Lucy Hale lavora a Hollywood da quando era un’adolescente e la sua stella ha continuato a crescere solo con il passare degli anni. Hale ha iniziato la sua carriera nei reality quando era una giovane adolescente, ma è diventata famosa in tutto il mondo dopo essere stata scelta per lo show Freeform di successo “Pretty Little Liars” nel 2010. Da quando “PLL” è terminato, Hale è stata protagonista di molte altre serie, tra cui ” Life Sentence” e “Katy Keene” ed è apparso nella miniserie AMC “Ragdoll”. Si è affermata anche sul grande schermo, con ruoli in film grandi – come “Scream 4” – e piccoli, come “Dude” e “The Hating Game”.

Il suo IMDb elenca ancora più progetti imminenti, quindi la recitazione sembra essere l’obiettivo attuale di Hale, ma ha anche avuto una carriera secondaria nella musica. Ha pubblicato un disco da solista nel 2014 ed è stata inclusa in molti album di colonne sonore, tra cui “A Cinderella Story: Once Upon a Song” e “We Love Disney”. Hale è anche una beniamina dei social media, con un enorme seguito su Instagram (24,5 milioni di follower e oltre) e uno considerevole su Twitter, dove pubblica raramente. Sebbene mantenga un profilo molto più basso rispetto ad alcuni dei suoi coetanei famosi, Hale ha condotto una vita affascinante, come vedrai presto.

La musica è stato il suo primo amore

Chiunque abbia visto la sfortunata unica stagione di “American Juniors” probabilmente ricorda Lucy Hale dello show. In effetti, i doni musicali di Hale le hanno fatto guadagnare un posto nella Top 5, il che significa che è diventata parte del gruppo di cantanti formato dallo spettacolo. Il gruppo – chiamato anche American Juniors – ha realizzato un solo album prima di separarsi, ma i sogni musicali di Hale non sono finiti qui. Aveva 13 anni quando ha fatto l’audizione per lo spettacolo e aveva grandi sogni di celebrità quando si è recata a Los Angeles dalla sua nativa Memphis, nel Tennessee. “Ricordo vividamente di essere scesa dall’aereo e di aver pensato: ‘Vivrò qui un giorno e realizzerò tutti i miei sogni'”, ha detto ad Haute Living. “Ero deciso”.

Hale si esibiva in tenera età, anche quando si limitava a cantare le canzoni delle Spice Girls nella casa di famiglia. “Mia madre dice che sono sempre stato un mercante di riflettori”, ha detto Hale a USA Today. “Ho sempre voluto essere al centro dell’attenzione, quindi avrei spinto mia sorella da parte”. L’istinto di mettere in evidenza le sue abilità le è servito bene e Hale è stata in grado di mostrare il suo talento canoro in molti dei suoi ruoli recitativi, incluso in “Pretty Little Liars”. Questo, ovviamente, oltre ai suoi sforzi musicali che sono avvenuti al di fuori della sua recitazione, anche se apparire sullo schermo è stato sicuramente un obiettivo più importante per la star.

Ha studiato a casa e si è trasferita a Los Angeles da giovane

Lucy Hale è nata e cresciuta a Memphis, nel Tennessee, ma ha capito presto che non poteva realizzare tutti i suoi sogni lì (secondo la rivista W). All’età di 15 anni, dopo lo scioglimento degli American Juniors, lei e sua madre si sono trasferite dalla costa meridionale alla costa occidentale, atterrando a Los Angeles con la speranza di diventare una superstar. “La transizione è stata importante”, ha detto una volta a College Magazine. “A Los Angeles, tutti sono super orientati alla carriera e Memphis è molto più rilassata e orientata alla famiglia. Tutti escono e vanno in chiesa la domenica, ma Los Angeles è totalmente diversa”. Tuttavia, Hale ha detto a Elle: “LA sarà sempre la mia casa. Mi sono sempre sentito come la pecora nera della mia famiglia e sento che questo è più il posto a cui appartengo”.

Poiché Hale era coinvolta nelle arti, non ha mai frequentato un liceo tradizionale, il che le rendeva più facili gli spostamenti. “Non sono mai andata o non ho mai messo piede in una vera scuola superiore”, ha detto in un’intervista a Glamour. “Ho sacrificato un sacco di cose come quella che chiami ‘crescita normale’, qualunque cosa sia perché sono cresciuto molto velocemente, ho iniziato a lavorare a 16 anni, a mantenermi a 17, a vivere da solo a 18. Tutto era semplicemente gentile di veloce.” Non molto tempo dopo il suo arrivo a Los Angeles, Hale iniziò a prenotare concerti di recitazione, comprese piccole parti in spettacoli come “The OC” e “Drake & Josh”, oltre a un ruolo principale nello spettacolo di breve durata “Bionic Woman”.

Lucy Hale non aveva bisogno di fare un provino per Pretty Little Liars

“Pretty Little Liars” è stato senza dubbio il suo concerto di successo, ma Lucy Hale ha iniziato a farsi notare per la prima volta dopo essere apparsa nello show della CW “Privileged”. Anche se lo spettacolo è stato cancellato dopo una sola stagione, in realtà è stato abbastanza buono e ha mostrato Hale come attore principale. Secondo la showrunner di “Pretty Little Liars”, Marlene King, ha anche creato una discreta richiesta per la giovane star. “Lucy non ha fatto il provino”, ha detto King in un’intervista a Variety. “Stava uscendo da ‘Privileged’ e tutti volevano fare uno show televisivo con lei. Ho preso un caffè con lei… e lei aveva letto la sceneggiatura e l’ha adorato”.

È interessante notare che King ha detto a Variety che Hale si è vista per la prima volta come il personaggio di Hanna, un ruolo che alla fine sarebbe andato ad Ashley Benson. Dopo alcune letture con altri attori, Hale ha convenuto che si adattava meglio ad Aria, e il resto è storia. C’è stato, tuttavia, un momento in cui Hale ha quasi abbandonato lo spettacolo a favore di un’altra opportunità. “Mi è stato offerto un altro pilota, ma il mio istinto continuava a dirmi di andare verso Pretty Little Liars”, ha detto a Cosmopolitan. “C’era qualcosa in quel nome che continuava a risuonare nella mia testa e sapevo che probabilmente era la decisione giusta da prendere”. Hale è apparso come Aria Montgomery in tutte e sette le stagioni di “Pretty Little Liars”, che ha prodotto un totale di 160 episodi. Ha ottenuto l’attenzione di tutto il mondo per il ruolo e ha vinto un People’s Choice Award, sette Teen Choice Awards e un Gracie Allen Award.

La star ha registrato un album country all’età di 25 anni

Dopo aver iniziato la sua carriera professionale con “American Juniors”, la carriera musicale di Lucy Hale sembrava svanire rapidamente come era iniziata. Il gruppo di ragazzi ha pubblicato un solo album in studio (era omonimo), anche se lo spettacolo stesso ha anche pubblicato un album della colonna sonora con tutti e 10 i finalisti, chiamato “Kids in America”. Dato come la sua carriera di attrice è decollata negli anni seguenti, Hale avrebbe potuto facilmente abbandonare i suoi obiettivi musicali. Invece, ha usato la sua stella nascente per segnare un contratto discografico con la Hollywood Records, che ha portato al suo album del 2014 “Road Between”. Sebbene abbia avuto canzoni in album di colonne sonore, questo rimane l’unico album da solista di Hale fino ad oggi.

“Road Between” era un album country, che attingeva alle radici meridionali di Hale e al suo profondo amore per il genere. Ha detto che da bambina ascoltava quasi esclusivamente musica country e Disney e che da piccola idolatrava Martina McBride. L’album le ha effettivamente permesso di incontrare il suo idolo, anche se non è andato come previsto. “Prima di tutto, abbiamo la stessa altezza – 5 piedi-2 – il che è molto bello”, ha detto Hale a USA Today. “Ma non credo di averle detto una parola, perché non sapevo cosa dire.” Hale non ha pubblicato alcun singolo dal 2014, ma ha registrato musica solo nel 2020, quando è apparsa in due colonne sonore, entrambe derivanti dal suo programma televisivo “Katy Keene”.

Ha sentito molte pressioni di bellezza durante Pretty Little Liars

C’è molta pressione per essere bella a Hollywood su tutta la linea, ma essere una giovane donna e recitare in uno spettacolo con la parola “bella” nel titolo non aiuta di certo quella pressione. Per Lucy Hale, lo spettacolo ha davvero esacerbato problemi che erano già presenti per gran parte della sua prima infanzia. “Avevo poco più di vent’anni, tarda adolescenza, oh mio Dio, ero così dura con me stessa. Il modo in cui apparivo, quanto pesavo, il cibo che stavo mangiando, la mia pelle, qualsiasi cosa”, ha detto a InStyle nel 2020. ” E penso che sia normale. Ma è bello avere un’età in cui sto accettando il corpo in cui mi trovo, e sto accettando me stesso, e mi amo, sai?”

Hale è stata aperta sulle sue due più grandi lotte di bellezza durante questo periodo di tempo: la sua pelle e l’immagine del suo corpo. Nel 2012, ha detto alla rivista Cosmopolitan che a volte trascorreva più giorni senza mangiare nulla di sostanza (come riportato dalla rivista People). La sua lotta con l’anoressia si è verificata durante un periodo di tempo in cui ha anche lottato con l’acne. “C’erano delle lacrime”, ha detto Hale a Glamour nel 2022. “Ricordo vividamente che un giorno stavamo girando Pretty Little Liars – e lo spettacolo si chiamava Pretty Little Liars, quindi volevano che apparissimo in un certo modo – dovevamo illuminare in modo speciale la mia pelle per riflettere in un modo diverso in modo da non vedere la mia acne. Ricordo di essere stato così imbarazzato e mortificato. “

Se stai lottando con un disturbo alimentare o conosci qualcuno che lo è, l’aiuto è disponibile. Visitare il Sito web della National Eating Disorders Association oppure contatta la Live Helpline di NEDA al numero 1-800-931-2237. Puoi anche ricevere assistenza in caso di crisi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 via SMS (inviare NEDA al numero 741-741).

Lucy Hale ha lottato quando Pretty Little Liars è finita

“Pretty Little Liars” è iniziato nel 2010 ed è andato in onda nel 2017, quando Lucy Hale aveva 28 anni. Ha descritto il periodo immediatamente successivo alla fine dello spettacolo come un periodo difficile per lei, sia in termini di pressione per mantenere il suo successo come così come la sfida di capire chi è quando non lavora. In un’intervista del 2021 con People, ha parlato di quel periodo in modo franco e onesto. “Lo spettacolo ha cambiato le nostre vite dall’oggi al domani. Eravamo così giovani, così occupati e oberati di lavoro. Ma tu sei su questa montagna e pensi, ‘È tutto così fantastico! La gente ci ama!'”, Ha detto nell’intervista . “Quando esci da quello, sei tipo, ‘Non è normale.’ Dopo la fine dello spettacolo, è stato un periodo buio della mia vita”.

Hale si è presa un po’ di tempo per ritrovare se stessa dopo la conclusione di “Pretty Little Liars”, anche se è tornata sugli schermi TV nel 2018. Tuttavia, il periodo successivo a “PLL” è stato teso e Hale ha dovuto pensare a come avrebbe potuto vivere un pubblico vita senza soccombere a tutte le pressioni che sentiva. “È stato davvero divertente, ma [taxing] per trovare un’identità al di fuori della mia personalità pubblica. Per un po’ è quello che pensavo di essere”, ha detto in un’intervista ad Haute Living. “Pensavo di dover essere all’altezza di certe aspettative, di chi la gente si aspettava che fossi. È stato miserabile cercare di stare al passo con questo e mantenere un’immagine perfetta”.

Ha scelto Life Sentence a causa di quanto fosse diverso da PLL

“Pretty Little Liars” è stato un punto di svolta per Lucy Hale, ma pochi attori vogliono uscire da una serie televisiva di sette stagioni e interpretare un ruolo troppo simile al loro precedente. Per Hale, i progetti successivi includevano un periodo come ospite in “The Unicorn” e due film, “Truth or Dare” e “Dude”. In seguito, ha deciso di tornare in televisione come una serie regolare, ma ha scelto uno spettacolo con un tono molto diverso da “Pretty Little Liars”. “Life Sentence” era un dramma comico, molto lontano dal misterioso, oscuro e misterioso “PLL”. “È stato bello fare qualcosa di completamente diverso da quello che avevo fatto negli ultimi due anni”, ha detto a Collider.

Un altro fascino di “Life Sentence” è stato il modo in cui il personaggio di Hale, Stella Abbott, fosse diverso da Aria Montgomery, il suo ruolo di “Pretty Little Liars”. Nello spettacolo, Stella ha vissuto la sua vita in modo sconsiderato perché credeva di avere un cancro terminale. Quando scopre che il suo cancro è miracolosamente entrato in remissione, deve riadattare tutto. “Voglio dire [playing Stella] era strategica perché era l’opposto di Aria e volevo che le persone mi vedessero sotto una luce diversa. Alla fine è stata la decisione migliore che avrei potuto prendere per me stessa”, ha detto Hale a Haute Living. E a differenza di “Pretty Little Liars”, che era un ensemble, “Life Sentence” è stata un’opportunità per Hale di essere il protagonista di una serie, che ha detto a W. La rivista è stata sia eccitante che snervante.

La routine mattutina specifica dell’attore

Molte persone di successo sono creature abitudinarie. Ad esempio, Mark Zuckerberg indossa lo stesso vestito, più o meno, ogni giorno, e Jack Dorsey di Twitter inizia ogni giornata con la meditazione e un bagno di ghiaccio (secondo Daily Mail). Ma non sono solo le menti della tecnologia a giurare sulla routine: anche molti attori amano la coerenza. Prendi Julianne Moore, che era solita mantenere una routine mattutina che imponeva rigorosamente di lasciare la sua casa a un’ora prestabilita e di seguire un percorso specifico per assicurarsi che rimanesse fortunata. Lucy Hale è un’altra celebrità che vive di una routine mattutina costante, anche se sembra essere più rilassata di Dorsey o Moore. Tuttavia, dato che ne ha discusso in più interviste, gioca chiaramente un ruolo importante nella sua vita.

“Non importa dove mi trovo nel mondo, o a che ora devo alzarmi per lavoro, mi sveglio sempre un’ora prima perché devo iniziare la mia mattinata lentamente”, ha detto Hale ad Awkwafina in una conversazione pubblicata su Interview . “Devo prepararmi il caffè, scrivere il diario e stare seduto lì, altrimenti la mia intera giornata viene buttata via”. In un’intervista con Byrdie, Hale ha ampliato la sua spiegazione chiarendo che il suo diario era incentrato sulla gratitudine, cosa che, secondo lei, dà un tono positivo alla sua giornata. Ha anche detto a Byrdie che fa spesso escursioni nelle ore mattutine. E ha detto a People che guardare l’alba con i suoi cani è diventato un’abitudine.

È una grande casalinga e ama il tempo da sola

Non è solo nelle ore mattutine che Lucy Hale ama uscire in pace – l’attore ha detto che le piace molto stare a casa e che è molto meno socievole di quanto la gente possa immaginare. “Quando non lavoro, la mia vita è praticamente la stessa ogni giorno. Passo il tempo con i cani, vado a fare escursioni e bevo abbondanti quantità di caffè”, ha detto a Byrdie nel 2022, aggiungendo che trascorre molto del suo tempo a leggere libri. Anche quando è sul posto, Hale confeziona oggetti come candele e cristalli per far sentire il suo spazio abitativo temporaneo come a casa.

“Non so se è perché il lavoro mi porta costantemente in un milione di direzioni diverse, ma amo la solitudine. Non è insolito per me non fare nulla di sociale per mesi alla volta”, ha detto Hale in un’intervista a People. E anche se siamo relativamente sicuri che stia esagerando – o che la sua versione di “social” sia diversa dalla nostra – sembra chiaro che Hale non esca regolarmente per i bar. Ha detto che mantiene una cerchia molto ristretta di amici intimi e che la maggior parte di loro lavora nell’industria dell’intrattenimento ma non davanti alla telecamera (secondo W Magazine).

I suoi cani prendono il nome da icone della cultura pop

Lucy Hale ha due cani ed entrambi hanno nomi intrisi di cultura pop. Il suo cane, Elvis, prende il nome dal famoso cantante e Hale l’ha preso quando era solo un cucciolo. “Sono originaria di Memphis e mia nonna idolatrava Elvis Presley, e amo anche Elvis Presley, quindi è da lì che viene il suo nome”, ha spiegato a Byrdie. Hale ha ottenuto un secondo cane – un salvataggio, questa volta – durante la pandemia (secondo Byrdie). Quella si chiama Ethel, in onore della migliore amica di Lucy in “I Love Lucy”.

Per Marie Claire, entrambi i cani sono maltipoos – mix maltesi e barboncini giocattolo – ma non fanno esattamente clic come ci si aspetterebbe. Nella sua intervista con Byrdie, Hale ha notato che i suoi cani non andavano d’accordo quando Ethel si unì per la prima volta al loro branco. “Avevo questa visione nella mia testa di essere migliori amici. Non è esattamente così che ha funzionato”, ha spiegato. “Proprio ora sono al punto in cui si stanno coccolando e giocheranno ogni tanto. Ma per un anno intero, Elvis è stato tipo, ‘Va bene, mamma, quando torna a casa?'” Hale è così presa dai suoi cani che ha anche detto che cerca di viaggiare con loro ogni volta che può.

Hale ama i contenuti del vero crimine

In molte interviste, Lucy Hale ha fatto riferimento al suo interesse personale per – e apprezzamento per – il vero genere criminale. “Sono la ragazza che ascolta i podcast sul vero crimine durante la mia escursione mattutina. Guardo tutti i documentari sul vero crimine”, ha detto a Shape. “Amo la psicologia delle persone e ciò che fa funzionare le persone.” Questo interesse per il crimine è in parte ciò che ha attratto Hale nella miniserie AMC “Ragdoll”, dove interpretava un poliziotto che indagava su una serie di raccapriccianti omicidi (per Collider). Le è piaciuto anche il modo in cui è stato scritto e l’inaspettato inserimento dell’umorismo, nonostante il fatto che lo spettacolo non sia basato su una storia vera.

In “Ragdoll”, le vittime sono state tutte smembrate e ricucite insieme, come se fossero bambole di pezza (da cui il titolo), ma l’amore di Hale per il vero crimine l’ha preparata per il contenuto oscuro. In una conversazione pubblicata sulla rivista Interview, in cui Hale e Awkwafina discutono di come si sono legati al loro amore per il vero crimine, Hale ha detto che potrebbe far risalire il suo interesse a un particolare documentario. “Penso che quello che ha dato il via a tutto per me sia stato The Jinx”, ha spiegato. “È passato un po’ di tempo, ma l’ho visto più volte ed è stato davvero ben fatto. Penso che sia stato l’inizio di tutto, ma anche prima, sono una grande ragazza di ‘Forensic Files’.”

La sua lista dei desideri di progetti futuri

Da quando ha iniziato a recitare, Lucy Hale ha accumulato più di 40 crediti e ha fatto molte cose diverse: dai film horror alle commedie romantiche e viceversa. Ma come molti attori, ha una lista dei desideri di cose che spera di affrontare in futuro. Gran parte delle sue speranze hanno a che fare con il continuare a esplorare nuovi territori come attore. “In realtà ho bisogno di fare in modo creativo cose che mi mettano alla prova, o semplicemente non è divertente per me. Ora sono al punto in cui sono disposto a correre dei rischi. Sono disposto a fallire, se necessario, solo per emozionati”, ha detto a Collider nel 2021.

In particolare, Hale ha affermato che un musical cinematografico – che unirebbe i suoi due amori, recitazione e canto – è in cima alla sua lista dei desideri, ma i suoi sogni non finiscono qui (secondo Interview Magazine). “Mi piacerebbe fare un’epica storia d’amore à la The Notebook. Mi piacerebbe fare un pezzo d’epoca, qualsiasi cosa degli anni ’70 o prima”, ha ammesso ad Awkwafina nel pezzo. “Quelle sono cose in cui posso divertirmi, ma amo i generi più oscuri”. Nel 2014, Hale ha confessato di aver bombardato la sua audizione per “50 sfumature di grigio”, cosa che l’avrebbe portata fuori dalla sua zona di comfort in un ruolo incredibilmente carico di sessualità. “Principalmente, ero solo interessata a fare qualcosa di rischioso e fare qualcosa di leggermente diverso dal mio personaggio in ‘PLL’, quindi mi ha portato fuori dalla mia zona di comfort”, ha detto a MTV.

Ama allenarsi perché la fa sentire forte

Nel corso del tempo, Lucy Hale è stata in grado di sviluppare una sana relazione con il suo corpo, nonostante le sue passate lotte con l’anoressia. “Per gran parte della mia vita, ho pensato di dover essere carina e sedermi lì. È così noioso”, ha detto in un’intervista a Shape. “Ho sviluppato più fiducia perché mi rendo conto di essere più del mio aspetto”. L’allenamento è rimasto al centro della sua vita, ma ora la sua attenzione sembra essere concentrata sui suoi benefici mentali e fisici piuttosto che sui benefici legati all’aspetto. Nel 2021, ha detto a People di confondere i suoi allenamenti in base a ciò di cui sente che il suo corpo ha bisogno. Yoga, Pilates e allenamento per la forza sono i punti cardine della sua routine.

Hale ha detto a Shape che sentirsi forte è importante per lei e che una volta ha persino ribaltato una ruota gigante. “Sono 5 piedi-2, ma mi piace sentirmi una bada** e sapere che potrei prendere a calci in culo qualcuno. Quindi faccio pull-up e squat con i pesi da ragazzo grande”, lei detto nell’intervista. “Ho passato gran parte della mia adolescenza e dei primi 20 anni a non amare il mio corpo e a non comportarmi bene. Sto cercando di rimediare perché abbiamo un solo corpo. Dobbiamo prenderci cura del nostro tempio”. Hale è anche noto per apprezzare le lezioni di SoulCycle, come ha discusso in un’intervista del 2017 con Yahoo! Vita e fare escursioni regolari vicino alla sua casa di Studio City (per Persone).

Il patrimonio netto di Lucy Hale

Secondo Celebrity Net Worth, Lucy Hale vale attualmente $ 6 milioni. La maggior parte dei suoi soldi è probabilmente arrivata dal suo lavoro televisivo, che ha incluso 160 episodi di “Pretty Little Liars”, 18 episodi di “Privileged”, 13 episodi di “Life Sentence” e 13 episodi di “Katy Keene”. Hale è anche apparso in numerosi film, con “Scream 4” e “Truth or Dare” che sono stati i maggiori e i migliori incassi (secondo The Numbers). Probabilmente anche la carriera musicale di Hale ha contribuito al suo patrimonio netto, sebbene finora abbia prodotto un solo disco da solista.

Oltre alla musica e alla recitazione, Hale ha guadagnato molti soldi da accordi di sponsorizzazione nel corso degli anni. È stata un’ambasciatrice del marchio per tutto, da Avon (per PR Newswire) a Mark Cosmetics (per Teen Vogue). Ha anche modellato per diverse campagne Bongo agli albori di “Pretty Little Liars”, per Teen Vogue. Tutti i suoi sforzi hanno permesso ad Hale di vivere molto comodamente, come dimostra la sua splendida casa a Studio City. Secondo il Los Angeles Times, l’attore ha pagato $ 2,95 milioni per la casa nel 2019. La sua casa precedente, sempre a Studio City, è stata venduta per $ 2,45 milioni nello stesso anno (per Observer).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui