Mandy Moore è famosa da decenni grazie al suo successo in musica, televisione e film. Ci sono così tanti cose da chiederle in un’intervista basata solo sulla sua carriera. Tuttavia, nonostante abbia molti progetti da promuovere in ogni momento, l’attenzione torna comunque alla sua vita personale. Secondo Pagina sei, Moore ha criticato una pubblicazione anonima tramite Instagram Story nel febbraio 2021. La cantante / attrice ha detto che il suo “sangue sta ancora bollendo” perché una pubblicazione non l’avrebbe intervistata a meno che non avesse discusso di “un certo argomento”.

Il Questi siamo noi star ha detto ai suoi seguaci, “Quando loro [the publication] mi è stato detto che avevo parlato molto di un certo argomento nella mia vita e che non avrei fatto ulteriori commenti (davvero ci sono innumerevoli interviste da cui potrebbero trarre ispirazione, quella storia è finita e non c’è più niente da dire). “Ha notato che, se lei commentato ancora una volta questo “certo argomento”, diventerebbe inevitabilmente “clickbait”.

Moore ha detto che “il messaggio che questo invia è offensivo e quindi fuori dal contatto con la discussione culturale sulle relazioni abusive, collegando direttamente il valore di qualcuno al suo aggressore”. Ciò apparentemente implicava che l’argomento di cui non voleva discutere fosse il suo matrimonio con Ryan Adams, che lei e altre donne hanno accusato di abuso emotivo e cattiva condotta sessuale in un 2019. New York Times articolo.

Si è rifiutata di “alleviare pubblicamente quel trauma”, il che è particolarmente comprensibile dal momento che si è già aperta così tanto.

Mandy Moore ha parlato contro Ryan Adams

Nel 2019, Mandy Moore si è unita a diverse donne che si sono espresse contro Ryan Adams per un New York Times articolo. Lo hanno accusato di “[pursuing] sessualmente e in alcuni casi si vendicavano quando lo respingevano “, cosa che lui negava Una passeggiata da ricordare star ha detto al giornale: “La musica era un punto di controllo per lui”.

Hanno lavorato insieme sulla musica, ma Adams avrebbe detto a Moore che “non era una vera musicista” perché non “suonava uno strumento”. Ha affermato che il suo “comportamento di controllo” le ha impedito di fare rete per trovare un successo continuo nell’industria musicale. Tuttavia, l’avvocato di Adams ha affermato che le accuse di Moore erano “completamente incoerenti con la sua visione della relazione”.

Nonostante le sue esperienze con Adams, Moore era determinata a continuare a fare musica da sola, dichiarando: “Non lascerò che Ryan mi fermi”. E non lascerà nemmeno che si occupi delle sue interviste.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, puoi chiamare la National Sexual Assault Hotline al numero 1-800-656-HOPE (4673) o visitare RAINN.org per ulteriori risorse.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui