scorrere per vedere la sua straordinaria trasformazione nel corso degli anni.

Christina Ricci ha iniziato a recitare per intrattenere i suoi fratelli

Nonostante provenga da Santa Monica, in California, Christina Ricci non ha legami con l’industria dell’intrattenimento e non “viene dal denaro”, ha detto a The Guardian nel 2011. La sua prima esperienza con la recitazione è avvenuta sul palco della scuola quando aveva 7 anni, un esperienza non insolita per molti ragazzi delle scuole elementari. Ma le capacità di Ricci andavano oltre quelle dei suoi coetanei, così la madre di uno studente lo fece notare ai genitori di Ricci. I suoi tre fratelli maggiori hanno convinto sua madre che Ricci avrebbe dovuto provare alle audizioni, un’idea che Ricci aveva intrattenuto per accontentarli. “[They] ha costretto mia madre a farmi prendere la decisione. Ed erano così coinvolti – pensavano che sarebbe stato esilarante vedermi in TV. E io ero tipo, ‘Certo, farò di tutto per farvi ridere'”, ha detto alla pubblicazione.

E, nonostante il cognome, le origini di Ricci non sono poi così italiane. In un’intervista del 2003, ha spiegato che c’era una Ricci dalla parte di suo padre diverse generazioni fa. Ha sposato un’irlandese e ha avuto diversi ragazzi. Hanno continuato a sposarsi in famiglie irlandesi e hanno avuto più figli, quindi il nome è vissuto molto più a lungo dei geni. “[T]sangue italiano è stato generato da me… Ora sono fondamentalmente scozzese-irlandese”, ha detto. Tuttavia, suo padre ha mostrato di portare con orgoglio quei pochi geni quando ha chiamato i suoi figli Rafael, Dante, Pia e Christina “Pensava di esserlo [a] Mafioso”, ha scherzato.

Christina Ricci era ferocemente ambiziosa, anche da bambina

Appena nove mesi dopo che Christina Ricci ha recitato nella produzione della sua scuola elementare di “I dodici giorni di Natale” nel 1987, ha ottenuto un posto nel suo primo spot pubblicitario. Nel 1990, appena tre anni dopo aver lanciato la sua carriera di attrice, Ricci ha recitato in “Mermaids” al fianco nientemeno che di Cher, come ha notato The Guardian. Fin dal primo giorno, Ricci ha deciso che avrebbe avuto successo, qualunque cosa accada. In un’intervista del 2008 con il New York Magazine, Ricci ha descritto l’idea di un piano per eliminare la sua concorrenza durante le audizioni per la sua recita scolastica: ha praticamente provocato il ragazzo fino a quando non l’ha colpita, il che gli ha fatto perdere la parte. “Sono sempre stata una persona molto ambiziosa”, ha detto. Immagino che sia la prima volta che ha davvero alzato la sua brutta testa”.

A Ricci è piaciuto tutto. Anche da bambina, sapeva che un’infanzia normale non faceva per lei. “Ho sempre saputo di essere un po’ annoiato; la vita normale di un bambino non mi andava bene. Volevo lavorare. Volevo essere utilizzato”, ha detto Ricci al Guardian. Un anno dopo, Ricci è diventata un nome familiare quando ha interpretato Wednesday nella versione del 1991 di “La famiglia Addams” e di nuovo due anni dopo in “I valori della famiglia Addams”. La sua interpretazione ha affascinato i critici cinematografici, che hanno elogiato la sua interpretazione dell’adolescente gotico. “Ogni [actor] ha alcuni momenti salienti, ma per me è stata la tredicenne Christina Ricci, nei panni della figlia Addams Wednesday, a rubare la scena”, ha osservato il Deseret News.

Christina Ricci ha lottato con un disturbo alimentare da adolescente

Anche in mezzo al suo crescente successo, la famiglia di Christina Ricci non ha fatto pressioni su di lei, quindi non ha considerato la recitazione come un lavoro. “Era sempre qualcosa che io e la mia famiglia avevamo detto che avrei continuato a fare fino a quando non avrei pensato che fosse più divertente”, ha detto al Guardian. Non è stato fino all’età di 14 anni, poco prima di recitare in “Casper” del 1995, che Ricci ha deciso di voler intraprendere la carriera di attore per tutta la vita. In quel periodo, i suoi genitori divorziarono e Ricci si allontanò in gran parte da suo padre. Ha anche iniziato a sentire le pressioni di essere una donna a Hollywood. I suoi primi ruoli si basavano sul suo aspetto insolito, ma essere diversi non è esattamente ciò che l’industria preferisce. “Ho smesso di sentirmi favolosa intorno agli undici anni. Sono diventata molto meno sicura di me e più angosciata”, ha detto a Rolling Stone nel 1999.

Durante il liceo nel New Jersey, ha lottato con un disturbo alimentare per un anno e mezzo, fino a quando la terapia non l’ha aiutata a controllarlo, ha detto a The Talk. “È davvero imbarazzante attraversare la pubertà, crescere e diventare una donna, quando tutti ti guardano sempre”, ha spiegato Ricci. Nel suo ultimo anno, Ricci si è trasferita a New York con sua madre, un periodo durante il quale ha guadagnato peso rapidamente. Non stava ottenendo parti e la sua ansia stava prendendo il sopravvento, ha detto a Rolling Stone. “Mi sentivo una fallita”, ha detto.

Christina Ricci ha cementato la sua carriera da adulta con “Sleepy Hollow” e “Monster”

Nel 1997, Christina Ricci ha recitato nell’acclamato film di Ang Lee “The Ice Storm”, che ha portato la diciassettenne Ricci a Cannes. Un anno dopo, ha interpretato la protagonista sexy in “The Opposite of Sex” e Ricci si sentiva più sicura di sé. La sua interpretazione le è valsa anche una nomination ai Golden Globe. “Ho iniziato a occuparmi di nuovo della stampa e alla gente sembrava davvero che piacessi, quindi ho pensato, ‘OK, quindi sono di nuovo favolosa’”, ha detto a Rolling Stone. Quando Ricci si lasciò alle spalle gli anni della scuola, iniziò a vedere che anche il suo aspetto poteva essere una risorsa. “Questo business è tutto incentrato sulle apparenze, che lascia molti dei ruoli più interessanti ad attrici come me”, ha detto a The Independent.

Nel 1999, Ricci ha recitato al fianco di Johnny Depp in “Sleepy Hollow” di Tim Burton, un ruolo che ha portato la sua carriera a un livello superiore. Per la sua interpretazione di Katrina Van Tassel, ha vinto un Saturn Award. La sua interpretazione in “Prozac Nation” nel 2001 – sebbene il film stesso abbia ricevuto recensioni contrastanti – ancora una volta è stata elogiata dalla critica. Mentre il suo co-protagonista ha rubato lo spettacolo in “Monster” (2003), il ritratto di Ricci del giovane amante di Aileen Wuornos ha impressionato il critico cinematografico Robert Ebert come “recitazione sublime nella sua interpretazione di un cattivo attore”.

Da allora, Ricci è apparso nei film quasi ogni anno. Accanto alla sua carriera cinematografica, Ricci ha anche dedicato un po’ di tempo alla TV, recitando in “Pan Am” della ABC e in “Z: The Beginning of Everything” come Zelda Fitzgerald.

Christina Ricci ha continuato a lavorare nel suo controverso divorzio

L’entusiasmo infantile di Christina Ricci per il lavoro si è rivelato un tratto distintivo di tutta la vita. Nel 2020, è apparsa in due film, “10 cose che dovremmo fare prima di lasciarci” e “Percy”, e reciterà anche nel prossimo “Monstrous” e in “The Matrix 4″, dopo che il suo nome era ” tranquillamente aggiunto alla lista del cast costellato di stelle”, come ha sottolineato Deadline. Oltre a tutto ciò, Ricci sta anche lavorando all’imminente dramma di formazione della Showtime, “Yellowjackets”, in cui interpreta il ruolo adulto di uno dei quattro adolescenti sopravvissuti a un incidente aereo.

Ricci è riuscita a confezionare la sua agenda di lavoro anche attraverso un amaro divorzio. Nel luglio 2020, Ricci ha chiesto il divorzio da James Heerdegen, un tecnico della macchina fotografica che ha incontrato sul set di “Pan Am” e sposato nel 2013, secondo People. Ricci ha richiesto l’affidamento esclusivo del figlio Freddie, nato nel 2014, poiché il divorzio è arrivato pochi giorni dopo che le era stato concesso un ordine di protezione d’emergenza per accuse di abuso fisico, secondo un rapporto separato di People. Nel gennaio 2021, Ricci ha ricevuto un ordine restrittivo e, nell’aprile 2021, la coppia ha raggiunto un accordo di custodia che ha determinato che Ricci avrebbe mantenuto la piena custodia del loro bambino, mentre Heerdegen avrebbe avuto il diritto di visita, come specificato da People.

Freddie viaggerà con Ricci in Canada quest’anno mentre lavora a “Yellowjackets”, una produzione americano-canadese, per People. Nell’ultimo anno, Ricci ha dimostrato quanto sia sempre stata forte e caparbia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui