Olivia Newton-John è morta all’età di 73 anni l’8 agosto 2022, ma la sua eredità sopravvive. L’affermato attore e cantante ha ottenuto il riconoscimento dopo aver pubblicato la canzone di successo “Let Me Be There” nel 1973. Il singolo ha raggiunto la posizione numero 6 nella Billboard Hot 100, fornendo uno sguardo al futuro successo di Newton-John. Il musicista ha continuato a recitare nell’iconico film musicale del 1978 “Grease” insieme a John Travolta. Ciò ha reso Newton-John un nome familiare e ha aperto più opportunità per ruoli di recitazione. Sebbene la stella dai molti talenti fosse nota per il suo status di celebrità, era anche madre, moglie, attivista e sostenitrice della consapevolezza del cancro al seno. Sebbene una causa ufficiale di morte non sia stata ancora rilasciata, al momento della stesura di questo articolo, a Newton-John è stato diagnosticato per la prima volta un cancro al seno nel 1992. Dopo un periodo di remissione, la star ha rivelato che il cancro era tornato nel 2017.

Il marito dell’attore, John Easterling, ha utilizzato i suoi account sui social media per annunciare la sua tragica morte con un messaggio cupo. “Dame Olivia Newton-John (73) è morta pacificamente nel suo ranch nel sud della California questa mattina, circondata da famiglia e amici”, ha scritto Easterling in parte sull’Instagram della sua defunta moglie. “Chiediamo a tutti di rispettare la privacy della famiglia in questo momento molto difficile”.

La verità non raccontata di Olivia Newton-John rivela quanto sia stata d’impatto la sua leggendaria carriera.

Olivia Newton-John ha visto la sua diagnosi di cancro al seno come “un regalo”

Olivia Newton-John è stata molto trasparente riguardo alla sua diagnosi di cancro al seno nel corso degli anni. Sembrava che, non importava quanto fosse difficile il viaggio dell’attore, lei si sforzasse di aiutare altri malati di cancro. Infatti, ha fondato la Olivia Newton-John Foundation con l’obiettivo di finanziare la ricerca per la medicina delle piante come cura del cancro. L’attore di “Grease” ha anche contribuito alla causa contribuendo a finanziare un centro di ricerca e benessere sul cancro in Australia. La struttura prende ora il nome dalla stella.

La Newton-John sembrava vivere la vita al massimo nonostante la sua diagnosi di cancro. Nel 2020, la cantante di “Twist of Fate” ha parlato con The Guardian di come è riuscita a rimanere così ottimista. “Non so cosa sarei senza di essa ora”, ha detto della sua diagnosi. “Lo vedo come il viaggio della mia vita. Mi ha dato uno scopo e un’intenzione e mi ha insegnato molto sulla compassione. È stato un dono. Non lo auguro a nessun altro. Ma per me è stato importante nella mia vita. ”

Ha anche parlato di imparare a navigare nella vita giorno dopo giorno. “Ascolta, penso che ogni giorno sia una benedizione”, ha detto Newton-John a The Guardian. “Non sai mai quando il tuo tempo è finito; abbiamo tutti una quantità limitata di tempo su questo pianeta, e dobbiamo solo essere grati per questo.”

La figlia del defunto attore ha seguito le sue orme

Olivia Newton-John ha condiviso uno stretto legame con sua figlia, Chloe Rose Lattanzi, e la loro relazione è stata ben documentata nel corso degli anni. Dopo la morte di Newton-John, Lattanzi ha condiviso su Instagram una serie di foto che hanno dimostrato che lei e sua madre erano inseparabili. Le immagini includevano momenti dell’infanzia di Lattanzi e della sua stessa carriera nello spettacolo. Esatto, l’attore e musicista sta seguendo le orme della sua famosa madre.

Lattanzi ha effettivamente iniziato la sua carriera di attrice al fianco di Newton-John nel film del 1994 “A Christmas Romance”. La giovane star ha interpretato la figlia del personaggio di sua madre nel film, naturalmente. Nel 2000, Newton-John ha parlato a People della condivisione dello schermo con la sua giovane figlia. “È stata dura perché stava imparando che questo non è un gioco; è un duro lavoro e le ore sono lunghe”, ha detto la madre.

Anche Newton-John ha svolto un ruolo importante nella carriera musicale di Lattanzi. L’attore ha collaborato con sua figlia a due canzoni, tra cui “You Have to Believe” nel 2016 e “Window in the Wall” nel 2021. “You Have to Believe” era probabilmente particolarmente sentimentale per il duo madre-figlia perché era una rielaborazione versione della canzone di Newton-John “Magic” dalla colonna sonora del suo film “Xanadu”. Newton-John ha parlato della registrazione di musica con sua figlia in un comunicato stampa per “Window in the Wall”. “Mi è sempre piaciuto cantare i duetti più che cantare da solo e quando ho sentito questa canzone per la prima volta, ho capito subito che volevo cantarla con mia figlia Chloe”, ha condiviso il compianto musicista.

Olivia Newton-John ha quasi rinunciato al suo ruolo in Grease

È difficile immaginare che qualsiasi attore oltre a Olivia Newton-John avrebbe potuto interpretare il ruolo di Sandy in “Grease”, ma si scopre che la star quasi non era la nostra Sandy. L’attore ha rivelato di aver quasi rifiutato il ruolo durante la proiezione del 40° anniversario di “Grease” ospitata dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences nel 2018.

“Non ero davvero sicura di voler fare il film perché avevo già girato un film in Inghilterra, che era un musical, e non funzionava, quindi ero molto spaventata all’idea di fare un film”, ha spiegato durante una sessione di domande e risposte all’evento. L’attore ha continuato rivelando che il suo co-protagonista e amico di lunga data, John Travolta, l’ha aiutata a convincerla. “Poi hanno mandato John a incontrarmi, e chi potrebbe dire di no, giusto? Questo ragazzo meraviglioso cammina sul mio vialetto, questi luminosi occhi azzurri, ed era così dolce e mi ha sciolto e ne ha parlato”, ha continuato la star.

La Newton-John aveva anche paura di interpretare il ruolo a causa della sua età, dato che Sandy, ovviamente, era solo una studentessa delle superiori. “Ho detto: ‘Ma ho 29 anni. Come posso averne 18?'”, ha ricordato l’attore. “Mi guardo indietro, non posso credere che lo stessi pensando. Ma comunque, è tutto relativo, giusto ragazze?” Newton-John ha continuato a condividere che Travolta le ha parlato di questa preoccupazione ricordandole che nessuno degli attori era giovane come i personaggi che stavano interpretando.

Perché la sua chimica con John Travolta non ha mai portato a una relazione

La chimica tra Olivia Newton-John e John Travolta era innegabile, quindi i fan di “Grease” probabilmente sono rimasti delusi nello scoprire che la storia d’amore davanti alla telecamera dei co-protagonisti non ha mai portato a una relazione nella vita reale. Come accennato in precedenza, i due erano lì l’uno per l’altro dall’inizio, anche dopo che la telecamera ha smesso di girare. Chiaramente si prendevano cura l’uno dell’altro, quindi perché non si frequentavano? Newton-John ha offerto una spiegazione su un episodio del podcast “No Filter” di Mamamia decenni dopo.

“Eravamo entrambi con altre persone durante le riprese, e penso che, rispettosamente, non sia successo”, ha rivelato l’attore – che in quel momento stava vedendo il suo ragazzo e manager, Lee Kramer. “Penso che sia stato positivo, perché penso che abbia mantenuto la tensione e l’intesa. Sarebbe stato un vero disastro se avessimo deciso di uscire insieme, o avessimo litigato o qualcosa del genere. Quindi, penso che sia stato altrettanto bene non è successo. Ma siamo ancora grandi amici”.

Da parte sua, Travolta ha rivelato cosa provava per la sua co-protagonista durante una sessione di domande e risposte congiunte nel 2019, dove ha confermato che c’era effettivamente tensione sessuale tra lui e Newton-John sul set. Quindi, sembra che i co-protagonisti si siano incontrati nel momento sbagliato.

L’ex fidanzato di Olivia Newton-John è scomparso

La relazione di Olivia Newton-John con l’ex fidanzato Patrick McDermott ha avuto una svolta bizzarra e triste nel giugno 2005, quando McDermott è scomparso durante una battuta di pesca con gli amici. La coppia era stata insieme per nove anni e si era separata poco prima che McDermott partisse per il suo viaggio. Le autorità hanno cercato McDermott lungo la costa della California dove è stato visto l’ultima volta, ma alla fine si è concluso che fosse annegato, secondo il New York Post.

Tuttavia, questa storia è diventata ancora più strana quando alcuni anni dopo i rapporti hanno ipotizzato che McDermott avesse simulato la sua morte per sfuggire a debiti di oltre $ 30.000, che includevano migliaia di pagamenti per il mantenimento dei figli. Secondo The Courier-Mail, gli investigatori privati ​​avrebbero trovato McDermott vivo in un piccolo villaggio del Messico nel 2009, come precedentemente riportato dal New York Post. È stato persino affermato che il cameraman ha inviato registrazioni vocali agli investigatori per dimostrare che era vivo. Questo presumibilmente faceva parte di un accordo in cui gli investigatori hanno accettato di lasciare McDermott da solo se avesse confermato che era ancora in vita. Naturalmente, nessuna di queste informazioni era stata confermata direttamente dal cameraman stesso.

Anni dopo la scomparsa di McDermott, Newton-John ha rivelato alla rivista Australian Women’s Weekly che stava ancora soffrendo per la perdita. “Penso che ci sarà sempre un punto interrogativo”, ha ammesso l’attore (tramite il New York Post). “… non credo che sarò mai veramente in pace con esso.”

La carriera della cantante-attrice è iniziata durante la sua infanzia

Come molte delle più grandi star di Hollywood, Olivia Newton-John ha dato il via alla sua carriera nell’intrattenimento da bambina. Ha iniziato a esplorare il suo potenziale per diventare una musicista da adolescente, ma solo dopo aver abbandonato il suo sogno di diventare una veterinaria.

“Quando ero una ragazzina ero così pazza per gli animali che volevo fare qualcosa di associato a loro, e ho pensato di fare il veterinario”, ha detto Newton-John parlando con la rivista Interview nel 2011. “Ma poi di nuovo, ho Ho pensato che dovevo frequentare la facoltà di medicina e che le scienze non erano una buona materia per me, quindi ho abbandonato l’idea abbastanza presto e ho pensato che forse potevo essere l’assistente di un veterinario”. Quando la star ha capito che non poteva essere una veterinaria, cantare era la sua prossima scelta, spiegando: “Improvvisamente, è arrivata questa carriera di cantante e ho dovuto prendere quella decisione”.

Newton-John si è unito a un gruppo di cantanti con altre tre ragazze a soli 14 anni. “Erano ragazze dolci che vivevano per cantare (come me), quindi abbiamo fondato un gruppo di cantanti che abbiamo chiamato Sol 4”, ha scritto nel suo libro “Don’t Stop Believin'”, uscito nel 2019. “Il nostro i guardaroba consistevano in jeans, giacche di tela di iuta e dolcevita neri”. Dopo aver esplorato i suoi talenti in Sol 4, una quindicenne Olivia Newton-John ha tentato la fortuna in un concorso di talenti, per Vogue. Questo le è valso diversi concerti di recitazione.

Olivia Newton-John era un’attivista per i diritti degli animali

Come accennato in precedenza, Olivia Newton-John aveva un debole per gli animali, quindi probabilmente non sei sorpreso di sapere che l’attivismo per i diritti degli animali era una delle tante passioni della star. Durante un’intervista con Be Chewy, l’attore ha ricordato i suoi ricordi d’infanzia di salvataggio di animali. “Vivevamo in un’università e mio padre era un professore e li salvavo sempre”, ha detto. “E mia madre diceva che portavo sempre a casa i randagi. Cani randagi, gatti randagi, e mi ricordo che da piccola ho visto un ragazzo che abusava di un cavallo con un carro, e sono salito, ho afferrato le redini e gli ho urlato contro … Devo aver avuto meno di 10 anni.” La star ha aggiunto: “Quindi, sì … li ho sempre adorati”.

La Newton-John era così seria riguardo all’attivismo animale che a volte ha persino avuto un impatto sulla sua carriera. Quando la star è andata in tournée negli anni ’70, ha cancellato le sue tappe in Giappone a causa delle cacce ai delfini che si verificano nel paese ogni anno. L’attore di “Grease” era stato un portavoce dell’organizzazione Australia for Dolphins, quindi questa pratica controversa probabilmente le ha tirato le corde del cuore. Newton-John era anche un accanito sostenitore di Animals Asia, un’organizzazione dedicata alla fine dell’allevamento della bile d’orso. Pochi mesi prima della sua morte, ha condiviso a twittare spiegando perché era così appassionata degli sforzi dell’ente di beneficenza, osservando in parte: “Non posso sopportare la crudeltà verso gli animali”.

La star di Grease non era una fan di Grease 2

Olivia Newton-John e John Travolta purtroppo non hanno ripreso i loro ruoli in “Grease 2” del 1982. Invece, il film presentava nuovi personaggi interpretati da un nuovo gruppo di attori, inclusa l’allora star in erba Michelle Pfeiffer. Il sequel non ha conquistato la critica, ma in seguito è diventato un classico di culto. Da parte sua, Newton-John ha rifiutato l’opportunità di far parte del cast di “Grease 2”, per Vogue. A quel tempo, era più interessata a un’offerta per recitare nel film del 1980 “Xanadu”. Questo progetto è stato anche un musical, come “Grease”, così come un disastro commerciale, come “Grease 2”.

Anche se “Xanadu” non ha avuto il successo sperato da Newton-John, sembra che non si sarebbe comunque unita al cast di “Grease 2” se le fosse stata data nuovamente l’opportunità. Durante un’apparizione in “Guarda cosa succede dal vivo” nel 2016, all’attore è stato chiesto cosa ne pensasse del sequel. Con una risata, ha semplicemente risposto: “Non molto”. Spiegando che ricordava vagamente come lei e Travolta erano stati contattati per unirsi al progetto, Newton-John ha osservato: “Poi non è successo, e non pensavo che sarebbe successo, e poi ce l’hanno fatta con altre persone .”

Olivia Newton-John è sempre stata vicina a John Travolta

“Grease” ha acceso l’amicizia di Olivia Newton-John con John Travolta negli anni ’70 e la coppia è rimasta unita nel corso dei decenni. Nel 2019, Travolta ha parlato con Us Weekly di tenersi in contatto con la sua ex co-protagonista nel corso degli anni. “Siamo stati insieme non molto tempo fa, circa tre mesi fa, e ci scriviamo continuamente”, ha detto l’attore. Ha anche rivelato che ha adorabilmente fatto uno sforzo per supportare la Newton-John mentre era in tour. “È meraviglioso. … Se vado a vederla nel suo spettacolo, andiamo nel backstage e usciamo, e guardo lo spettacolo e tutto il resto”, ha continuato Travolta. “Se vado a vederla di persona, di solito ceniamo e ci incontriamo. E recentemente abbiamo parlato di provare a fare qualcosa insieme”.

Nel 2021, Newton-John ha parlato del continuo supporto di Travolta. Definendolo “un uomo adorabile e dolce”, ha spiegato all’outlet che la star di “Saturday Night Fever” si è assicurata che fosse a suo agio sul set di “Grease” – ha persino rovinato di proposito un nastro per darle l’opportunità di girare di nuovo un scena.

Travolta è stata una delle tante celebrità che hanno condiviso un tributo dopo la morte di Newton-John e il suo messaggio è stato uno dei più toccanti a causa del loro stretto legame. “Mia cara Olivia, hai reso tutte le nostre vite molto migliori”, ha scritto su Instagram. “Il tuo impatto è stato incredibile. Ti amo così tanto. Ci vedremo lungo la strada e saremo di nuovo tutti insieme. Tuo dal primo momento in cui ti ho visto e per sempre! Il tuo Danny, il tuo John!”

L’artista australiano si è sposato due volte

La complicata vita amorosa di Olivia Newton-John ha portato a due matrimoni. Al momento della sua morte, aveva ancora una relazione amorosa con il suo secondo marito, John Easterling. A differenza di molti dei partner passati dell’attore, Easterling non era coinvolto nell’industria dell’intrattenimento. Invece, l’uomo d’affari si guadagnava da vivere fondando la Amazon Herb Company. Ha continuato a vendere l’azienda nel 2012 a TriVita.

La coppia probabilmente si è collegata sulla loro passione condivisa per la fitoterapia. Newton-John ha parlato di trovare l’amore con Easterling durante un’intervista del 2016 con People. La coppia ha iniziato a frequentarsi mentre la star di “Grease” stava ancora imparando a far fronte alla misteriosa scomparsa del suo ex fidanzato. “Sono uscito con un po’ di appuntamenti, ma non mi aspettavo di innamorarmi di lui e poi bam! ” ha detto Newton-John. L’attore di “Xanadu” ha anche parlato della personalità di suo marito, dicendo: “È incredibilmente intelligente e compassionevole. Dice sì a tutto, dice sì alla vita!”

Newton-John era precedentemente sposato con l’attore-ballerino Matt Lattanzi, e i due hanno avuto un figlio insieme, la cantante e attore Chloe Rose Lattanzi. La loro relazione è finita dopo che all’attore è stato diagnosticato un cancro al seno – così come la presunta relazione di Lattanzi con la babysitter di famiglia – con Newton-John che ha detto al Daily Mail che la sua malattia ha avuto un ruolo nel divorzio. “‘Penso che il nostro matrimonio alla fine sarebbe giunto al termine”, ha spiegato all’outlet, “ma è successo prima a causa del cancro, il che è stata una buona cosa”.

La carriera musicale di Olivia Newton-John è stata leggendaria

La musica di Olivia Newton-John ha probabilmente definito gli anni ’70 e ’80. I suoi numerosi successi le sono valsi quattro Grammy Awards e 12 nomination, tra gli altri riconoscimenti. Una delle canzoni più importanti della star, “Physical”, ha dominato le classifiche per settimane e l’ha resa un’icona pop. Ma la musica era più di una semplice presa di denaro per Newton-John: era terapeutico per lei. “Ho passato tutto, come tutti. Sono sicuro che tutti quelli che guardavano hanno attraversato la perdita e il dolore”, ha detto la star a WBTV nel 2017. “Ho sempre scoperto che il mio modo di guarire è attraverso la musica”.

Questo potrebbe essere il motivo per cui l’attore ha continuato a fare tournée e pubblicare musica fino ai suoi ultimi anni. Nel 2016, Newton-John ha pubblicato un album per aiutare coloro che stanno vivendo un lutto, intitolato “Liv On”. Parlando del progetto, al quale ha collaborato con le amiche Amy Sky e Beth Nielsen Chapman, durante un’intervista al Digital Journal, la star ha dichiarato: “Avevo perso mia sorella e le ho invitate a unirsi a me in trio per poter scrivere questo album per aiutare le persone attraverso il dolore e per continuare a vivere.”

La Newton-John ha continuato a condividere che era motivata a creare l’album a causa di quanto sarebbe stato curativo. “La musica ha un modo per guarire e connettere le persone ed è stata un’esperienza davvero potente”, ha spiegato. “Sono molto entusiasta di questo record per il futuro per aiutare le persone”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui