Doja Cat multi-trattino si è fatta un nome con il suo stile unico e la sua presenza scenica. Nata da genitori creativamente artistici in California, Doja Cat (il cui vero nome è Amalaratna Zandile Dlamini) si è trasferita a New York City per cinque anni prima di trasferirsi di nuovo nell’area di Los Angeles in gioventù (via Stordito).

Il viaggio di Doja Cat per diventare una pop star è iniziato quando ha iniziato a ballare all’età di 11 anni e alla fine ha abbandonato il liceo per dedicarsi alla musica. Il suo nome d’arte è stato creato dal suo amore per la marijuana ei gatti, spiegando allo sbocco che era “fortemente dipendente dall’erba e dalla cultura dell’erba, quindi quando ho iniziato a rappare ho pensato alla parola ‘doja’ e a come suona come quella di una ragazza nome.”

Parte del fascino di Doja Cat è la sua capacità di connettersi con i fan, come Stordito notato. I fan si sarebbero confrontati con lei attraverso le sue Instagram Lives, dove scriveva canzoni, freestyle e suonava frammenti di brani inediti. Il suo video per il successo virale “Mooo!” ha raccolto oltre 83 milioni di visualizzazioni su YouTube dalla sua uscita nel 2018 ed è stato creato sulla piattaforma di condivisione di foto. “Era uno scherzo tra me e i miei fan”, ha detto Doja Cat Stordito. “L’abbiamo iniziato su Instagram Live, solo io e altre 60 persone, e ci siamo divertiti tutti a inventare giochi di parole e metafore”.

Mentre la popolarità di Doja Cat è aumentata negli ultimi anni, si scopre che è stata nel settore più a lungo di quanto la maggior parte delle persone pensi.

Doja Cat ha iniziato a fare musica quando era un’adolescente

Secondo Il Fader, Doja Cat ha iniziato a fare musica quando era adolescente ed è stata ispirata da Rihanna, Amy Winehouse e altri. Come molti artisti indipendenti, ha fatto musica nella sua camera da letto prima di trovare il coraggio di condividerlo con gli altri. “Penso che volevo cantare, ma non potevo perché ero così timida”, ha detto Doja Cat allo sbocco. “Non sapevo davvero come iniziare, se non cantando nella mia stanza, chiudendo la porta a chiave e cercando di cantare in modo un po ‘sommesso. Sapevo che mia madre avrebbe voluto ascoltare e probabilmente mi avrebbe infastidito”.

Alla fine Doja Cat ha caricato le sue canzoni su SoundCloud nel 2014, dove ha guadagnato popolarità. “Ho avuto tipo due Mi piace, ma è stata la cosa più pazza di sempre. Penso di aver pianto. È stato folle”, ha detto Il fader. Una delle canzoni che ha caricato nel 2012 intitolata “So High” è stata un successo immediato sulla piattaforma e ha fatto notare ai dirigenti del disco. La canzone è stata ristampata come singolo ufficiale un anno dopo ed è stata inclusa nello show di successo Impero durante la sua prima stagione (via IMDb). Poco dopo, ha firmato con la RCA Records e la sua impronta Kemosabe Records e ha registrato canzoni per il suo EP di debutto chiamato Purrr!

Doja Cat è diventata una sensazione virale su TikTok

Sebbene Doja Cat sia stata firmata nel 2014, non è diventata una sensazione pop dall’oggi al domani. Le sue prime pubblicazioni non furono ben accolte, come da National Public Radio, Radio Pubblica, ma lei ha insistito e ha aspettato il suo momento. Il momento della cantautrice è arrivato quando la sua canzone “Say So” è diventata virale sulla piattaforma di social media TikTok dopo che un fan ha creato un video coreografato al ritornello della canzone (tramite Insider).

Il ballo si è trasformato in una sfida virale e ha catapultato la canzone – e Doja Cat – in un successo mainstream. “Say So” ha fatto guadagnare a Doja Cat il suo primo successo nella Top 20 di Tabellone Grafico Hot 100 a marzo 2020, come da Forbes, e raggiunse il numero uno nel maggio di quell’anno grazie a un remix con Nicki Minaj (via Tabellone).

Il successo della canzone non è stato senza controversie, tuttavia, poiché i critici hanno sottolineato il coinvolgimento del Dr. Luke con Doja Cat. Il dottor Luke, che ha firmato Doja Cat per la sua impronta musicale, ha scritto su “Say So” e molte tracce sul suo secondo album Rosa caldo con lo pseudonimo di Tyson Trax (via Varietà). È stato accusato di violenza sessuale e abusi da parte del cantante Kesha (cosa che ha ripetutamente negato) ed è stato in una lunga battaglia giudiziaria con lei dal 2014, secondo l’outlet. Al momento della stesura di questo articolo, Doja Cat deve ancora chiarire la sua relazione con il dottor Luke.

Doja Cat ha avuto la sua giusta dose di controversie

Oltre al suo silenzio sul dottor Luke, Doja Cat è stata anche chiamata in causa per il suo comportamento online. Una settimana dopo che “Say So” ha raggiunto il numero uno delle classifiche, un forum online ha avviato un thread su Doja Cat sul suo coinvolgimento in una chat room online, Avvoltoio segnalato. Gli utenti del thread hanno iniziato a far circolare video di Doja Cat che presumibilmente faceva osservazioni e commenti razzisti sui feticci dei piedi. Le prove video del suo comportamento e le vecchie canzoni in cui sembrava aver sostenuto la brutalità della polizia sono diventate rapidamente argomenti di tendenza su Twitter con gli utenti che chiedevano la sua cancellazione.

Dopo aver visto quante polemiche ha generato la chat room, Doja Cat ha rilasciato delle scuse il 25 maggio 2020. “Mi dispiace se ti ho ferito o ti ho fatto sentire in qualche modo turbato”, ha detto ai fan in un post su Instagram (via BBC). “Ho usato chat room pubbliche per socializzare sin da quando ero bambino.” Doja ha aggiunto che “non avrebbe dovuto essere su alcuni di quei siti di chat room”, ma ha chiarito che “personalmente non è mai stata coinvolta in conversazioni razziste”.

Nella vera moda di Doja Cat, è anche saltata su Instagram Live dopo aver pubblicato la dichiarazione e ha discusso le accuse contro di lei. Ha spiegato che la narrativa di impegnarsi in quelle attività non era corretta. “Sono stato preso di mira da [online harassment] e so che è controllabile “, ha detto Doja Cat.” Non sono perfetto. Non dovrei fare merda stupida. “

Doja Cat è ancora una hitmaker certificata

Nonostante il suo passato controverso, Doja Cat non mostra segni di rallentamento del suo regno in cima alle classifiche. Il secondo album in studio del cantautore Rosa caldo – che è stato rilasciato nel novembre 2019 – è ancora un successo nelle classifiche. Tabellone ha riferito nel febbraio 2021 che il settimo singolo dall’album intitolato “Streets” è diventato il secondo Top 20 Hit di Doja Cat sulla Tabellone Hot 100 come artista principale.

Inoltre, è apparsa in brani di altri artisti, incluso il remix di “34 + 35” di Ariana Grande con Megan Thee Stallion. La musica per Doja Cat riguarda la sperimentazione. “Ho sempre voluto provare. Mi congratulo con gli artisti, come te, che si attengono a qualcosa. È piacevole esteticamente e molto motivato”, ha detto Doja Cat a SZA in un’intervista con V Magazine. “Per me, voglio provare tutte queste cose, ma sto iniziando a imparare ciò in cui sto cadendo è un sacco di essenze house, disco, vintage-y – è lì che il mio cuore si trova. Ma continuo a sto facendo cose che non capisco. È comunque molto divertente! “

Doja Cat è orgogliosa dei suoi successi

L’entusiasmo di Doja Cat per il suo mestiere è contagioso e non ha paura di dire che è orgogliosa dei suoi risultati. Non ha sentito alcuna pressione aggiuntiva quando “Say So” ha raggiunto il numero uno delle classifiche a causa di quanto le piaceva la canzone.

“Mi sento benissimo per” Say So “. Sono contento che mi piaccia la canzone. Ci sono canzoni che ho composto in passato che non mi piacciono molto perché è più che altro io che scopro cosa voglio fare ed è semplicemente uscito per il pubblico “, ha spiegato Doja Cat V Magazine. “Ma con” Say So “, mi sento benissimo. Grazie a Dio. Sono così felice che Nicki ne abbia fatto parte [Minaj guested on the “Say So” remix] e solo vederlo fare bene mi rende felice, perché ne sono orgoglioso “.

Ma Doja Cat ha più obiettivi che vuole raggiungere, dicendo allo sbocco che vuole creare il proprio suono. “Posso fare il genere di cose che sono pop e semplici”, ha detto Doja. “… ma il mio sogno è quello di entrare davvero a fare cose che sembrano più sperimentali e più in quel mondo di produzione astratto.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui