Prima che Pop Smoke morisse inaspettatamente, il rapper stava registrando nuova musica per il suo album di debutto, grazie al successo di brani come “Welcome to the Party” e “Dior”. Come i fan sapranno, il nativo di Brooklyn è morto nel febbraio 2020, dopo essere caduto vittima di una rapina a mano armata in una villa di Beverly Hills che aveva affittato.

Dopo la sua tragica morte, tuttavia, gli amici e i soci di Pop Smoke giurarono di mantenere viva la sua eredità pubblicando alcune delle canzoni che aveva registrato, sotto forma del suo primo album postumo, “Shoot For The Stars, Aim For The Moon”. 50 Cent ha lavorato al progetto come produttore esecutivo e lo ha fatto per amore. “Vedi, Pop Smoke, quello era uno dei miei preferiti”, ha detto 50 durante una sessione di Instagram Live. “Mi piaceva quel negro, amico. Giuro su Dio, mi piace quel negro”.

I fan hanno spesso fatto paragoni tra loro, con alcuni che hanno accusato il defunto rapper di aver copiato 50, cosa che il rapper ha negato con veemenza. “Questo non è copiare. Non ha mai copiato una fottuta cosa da me”, ha spiegato 50 Cent nello stesso video. “Lo ha appena guardato, ha visto cosa c’era di buono in esso. Lo ha influenzato, e stava facendo le sue cose con esso. … Mi sono innamorato del negro a quel punto.” Dopo l’uscita di “Shoot For The Stars, Aim For The Moon” nel 2020, il team di Pop ha pubblicato un secondo album postumo, intitolato “Faith” nel luglio 2021. Secondo l’amico del defunto rapper, tuttavia, “Faith” potrebbe essere il suo ultimo progetto in assoluto .

Il migliore amico di Pop Smoke suggerisce che non c’è più musica

Secondo il migliore amico di Pop Smoke, Mike Dee, è molto improbabile che ci sarà un altro album postumo. Durante un’intervista su Instagram Live del 16 agosto con la conduttrice radiofonica Kalisha Perera, Dee ha suggerito che potrebbe non esserci più musica con cui lavorare. Dee ha anche rivelato cosa avrebbe fatto diversamente se avesse deciso. “Sento che, invece di eliminare tutte e 30 le canzoni, avrei aspettato fino ad ora, fino al prossimo anno”, ha detto, riferendosi alla versione deluxe di 30 canzoni del secondo album postumo di Pop, “Faith”. Dee ha aggiunto: “In questo modo il suo nome rimarrà vivo invece di lasciarlo cadere tutto in una volta”.

Quando Perera gli ha chiesto se la versione deluxe includeva l’intero catalogo di Pop Smoke, Dee sembrava pensarla così. “Immagino che questo sia ciò che aveva lasciato nel caveau.” Naturalmente, i fedeli fan di Pop non hanno impiegato molto a condividere i loro pensieri sull’argomento. “quelle 30 canzoni POTREBBERO essere suddivise in album di sole 10 canzoni, quindi ogni 3 anni avremmo avuto un album”, ha scritto un fan nei commenti. Alcuni fan non sono nemmeno sorpresi dalla dichiarazione di Dee e pensano che il management di Pop dovrebbe lasciarlo riposare. “Bene, la sua etichetta deve smetterla di mungere la sua morte”, ha scritto qualcuno nei commenti. “Anche se avesse più musica… lascialo riposare”, ha detto un altro fan stufo.

E nonostante il suo successo commerciale, “Faith” ha ricevuto un contraccolpo da un numero ancora maggiore di fan e di alcuni collaboratori.

Il secondo album postumo di Pop Smoke è stato accolto con ancora più critiche

Il 16 luglio, il management di Pop Smoke ha pubblicato il suo secondo album postumo, “Faith”. Il progetto, che ha debuttato al numero 1 della classifica Billboard 200 Albums, includeva apparizioni di Chris Brown, Kanye West, Future, Pharrell Williams, Pusha-T, Rick Ross, Dua Lipa e molti altri. Tuttavia, nonostante il suo innegabile successo, alcuni fan del Pop hanno ritenuto che l’album fosse una delusione a causa di tutte le caratteristiche.

“Troppe funzionalità.. volevamo solo sentire l’uomo del fumo Pop”, un fan twittato. “Pop Smoke non avrebbe metà delle caratteristiche di quell’album se fosse ancora vivo per vederlo”, un altro sottolineato, condividendo una clip di Pop che spiega perché non gli piacevano le caratteristiche. Anche Mike Dee è rimasto deluso, aggiungendo che non era a conoscenza del progetto fino a quando non è caduto.

“Non ho avuto alcun coinvolgimento nel mio album dawgz non sapevo nemmeno che un album sarebbe uscito fino a quando non è stato trasmesso su questa merda internet sono arrabbiato per questo maledetto io so che non lo vorrebbe nemmeno così “, ha spiegato Dee tramite Instagram Story (per HotNewHipHop). Prima che “Faith” cadesse, 50 Cent ha anche suggerito che non sarebbe stato coinvolto. “[Pop Smoke’s manager] mi ha parlato del nuovo disco, e non sono sicuro che parteciperò con questo, quel disco”, ha detto in un’intervista a Kris Kaylin. “Volevo solo assicurarmi che il suo disco facesse quello che doveva .”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui