Il seguente articolo fa riferimento alla dipendenza e all’aggressione sessuale.

Jenna Jameson è una delle poche attrici di film per adulti ad essere diventata famosa per aver fatto sesso sullo schermo, solo per diventare ancora più famosa per non fare sesso sullo schermo. Nel processo, è anche riuscita a lanciare sia il porno che se stessa nel mainstream.

src=”https://live.primis.tech/live/liveView.php?s=109370″>

Per Jameson, il porno non era tanto un obiettivo quanto un mezzo per raggiungere un fine. “Quando avevo 17 anni, sapevo che sarei diventata una star”, ha detto una volta a Entertainment Weekly, “e che sarei diventata una star in un modo o nell’altro. Non si trattava di soldi. Volevo la fama. ” Questo è stato un obiettivo che ha raggiunto, con i film per adulti che sono serviti da veicolo verso la celebrità, mentre tirava fuori il difficile atto di equilibrio di lasciarsi alle spalle il suo passato porno.

Negli ultimi anni, Jameson si è posizionata sotto i riflettori a causa di una serie di fattori che non hanno nulla a che fare con il porno, che vanno dalla maternità alla sua dieta alla diagnosi di una grave condizione medica che colpisce una persona su 100.000. Sebbene Jenna Jameson faccia parte del panorama della cultura pop dagli anni ’90, c’è molto in lei che potrebbe non essere comunemente noto. Per saperne di più, continua a leggere e scopri la verità non raccontata su Jenna Jameson.

Jenna Jameson ha superato un’infanzia difficile

Jenna Jameson ha avuto un’infanzia difficile, con il suo mondo sconvolto quando aveva solo tre anni. Quello, ha raccontato The Age, è stato quando sua madre, una showgirl di Las Vegas, è morta di melanoma. La sua famiglia ha lottato finanziariamente dopo la morte di sua madre e, nel tentativo di mantenere se stesso e i suoi figli, suo padre ha finito per accettare un lavoro presso il dipartimento dello sceriffo di Las Vegas. Tuttavia, quel concerto ha portato loro solo più problemi. Secondo lo sbocco, suo padre ha iniziato “una crociata individuale contro la corruzione” che ha portato i mafiosi a cercare di rapire i suoi figli. Dopo l’incidente, la famiglia si è spostata molto e Jameson ha iniziato a usare droghe sia con suo fratello che con suo padre. Nella sua adolescenza, è stata aggredita sessualmente due volte, una volta da quattro ragazzi adolescenti che l’hanno picchiata fino a farla perdere i sensi e “l’hanno lasciata morta”.

“Sono successe molte cose che avrebbero spezzato chiunque altro”, ha detto Jameson della sua educazione in The Sydney Morning Herald. “Sono stato in grado di sopravvivere. Questo è tutto ciò che conta davvero.”

Alla domanda di Anderson Cooper della CNN se il suo passato doloroso abbia contribuito alla sua scelta di carriera, ha detto: “È qualcosa a cui ho pensato molto, e non posso davvero dire con certezza se questo è il motivo per cui ho ottenuto nel settore degli adulti”.

Se tu o qualcuno che conosci è stato vittima di violenza sessuale, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della rete nazionale di stupri, abusi e incesto oppure contatta la National Helpline di RAINN al numero 1-800-656-HOPE (4673).

La sua fulminea ascesa nell’intrattenimento per adulti

Quando era ancora al liceo, Jenna Jameson era così determinata ad ottenere un lavoro come ballerino in uno strip club che è diventata un’ortodontista amatoriale. Come ha ricordato in “E! True Hollywood Story”, ha prontamente ottenuto il concerto dopo aver tolto l’apparecchio dai denti usando una serie di pinze. Presto stava guadagnando $ 2.000 a notte.

Cambiando il suo cognome da Massoli a Jameson (come ha condiviso su “THS”, ha visto il cognome in una rubrica e si è bloccato), è partita per la California. Nella primavera del 1993, ha girato il suo primo film X-rated. Con ciò, la sua carriera ha preso il volo. Come ha raccontato Forbes, ha presto firmato un contratto che le garantiva “$ 6.000 al mese per recitare in otto-dieci lungometraggi all’anno”. Ha quindi lanciato la sua società multimediale ClubJenna, che al suo apice ha guadagnato decine di milioni ogni anno. Quel successo, ha notato Biography, ha portato a un’esposizione oltre il mondo del porno, incluso apparire nella commedia animata “I Griffin”, prestando la sua voce ai videogiochi “Grand Theft Auto: Vice City” e “Tony Hawk’s Pro Skater 4” e apparendo nel video musicale di Eminem per “Without Me”.

Come ha detto Jameson alla conduttrice della CNN Anderson Cooper nel 2004, era orgogliosa di essere una delle migliori star in “un’industria da miliardi di dollari”. A quel punto, sosteneva, la pornografia era diventata più mainstream che mai. “Quindi tutti guardano il porno”, ha detto Jameson a Cooper. “È solo un dato di fatto.”

Ha discusso di attivisti anti-porno e ha vinto

Jenna Jameson è stata invitata all’Università britannica di Oxford nel 2001 per confrontarsi con un gruppo di attivisti anti-porno. Come sottolineato da un profilo su Paper Magazine, Jameson è stato dichiarato vincitore.

Ripensando all’esperienza, ha detto a Esquire, non era esattamente piena di fiducia quando inizialmente le è stata presentata l’offerta di discutere. “Come farò? Ho a malapena un diploma. Come discuto contro i professori?” ricordava di aver pensato. All’inizio della partita, ha potuto vedere che “molte persone tra il pubblico erano contro di me”. Tuttavia, mentre parlava, si rese conto che la sua “passione” che aveva mentre litigava ha conquistato molte persone tra la folla. Quando un dibattito a Oxford si conclude, è tradizione che il pubblico voti per i risultati uscendo da una delle due porte, una per il lato pro, l’altra per il truffatore. “Rimasi lì a guardare quasi tutti passare attraverso la porta professionale”, ha ricordato. “È stato bellissimo.”

Nel 2015, The Mirror ha riferito che l’appartenenza onoraria di Jameson alla Junior Common Room (JCR) di Oxford è stata revocata. Secondo la mozione del JCR, approvata con un voto di 26-22, l’appartenenza a Jameson “si riflette male su di noi come corpo studentesco”, dichiarando che “non siamo nel business della promozione di un settore che è spesso (se non sempre) umiliante alle donne, che propaga l’idea del corpo femminile come oggetto sessuale.”

Ha cosparso il suo libro di memorie di successo con consigli sul sesso

Jenna Jameson ha aperto la sua vita come mai prima d’ora con l’uscita del suo candido libro di memorie “Come fare l’amore come una porno star”, sottotitolato “A WARNINGary Tale”. Come suggerisce il nome del libro, Jameson ha fatto affidamento sulla sua esperienza di star del cinema per adulti per condividere consigli sul sesso, raccontando anche la storia della sua vita. Scritto insieme a Neil Strauss, il libro di Jameson includeva il suo vanto di essere “la persona più scaricata online”, secondo il New York Times.

Come The Guardian ha sottolineato nella loro recensione, la storia della vita di Jameson – a quel punto, comunque, considerando che aveva solo 30 anni quando è uscito il libro – è stata complicata. Anche così, l’outlet ha concluso, “La storia di Jenna Jameson ha un lieto fine, ma non uno che i moralisti saranno in grado di digerire. Ha avuto il suo lieto fine a causa del porno, nonostante ciò”. Senza la celebrità che ha raggiunto nei film X-rated, ha teorizzato l’outlet, Jameson non sarebbe mai diventata la celebrità che è stata, rimanendo invece “la ragazza di un motociclista di Las Vegas contenta di sballarsi, forse ancora spogliandosi in un’immersione locale e non andando da nessuna parte .”

Il libro si è rivelato un enorme successo. Come riportato da Reuters (tramite Today), il tomo di Jameson ha trascorso diversi mesi nell’elenco dei bestseller del New York Times. Questo, ha detto a Reuters, era perché i lettori erano curiosi di conoscere la persona dietro il sesso esplicito sullo schermo, perché “ci sono più sfaccettature in me oltre ad allargare le gambe”.

Jenna Jameson è diventata una habitué di Howard Stern

Se c’è una singola persona che potrebbe rivendicare la responsabilità di aver portato Jenna Jameson dai margini del porno a un pubblico mainstream, è Howard Stern. Mentre Stern è noto in questi giorni per le sue interviste alle celebrità, durante gli anni ’90 aveva una meritata reputazione di re del ranch radiofonico e accoglieva spesso le pornostar nel suo programma radiofonico estremamente popolare. Jameson è entrata nel programma, ha notato “E! True Hollywood Story”, quando ha inviato alcune foto a Stern e ha ricevuto un invito per la prima di quelle che sarebbero state molte apparizioni, e poi un ruolo nel film autobiografico di Stern “Private Parts”.

Come ha sottolineato il Wall Street Journal, è stata tutta quell’esposizione nello show di Stern che “l’ha aiutata a sviluppare il tipo di celebrità che l’ha resa un appuntamento fisso nel circuito dei party di Hollywood di serie A”. Il suo ruolo rivoluzionario in “Private Parts”, tuttavia, era qualcosa che Jameson doveva guadagnare. Secondo una storia del New York Daily News, era una delle circa 25 donne a fare un provino per il ruolo di Mandy nel film, una parte che richiedeva non solo “una nudità totale”, ma anche “sette battute di dialogo. ”

Discutendo del suo ruolo in “Private Parts” con Film Threat, la Jameson ha ricordato che era “una scena divertente… Howard continuava a voler fare delle ripetizioni… Ci siamo divertiti moltissimo, sono semplicemente saltato sul set nudo e gli PA continuavano a volerlo per darmi una vestaglia, penso che fossero più scomodi di me!”

Un annuncio scioccante di pensionamento

Il regno di Jenna Jameson come regina del porno si è concluso nel 2008. Mentre accettava un premio agli AVN Awards, alias gli Oscar del malumore, Jameson ha fatto riferimento all ‘”anno pazzo” che aveva vissuto e a tutto l’intenso controllo dei tabloid su quella follia. Durante il suo discorso, si è rivolta a un rapporto di Us Weekly nel momento in cui stava pianificando di ritirarsi dalla linea di lavoro che l’ha resa una star – e ha confermato che era vero. “L’onestà è fondamentale”, ha detto Jameson al pubblico. “Non aprirò mai più le gambe in questo settore, mai più, mai!”

Jameson ha successivamente dato alla luce due figli gemelli Jesse e Journey, generati dalla star di Ultimate Fighting Championship Tito Ortiz, e in un’intervista del 2010 con W Magazine ha rivelato che la maternità ha guidato la sua decisione di uscire dal porno. “Nel momento in cui ho deciso di avere figli, ho smesso”, ha detto. “Non farò nemmeno una cover Maxim.”

Jameson ha continuato a sostenere di aver chiuso definitivamente con il porno in un’intervista a “Oprah: Where Are They Now?” “Ho avuto molte persone che mi hanno interrogato, dicendo: ‘Perché non sei tornato? Sarebbe facile per te guadagnare milioni di dollari da una o due scene”, ha detto Jameson. “Ad essere onesto, ho fatto una promessa ai miei figli quando erano nella mia pancia, che non c’è modo che io possa mai, mai, mai tornare indietro”.

Perché è tornata al porno nel 2013

Nonostante le sue assicurazioni che aveva finito con il porno, il ritiro di Jenna Jameson dall’industria dell’intrattenimento per adulti non si è rivelato permanente come aveva promesso. Nel 2013, ha ributtato il cappello sul ring, anche se non era esattamente lo stesso modo in cui aveva partecipato in passato. Come riportato da TMZ, Jameson aveva iniziato a fare spettacoli in webcam, “spogliandosi e facendo atti sessuali online in cambio di suggerimenti”.

Ironia della sorte, la stessa cosa che l’ha portata a lasciare il porno è stata dietro la sua decisione di rientrare nel business: i suoi figli. “La mia motivazione è prendermi cura della mia famiglia”, ha detto della sua decisione di fare porno in webcam. Negli anni successivi al suo ritiro, ha osservato il New York Daily News, la Jameson si era separata dal padre dei suoi gemelli, Tito Ortiz, ed era nel mezzo di una costosa battaglia per l’affidamento. Nel frattempo, il denaro era diventato stretto; come ha notato una precedente storia di TMZ, la sua villa di Los Angeles è stata pignorata ed è stata venduta all’asta dopo essere rimasta indietro di oltre $ 50.000 con i pagamenti del mutuo.

Come riportato dalla CNBC nel 2014, Jameson ha continuato a ospitare gli XBiz Awards erotici di quell’anno, descritti come uno dei “grandi eventi” dell’industria cinematografica per adulti e aveva anche collaborato con un produttore di giocattoli sessuali per un “prodotto a marchio Jameson”. Come ha detto il presidente di XBiz Alec Helmy, “Penso che sarebbe sicuro assumere quella decisione[s] sono decisioni aziendali piuttosto che decisioni personali”.

Il viaggio verso la sobrietà di Jenna Jameson

Nel 2012, TMZ è stata la prima a riferire che Jenna Jameson è stata arrestata per guida in stato di ebbrezza. Secondo l’outlet – che ha pubblicato la sua foto segnaletica – ha attirato l’attenzione della polizia quando si è schiantata contro un palo. Dopo aver fallito un test di sobrietà sul campo, è stata arrestata “con l’accusa di reato minore di DUI”. Pochi mesi dopo, TMZ ha riferito di aver presentato una dichiarazione di colpevolezza ed aver evitato il carcere, invece è stata condannata a tre anni di libertà vigilata, che includeva la frequenza obbligatoria di un programma di educazione all’alcol della durata di tre mesi e un programma Mothers Against Drunk Driving.

Per Jameson, il suo arresto per DUI è stato lo slancio per tornare sobrio una volta per tutte. Jameson era così serio riguardo alla sobrietà che nel 2015 ha lanciato un nuovo account Instagram intitolato Sober Girls Rule, un gruppo di supporto online in cui le donne potevano condividere le loro storie e sollevarsi a vicenda.

Nel 2019 ha commemorato quattro anni di sobrietà con un sincero post su Instagram. “Ci riprendiamo. Superiamo. Ricostruiamo”, ha scritto. “Ma non dimentichiamo mai.” Ha continuato lamentando lo stigma che aleggia sulle persone che vivono con la dipendenza prima di aggiungere: “Sono pubblica sulla mia lotta e sull’eventuale guarigione per aiutare gli altri, ma tutti possiamo essere la luce per qualcuno”. Due anni dopo, ha segnato l’anniversario con un post breve ma efficace: “6 anni. #wedorecover #sobriety #sobrio”.

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

Si convertì al giudaismo per amore

Dopo l’implosione della sua relazione di sei anni con Tito Ortiz, Jenna Jameson ha incontrato Lior Bitton, un commerciante di diamanti. Come ha rivelato in un post su Instagram, si sono incontrati quando erano vicini di casa, “e i nostri balconi erano uno di fronte all’altro. Ci vedevamo tutto il giorno ma non parlavamo mai”. I vicini senza parlare continuarono così per un anno, finché Jameson alla fine ruppe il silenzio e lo invitò a cena da lei. “Deve aver apprezzato la mia cucina perché non se ne è mai andato”, ha scherzato.

Nel 2015, Bitton ha annunciato tramite Instagram che si erano fidanzati. Più o meno nello stesso periodo, ha riferito E! News, Jameson iniziò il processo per convertirsi al giudaismo prima che si sposassero e avesse iniziato a studiare l’ebraico. Nello stesso anno, Bitton ha rivelato che la conversione della sua fidanzata e i preparativi per il matrimonio erano stati documentati per un reality show. “È un po’ stressante perché non sono abituato a stare davanti alle telecamere”, ha detto Bitton dell’esperienza. “Ma posso assicurarti che non ci sarà alcun ‘contenuto per adulti’ nello show. Non ci andrò.”

Sebbene quel reality show apparentemente non sia stato ripreso da nessun canale televisivo o servizio di streaming, parte del filmato girato sembra sia arrivato a “Just Jenna”, descritto da IMDb come “un cortometraggio drammatico che esplora la conversione di Jenna Jameson al giudaismo e la vita dopo porno.”

Il motivo per cui ha lasciato Twitter

Sebbene Jenna Jameson mantenga un ampio seguito su Instagram, ha interrotto la sua relazione con Twitter diversi anni fa. Come riportato da People, nel gennaio 2019 ha pubblicato il suo penultimo tweet prima di cancellare il suo account. “Va bene, mi sto prendendo una pausa indefinita da Twitter”, ha scritto. “È quasi impossibile avere conversazioni normali senza che centinaia di persone mi attacchino per il passato che non posso cambiare”.

Ha aggiunto un po’ più di contesto in un secondo tweet, l’ultimo prima di uscire dalla piattaforma dei social media. In quel tweet successivo, ha fatto riferimento alla sua recente decisione di convertirsi al giudaismo per sposare il fidanzato Lior Bitton. “Voglio chiarire perché me ne vado”, ha scritto Jameson. “La mia sobrietà e fede sono le cose più importanti per me. Vengo attaccato per la mia fede. Essendo ebreo. Devo proteggere il mio amore per Do sopra ogni cosa, la mia sobrietà e forza derivano da lui e dalla sua grazia”.

Jameson è tornata su Twitter nello stesso anno, con Jezebel che ha riferito di alcuni tweet controversi che ha pubblicato sull’opposizione alle vaccinazioni e una strana teoria del complotto sul “condizionamento sociale”. A gennaio 2022, l’account Twitter di Jameson era inattivo.

Jenna Jameson è diventata una sostenitrice dell’allattamento al seno

Jenna Jameson e il fidanzato Lior Bitton hanno accolto il loro primo figlio insieme nel 2017, presentando la figlia Batel Lu in un post su Instagram. Pochi mesi dopo la nascita di sua figlia, nel giugno 2017 Jameson ha condiviso su Instagram una foto in cui Batel Lu sta allattando. Invece di una didascalia, Jameson ha semplicemente lasciato un hashtag, #NormalizeBreastfeeding. Pochi giorni dopo, ha pubblicato una foto simile, con lo stesso hashtag.

Più di un anno dopo, Jameson stava ancora allattando sua figlia e continuava a postare sull’allattamento al seno su Instagram. Oltre a una foto che ha condiviso nell’ottobre 2018, ha scritto: “18 mesi allattando questo angioletto. Non riesco a descrivere l’incredibile legame che l’allattamento al seno crea a lungo termine. È un lavoro duro, dispendioso in termini di tempo e talvolta frustrante… ma non lo farei cambia un secondo”.

Mentre le opinioni variano su quanto tempo una madre dovrebbe continuare ad allattare un bambino, Jameson ha dimostrato di esserci stata a lungo quando, nell’aprile 2019, ha condiviso un’altra istantanea dell’allattamento al seno su Instagram. “Più di 2 anni senza una fine in vista”, ha scritto nella didascalia. Ha pubblicato un’altra foto a giugno 2019, dichiarando che ora erano “26 mesi che allattavano questa piccola signora”. Anche se i “secondi molari” del bambino stavano arrivando, Jameson ha confermato che Batel Lu era “sul seno senza sosta”.

Quando Jenna Jameson è diventata cheto

Come molte donne, Jenna Jameson ha guadagnato peso durante la gravidanza con la figlia Batel Lu. Dopo il parto, ha iniziato a seguire una dieta chetogenica, descritta da MSN come un “programma dietetico a basso contenuto di carboidrati” in cui gli aderenti mangiano molti grassi e una “moderata quantità di proteine”. Come ha condiviso su Instagram nel 2018, ha anche incorporato il digiuno intermittente nel suo programma dietetico.

Dopo aver intrapreso una rigorosa dieta chetogenica, Jameson ha iniziato a postare selfie, che ha diviso con le foto di se stessa dopo il parto per dimostrare i drammatici effetti prima e dopo del cheto. In un post, ha condiviso un’istantanea di se stessa un mese dopo il parto (una foto che in precedenza si era ripromessa che nessuno avrebbe mai visto), insieme a un’altra in cui ritraeva la sua snellezza circa un anno e mezzo dopo. Pochi mesi dopo, ha condiviso un’altra serie di foto prima e dopo, rivelando di aver raggiunto il suo obiettivo di perdere 80 libbre, oltre a descrivere in dettaglio cosa ha mangiato in una giornata tipo. Grazie a questi e ad altri post, ha riferito Vox, Jameson è diventato un appuntamento fisso sul sito web di Women’s Health; infatti, ha osservato Vox, tra luglio 2018 e febbraio 2019, il sito ha pubblicato circa 50 storie sull’esperienza di Jameson con il cheto.

Nell’aprile 2020, Jameson ha condiviso con i suoi follower di IG che la chiusura della pandemia è stata “disastrosa” per la sua dieta ed era “super pronta a tornare a un regime sano”.

La sua carriera nel porno ha generato un patrimonio netto impressionante

Jenna Jameson ha fatto molti soldi nel corso degli anni e, a quanto pare, ha speso anche molto. Mentre le sue fortune sono diminuite considerevolmente nella parte centrale degli anni 2010, quando la sua casa è stata venduta all’asta di preclusione, da allora si è ripresa.

Secondo Celebrity Net Worth, Jameson vale 5 milioni di dollari. Anche se è una rispettabile somma di denaro su cui sedersi, è un grosso cambiamento rispetto al tipo di denaro che stava rastrellando durante il suo periodo di massimo splendore da pornostar. Secondo un articolo del 2005 su Forbes, la società multimediale ClubJenna di Jameson avrebbe dovuto realizzare un fatturato di 30 milioni di dollari solo per quell’anno, un aumento del 30% rispetto all’anno precedente. Nel 2006, secondo HuffPost, Jameson ha venduto ClubJenna a Playboy. Sebbene i termini dell’accordo non siano stati divulgati, la vendita includeva “l’attività di produzione cinematografica di ClubJenna, una videoteca, una rete di siti Web e un patto di distribuzione al dettaglio di DVD”.

Per quanto riguarda la destinazione di tutti quei soldi, l’ex Tito Ortiz di Jameson ha fatto un’affermazione scioccante in un’intervista del 2019 con DJ Vlad. Ha affermato che Jameson era diventato dipendente da OxyContin e aveva sperperato la sua fortuna. “Stava perdendo tutto”, ha detto Ortiz. “Ha fatto esplodere $ 8 milioni in un periodo di quattro anni. Ne sono rimasto sbalordito. … Le ho detto che un giorno non avrai soldi”.

Se tu o qualcuno che conosci sta lottando con problemi di dipendenza, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web dell’amministrazione per l’abuso di sostanze e i servizi di salute mentale o contattare la National Helpline di SAMHSA al numero 1-800-662-HELP (4357).

A Jenna Jameson è stata diagnosticata una malattia rara

Jenna Jameson ha fatto notizia all’inizio del 2022 quando ha rivelato che i suoi medici credevano di essere stata colpita dalla sindrome di Guillain-Barré, una rara malattia autoimmune che provoca “debolezza muscolare e talvolta paralisi”; i sintomi sono generalmente temporanei e durano da poche settimane a pochi anni. Il partner di Jameson, Lior Bitton, ha condiviso per la prima volta la notizia della sua diagnosi su Instagram l’8 gennaio. Come ha spiegato, Jameson aveva vomitato per due settimane prima di accettare finalmente di andare in ospedale. Quando è stata mandata a casa, Jameson ha avuto difficoltà a spostarsi e alla fine “non era affatto in grado di camminare”.

La stessa Jameson ha successivamente offerto un aggiornamento sulle sue condizioni, scrivendo su Instagram che i suoi medici sospettavano di Guillain-Barré e la stavano curando di conseguenza. Ha anche confermato che i suoi sintomi non sono stati causati dal vaccino COVID-19, perché non era stata vaccinata. “Non ho ricevuto il jab o qualsiasi altro jab”, ha scritto. “Questa NON è una reazione al jab.”

Il 12 gennaio 2022, Bitton ha condiviso che Jameson “non stava andando così bene” e sarebbe stato sottoposto a “molti test neurologici” per “assicurarsi che fosse la sindrome di Guillain-Barré”. Ha continuato: “Era una specie di conferma, ma dopo il trattamento … ci hanno ripensato”. Ha anche ringraziato i seguaci di Jameson per il loro supporto e gli auguri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui