William Petersen è un attore noto soprattutto per il ruolo di Gil Grissom in “CSI: Crime Scene Investigation”. Secondo la sua pagina IMDb, Petersen ha fatto parte della serie – e dei suoi vari spin-off – per più di due decenni. Non solo ha recitato nella serie, ma ha anche lavorato come produttore in diversi episodi. Petersen ha filmato l’ultimo episodio di “CSI”, “CSI: Las Vegas”, e ha lavorato diligentemente con il resto del cast e della troupe per girare la prima stagione del nuovo spin-off; secondo Deadline, la serie sarà presentata in anteprima il 6 ottobre.

Il 22 agosto, TMZ ha riferito che Petersen è stato trasportato in ospedale in ambulanza dopo essersi sentito male sul set. Secondo il rapporto, Petersen stava girando “CSI: Las Vegas” quando “ha iniziato a sentirsi malissimo” e ha detto al regista che “aveva bisogno di una pausa”. Diversi media, incluso il Daily Mail, hanno riferito che Peterson aveva un “paura per la salute”. E mentre molti fan si chiedevano se soffrisse di una malattia come il COVID-19, ad esempio, il suo addetto stampa ha rilasciato una dichiarazione che rivela il vero motivo per cui Petersen è stato ricoverato in ospedale. Continua a leggere per scoprire la verità.

William Petersen è stato dimesso dall’ospedale

Per fortuna, William Petersen sta molto meglio dopo il suo ricovero in ospedale. Il suo addetto stampa ha detto alla rivista People che l’attore era “sfinito dalle lunghe ore sul set nelle ultime 12 settimane ed è stato portato in ospedale come misura precauzionale”. TMZ riferisce che Petersen è stato dimesso dall’ospedale e che sta riposando a casa. Non è chiaro quando ha intenzione di tornare sul set o se la produzione deve essere interrotta a causa della salute di Petersen.

Non è raro che le celebrità – attori o intrattenitori – soffrano di attacchi di esaurimento che travolgono il corpo. In effetti, secondo BBC Radio, ci sono state diverse star che hanno dovuto cancellare le apparizioni o cercare cure mediche, non diversamente da Petersen, quando l’esaurimento prende il sopravvento. Ad esempio, l’attrice di “Stranger Things” Millie Bobby Brown è stata costretta a cancellare un’apparizione nel 2017 perché era esausta, sottolinea BBC Radio. L’outlet ha anche condiviso una foto della cantante Rita Ora collegata a una flebo in un letto d’ospedale nel 2016 quando stava provando sentimenti simili a causa di “feste troppo dure in cima a un [grueling] orario di lavoro.”

Basti dire che Petersen non è molto solo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui