Per Sarah Huckabee Sanders, difendere il presidente è diventato una forma d’arte. Il nativo dell’Arkansas ha preso la posizione di segretario stampa della Casa Bianca quando Sean Spicer si è dimesso dopo mesi di ridicolo pubblico (chi era quella foto della folla di inaugurazione ingannare?). Da allora, Politico ha affermato che Sanders è diventato un confidente fidato di Donald Trump, la cui presidenza è stata afflitta da cause legali, accuse e una quantità record di turnover del personale.

Anche se Sanders rimane al timone della protezione dell’immagine del presidente, a quanto si legge in questa scrittura, è chiaro che la coppia non ha sempre sulla stessa pagina. Secondo i rapporti, la mamma di tre è stata spesso disinformata o in contrasto con Trump, che notoriamente non ama ciò che percepisce come segni di debolezza. Sanders ha anche dovuto imparare a temperare gli stati d’animo imprevedibili del presidente, che ha navigato con l’aiuto dell’ex direttore delle comunicazioni della Casa Bianca – e presunto favorito dello staff di Trump – Hope Hicks.

Anche se Sanders sfacciatamente Sostenuto L’unico difetto di Trump era avere a che fare con la stampa su base giornaliera, le voci che dettagliano i piani del segretario alla stampa di lasciare l’amministrazione persistono. È possibile che Sanders non sia sempre d’accordo con l’uomo che ha il compito di difendere? Questa è la verità sul rapporto di Sarah Huckabee Sanders con Donald Trump.

Non sono così vicini – ma lui pensa che lei ha una grande faccia

Come portavoce del Presidente degli Stati Uniti, penseresti che Sarah Huckabee Sanders avrebbe avuto un rapporto stretto e personale con il suo capo. Ma nonostante Trump abbia pubblicamente cantato le sue lodi a volte, sembra aver riservato i suoi descrittori di alto livello per gli altri nella sua cerchia interna. Infatti, quando difende Sanders dopo che era cacciato da un ristorante, ha usato il fraseggio ho-hum “una bella persona” per descriverla. Detto questo, non dovrebbe essere del tutto scioccante che Cnn riferisce che la coppia non è in realtà molto vicina. Fonti a conoscenza della questione hanno detto alla pubblicazione che “non ha lo stesso rapporto personale con [Sanders] che aveva con [Hope] Hicks, che vede come un membro della famiglia.

Trump affettuosamente Hicks “Hopester” (una tregua gradita dal solito assalto di soprannomi meno desiderabili come il possibile antisemita “Sleepy Eyes Chuck Todd” o Crooked Hillary). Egli avrebbe anche usato per chiamare eccitato per Hicks dall’Ufficio Ovale. D’altra parte, la comunicazione di Sanders con il presidente è riferito “tutti gli affari”.

Naturalmente, Sanders non è immune allo strano complimento oltre ad essere soprannominato “bene”, una parola che Trump ha usato anche per descrivere il presidente russo Vladimir Putin e le persone che partecipano a una manifestazione afflitta dai nazionalisti bianchi. Trump – che è notoriamente interessato all’estetica, secondo Axios – anche rivendicato (per Cnn), “Ha una grande faccia. Perfettamente rotondo. Snap per Sarah.

Ha imparato a interrogare il presidente da Hope Hicks

Trump non sembra una persona facile da sfidare. Tornando ai giorni di L’apprendista, l’ex conduttore televisivo ha fatto il suo slogan: “Sei licenziato.” E ‘un mantra che sembra avere bloccato con lui in tutta la sua amministrazione attuale, che NBC Notizie ha un fatturato record. Nel 2018, l’ex direttore dell’FBI James Comey Sostenuto che Trump sembrava “punire le persone che non sono d’accordo con lui e premiare coloro che lo lodano”. Questa è una fune difficile da percorrere, e Sanders apparentemente ha imparato a navigare abile in questo terreno duro da niente altro che Hope Hicks.

Secondo Cnn, Sanders ha studiato come Hicks “ha scelto le sue battaglie” con il presidente. L’ex direttore delle comunicazioni avrebbe fatto suggerimenti alternativi se pensava che le idee di Trump avrebbero causato un sacco di contraccolpi. Questo includeva aiutarlo a riformulare alcuni tweet piuttosto graffianti (il che significa che il suo feed di Twitter è stato effettivamente modificato a condizione che egli ha dato il parere di Hicks’ consiglio, che non era sempre il caso). Sanders e Hicks si allerebbero anche per aiutare a guidare il presidente lungo la strada delle meno polemiche. Quando Hicks è uscito dalla Casa Bianca il 29 marzo 2018, Sanders è stato lasciato a navigare in questo territorio da solo.

Trump non era soddisfatto come ha gestito la situazione Stormy Daniels

Non tutti i giorni un presidente e una pornostar sono menzionati nello stesso respiro – almeno se si riavvolge prima delle elezioni presidenziali del 2016. Oggi, sembra quasi una nuova normalità, che a quanto pare ha un certo insieme di regole. Sanders potrebbe aver perso il memo come Cnn riferisce che Trump era sconvolto dal modo in cui ha gestito la situazione Di Stormy Daniels.

Le accuse di Stormy Daniels delinearono una relazione quasi vignetta che presumibilmente coinvolgeva infedeltà, accordi di non divulgazione, minacce simili a delinquenti e Shark Week (chi non ama la Settimana degli Squali?). Secondo NBC News, Trump ha negato la vicenda e inizialmente ha affermato di non essere a conoscenza del payoff di 130.000 dollari che Daniels ha affermato di aver ricevuto in cambio del suo silenzio. (In seguito ha ammesso di “autorizzare” e “rimborsare” il pagamento, Npr.)

Naturalmente, Sanders ha dovuto porre un bel paio di domande sulla pornostar. Nel marzo 2018, ha affermato che il caso dei Daniels contro Trump è andato all’arbitrato dove è stato vinto “a favore del presidente”. Secondo Cnn, questa è stata la prima volta che la Casa Bianca ha ammesso che Trump era coinvolto con Daniels in qualsiasi modo, ed è servito come ammissione che l’accordo di non divulgazione esisteva. Trump è stato riferito insoddisfatto della dichiarazione di Sanders (anche se alcune fonti richiesta tali segnalazioni sono false). Curiosamente, l’avvocato di Daniels Michael Avenatti ha detto CBS Notizie che la vittoria arbitrale non è mai nemmeno accaduto.

Liquidazione del punteggio

Nel giugno 2018, Sanders è stato allontanato da Red Hen, un ristorante farm-to-table a Lexington, Virginia. In un’intervista con Il Washington Post, La co-proprietaria del ristorante Stephanie Wilkinson ha affermato che la decisione deriva dal fatto che Sanders ha serviceed un’amministrazione “inumana e non etico” e ha difeso le politiche più crudeli di Trump. Anche se Trump è venuto in difesa di Sanders, Il New York Times notò che la sua risposta fu ritardata e in particolare tiepida (anche se piuttosto graffiante per Red Hen una volta atterrato). Egli avrebbe anche chiesto alle persone in privato circa la loro impressione del segretario stampa. Per molti, questo ha segnalato che Sanders stava cadendo in disgrazia con Trump.

Secondo Il Times, Trump ha anche detto a Sanders che stava “andando a classificare” ognuna delle sue esibizioni televisive come se fosse un esame scolastico. Anche se alcuni sostenevano che stesse solo scherzando, Salone ha riferito che gli addetti ai lavori di Washington credevano che Sanders sarebbe stato lasciato andare intorno a luglio, il suo anniversario di un anno sul posto di lavoro. Indipendentemente dal fatto che Sanders sia riuscita a mantenere il suo lavoro oltre quel marchio, sembra che ci siano state alcune turbolenze che circondano il rapporto di Trump con il nativo dell’Arkansas.

E ‘pazzo che non ha camminato fuori della cena dei corrispondenti della Casa Bianca arrosto

La cena dei corrispondenti della Casa Bianca è stata un punto di contesa per molti membri del GOP, tra cui Donald Trump, che ha ripetutamente attaccato la validità del corpo stampa. Durante la cena annuale, la comica Michelle Wolf ha arrostito l’amministrazione e ha fatto osservazioni particolarmente inersidose su Sanders, che era seduto al tavolo di testa.

Lupo allineato Sanders con zia Lydia, il personaggio di Ann Dowd in Il racconto dell’omelle che ha il compito di tenere le cameriere in fila. Ha anche scherzato sul fatto che la segretaria stampa “brucia fatti, e poi usa quella cenere per creare un perfetto occhio fumoso. Come forse è nata con esso, forse è bugie.

anche se Politico riferisce che i membri dell’amministrazione uscirono dalla cena dopo aver sentito le osservazioni di Wolf, Sanders la prese con grazia. In seguito ha detto Fox Notizie che la serata “dice molto di più” su Wolf di quanto si dice di lei.

A quanto pare, il presidente Trump credeva che prendere la strada maesse non fosse la mossa sbagliata. Il New York Times rapporti che Trump pensava Sanders avrebbe dovuto uscire dalla cena come alcuni dei suoi colleghi. Come Pluralista Rapporti I tempi inizialmente sosteneva che il presidente pensava che Sanders fosse “debole”, anche se quella parola è stata poi rimossa dal loro rapporto. Sembra proprio che le cose siano state tese tra Sanders e Trump, o maybe questo era solo un disaccordo tra amici.

Sta prendendo il suo modo di parlare

Come voce pubblica del presidente Trump, non dovrebbe sorprendere che Sanders abbia adottato il suo modo di parlare. Come Npr ha riferito, il segretario alla stampa regolarmente “canalizza” i sentimenti del suo capo nella sala stampa della Casa Bianca. Questo può coinvolgere tutto, dai colpi ben posizionati sui giornalisti alla strana teoria del complotto.

Sanders ha indubbiamente adottato lo stile schietto e caustico di Trump di sminuire i membri dei giornali di sinistra. Secondo Il newyorkese, si è lanciata in un esercizio “degradante” sulla gratitudine in un briefing stampa pre-Thanksgiving. Nel giugno 2018, Fox Notizie ha riferito che ha detto CnnJim Acosta “So che è difficile per te capire anche frasi brevi, credo” mentre discutevo di come l’amministrazione separava le famiglie che attraversavano illegalmente il confine tra Stati Uniti e Messico. In agosto 2018, L’Huffington Post ha riferito che Sanders si è rifiutato di dire che la stampa non era “il nemico del popolo”.

Per fare un confronto, in passato, Trump ha deriso Cnn, ha gettato l’ancora di Univision Jorge Ramos da una conferenza stampa, ha regolarmente rimproverato la stampa in eventi come “fake news” e sembrava prendere in giro un giornalista disabile ad un raduno della Carolina del Sud (Trump in seguito ha affermato che quest’ultimo non era vero).

Non si ferma qui. Proprio come Trump, che ha lanciato la sua giusta quota di teorie cospirative, Sanders ha acquistato in almeno un’occasione. Secondo Newsweek, ha attirato critiche dopo aver fatto riferimento a una teoria del complotto smentita su Osama bin Laden.

Stanno rotolando con “Sindrome da squilibrato di Trump”

Non hai mai sentito parlare della Sindrome di Trump Derangement? Fareti meglio a stare attento. Secondo Sanders sta “diventando una grande epidemia tra i Democratici”. Trump ha fatto riferimento al disordine pericoloso in più di un’occasione – in primo luogo per quanto riguarda la Copertura mediatica che circonda il suo incontro con Vladimir Putin, e poi per quanto riguarda la Copertura mediatica circa il funzionamento interno della sua amministrazione. Che si tratti di una vera diagnosi medica o no, la coppia ha rotolato con esso – quindi che cosa è e da dove viene?

Secondo Dizionario Urbano, TDS è una condizione mentale in cui le persone “abbandonano ogni logica e ragione” dopo essere state “guidate efficacemente folle” dalla loro avversione per Trump. Cnn ha riferito che l’idea “risale ai primi anni 2000” quando è stato coniato per la prima volta dal columnist Charles Krauthammer come “Sindrome di Bush Derangement” (questo è stato durante il tempo di George W. Bush alla Casa Bianca). Da allora è stato trasformato in Sindrome di Obama Derangement, il cui cuore era la teoria del complotto sostenuto da Trump che sosteneva che Obama non era un cittadino americano. A parte questo scritto, il termine risiede nella sua comoda casa Mar-a-lago come TDS, e sia Sanders che il Presidente non hanno mostrato alcun segno di lasciarlo andare in qualsiasi momento presto.

Stare sulla stessa pagina è davvero così difficile?

Si potrebbe pensare che il portavoce ufficiale del presidente sarebbe l’unica persona che è sempre on-messaggio, ma è chiaro che Sanders e il presidente Trump a volte non hanno ottenuto fuori sincronia. Ad esempio, in base a Il Washington Post, Sanders ha sostanzialmente incolpato Trump per il motivo per cui ha lanciato una dichiarazione contraddittoria all’inizio del 2018.

A marzo, Sanders ha negato che Trump sapesse nulla del pagamento dato a Stormy Daniels, che l’ex avvocato di Trump Michael Cohen ha affermato essere dai suoi fondi personali. Sanders ha ammesso di aver avuto “conversazioni con il presidente” sull’argomento. All’inizio di maggio e l’avvocato di Trump Rudy Giuliani è andato in diretta televisiva per affermare che Trump aveva rimborsato Cohen per il pagamento Daniels, il che significa che sapeva sicuramente che il pagamento esisteva.

Sanders ha confermato di non avere idea che Trump sapesse del pagamento in anticipo (anche se, dopo tutto, hanno avuto conversazioni sull’argomento). “La prima consapevolezza che ho avuto è stata durante l’intervista di ieri sera”, ha detto, secondo Il Washington Post.

Questo non è un incidente isolato. Sanders ha avuto uno snafu simile un paio di mesi dopo per il famigerato incontro di Donald Jr. alla Trump Tower con un avvocato russo. Secondo Newsweek, Sanders ha affermato che Trump non ha dettato la dichiarazione di Donald Jr. sull’incontro, ma il team legale di Trump ha affermato di aver avuto.

Lei potrebbe essere lasciare prima di quanto si pensi

A proposito di questa scrittura, il tempo ha già dimostrato che le voci su Sanders licenziato intorno al suo anniversario di lavoro non erano vere. Anche se potrebbe aver superato l’ex segretario alla stampa Sean Spicer, questo non significa che sarà alla Casa Bianca per il lungo raggio.

Secondo Cnn, Sanders non vuole rimanere segretario stampa a lungo termine perché il “programma impegnativo” del lavoro “non si accoppia bene con l’educazione di tre bambini piccoli”. Alcuni sospettavano che Sanders sarebbe uscito intorno alle elezioni di midterm. Secondo CBS Notizie, la segretaria stampa ha detto agli amici che aveva intenzione di partire alla fine del 2018. Quando Cbs ha chiesto circa i suoi piani, ha rifiutato di commentare.

Nonostante le voci e il programma innegabilmente impegnativo, Sanders apparentemente ama il suo lavoro. CBS Notizie ha riferito che il nativo dell’Arkansas si è aperto durante un briefing con la stampa. Disse: “Amo il mio lavoro. Sono felice di lavorare per il presidente … In questo momento penso che il paese sembra abbastanza buono e sono felice di essere parte di questo processo, e ho intenzione di continuare a fare il mio lavoro.

Qualcuno sarà in grado di riempirsi le scarpe?

Sean Spicer è durato circa sette mesi come segretario stampa della Casa Bianca prima di dimettersi. Secondo Il New York Times, si oppose profondamente alla decisione di Trump di assumere Anthony Scaramucci e si sentiva che avrebbe “aggiunto alla confusione” già che circondava la Casa Bianca. Scaramucci durò meno di due settimane. Quindi, gestire le comunicazioni della Casa Bianca sembra essere stato particolarmente tassante all’interno dell’amministrazione Trump, per non dire altro. Ecco perché quelli vicini al presidente hanno riferito di essere andati in modalità panico sul pensiero di Sanders lasciando, secondo Politico.

Il sito ha riferito che la buona reputazione di Sanders alla Casa Bianca ha causato i suoi colleghi a preoccuparsi che sarà difficile riempire le scarpe se lei lascia. Un ex funzionario dell’amministrazione apparentemente ha chiesto: “Chi vorrebbe quel lavoro?” – una domanda che molti di noi si sono chiesti dopo il breve (ma stressante) regno di Sean Spicer.

Tuttavia Il Chicago Tribune ha riferito che la credibilità di Sanders è diminuita dopo numerose contraddizioni e dichiarazioni errate. Anche se, per merito di Sanders, quanto può essere efficace un segretario stampa se non gli viene sempre data la storia completa? Anche se Sanders ha pubblicamente affermato che non aveva intenzione di andarsene, Politico riferisce che Bill Shine, vice capo dello staff per le comunicazioni, ha presumibilmente iniziato a chiedere in giro su possibili sostituzioni (ha negato queste affermazioni e ha definito Sanders un “giocatore totale della squadra”).

Se Sanders se ne andai, sarebbe alla pari per il corso di un’amministrazione afflitta da partenze. L’unica domanda è: chi sarà il prossimo?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui