Per comprendere appieno cosa è successo all’halftime show del Super Bowl del 2004 e dopo, devi anche conoscere la verità sulla complicata relazione tra Janet Jackson e Justin Timberlake. A livello professionale e personale, le due superstar avevano un accordo consolidato che risale alla fine degli anni ’90.

Janet Jackson ha aiutato NSYNC a fare il botto

Alla fine degli anni '90, NSYNC doveva ancora affermarsi come una boy band in grado di strappare il cuore delle ragazze adolescenti negli Stati Uniti Come delineato in un profilo di Rolling Stone del 1998, la boy band ha trovato grande fama in L'Europa prima che il loro paese d'origine li accogliesse. Quindi, quando Janet Jackson li invitò ad aprire per lei il "The Velvet Rope Tour", segnò l'inizio di una nuova era per l'atto pop - improvvisamente, erano legittimi: avevano l'approvazione della regina.

Parlando con MTV News del tour, Justin Timberlake ha suggerito goffamente di essere "entusiasta" di unirsi alla superstar perché, comprensibilmente, era un fanboy totale. "Circa due o tre anni fa avevo il suo poster sulla mia parete", ha detto. Tre anni dopo, quando i membri degli NSYNC erano finalmente delle grandi star negli Stati Uniti a pieno titolo, Timberlake ha reso omaggio a Jackson sul palco durante il suo speciale televisivo "MTV Icon". Si è complimentato con il suo talento? La sua influenza? Il suo suono? Non proprio.

Invece, Timberlake ha scherzosamente interrotto il compagno di band Chris Kirkpatrick durante il suo sincero tributo al leggendario artista, ricordando ripetutamente a tutti che, su scala infantile, Jackson sta "bene". Apparentemente doveva essere un pezzo carino e sciocco - un sentimento che gli adolescenti arrapati del paese potevano accettare - ma di certo non è invecchiato bene, anche se Jackson è stato mostrato ridendo in quel momento.

Janet Jackson e Justin Timberlake hanno scatenato voci sugli appuntamenti

Nel 2002, un anno dopo che Justin Timberlake ha lustrato pubblicamente il palco dello spettacolo del premio "MTV Icon" con la sua bava per Janet Jackson, il cantante di "Sexy Back" era da poco single ed era legato sentimentalmente al hitmaker di "Nasty".

Secondo il New York Post (tramite ABC News), l'"improbabile coppia" è stata avvistata "facendosi davanti a tutti" alla festa di compleanno di Missy Elliott. Ancora più strano, il futuro partner di Jackson, Jermaine Dupri, è stato nominato dalla pubblicazione come un testimone oculare che ha notato i due "urtare e macinare insieme in un club di Los Angeles". I tabloid hanno riempito la voce, con punti vendita tra cui Star (tramite Pop Dirt) che diffondevano pettegolezzi secondo cui Timberlake è stato "scaricato" da Jackson "dopo un mese di maratone di sesso bollente".

Naturalmente, le voci non sono state verificate e probabilmente è stato meglio prenderle con le pinze. Soprattutto da alcuni mesi dopo che sono emerse le voci, così è stato anche fatto un annuncio effettivo: Jackson è stato confermato come ospite nel primo album solista di Timberlake, "Justified". Cantando nella traccia "(And She Said) Take Me Now", la "voce traspirante" di Jackson è stata descritta da MTV News all'epoca come "la traccia sfrigola con più sensualità". Il tempismo era perfetto. Chi non voleva sentire la rumorosa chimica tra questi due in un duetto sexy?

Un ospite segreto al Super Bowl

Nel 2004, l'apparente chimica tra Janet Jackson e Justin Timberlake era ancora un letto di brace ardente che poteva essere attizzato ogni volta che uno dei due aveva bisogno di una spinta promozionale. Prima della sua tanto acclamata esibizione al Super Bowl, Jackson ha tenuto segreta l'apparizione come ospite del suo presunto ex amante. La rivelazione a sorpresa di Timberlake era destinata a catturare i titoli dei giornali, ma è diventata nota per aver afferrato altre cose, invece.

Prima della trasmissione in diretta, il coreografo di Jackson, Gil Duldulao, ha persino anticipato a MTV News che ci sarebbero stati "alcuni momenti scioccanti" da aspettarsi durante lo spettacolo dell'intervallo. Sono state una scelta di parole sfortunata, dato ciò che sarebbe trapelato dall'evento reale e il furore che avrebbe causato. Tanto che MTV, che ha prodotto lo spettacolo dell'intervallo, ha persino dovuto aggiungere una nota dell'editore alla notizia per rassicurare le persone che non erano in qualche modo in combutta con il grande colpo di reggiseno del 2004.

"MTV pensava che lo 'shock' sarebbe stato l'apparizione non ancora annunciata di Justin Timberlake", hanno scritto, e hanno aggiunto - in un linguaggio così in preda al panico che puoi praticamente sentire il sudore ansioso che gocciola sulla tastiera - che " la performance successiva non era quella che era stata provata, discussa o concordata con MTV." Allora, cos'è successo?

Janet Jackson è stata esposta in diretta TV

Dopo aver battuto e macinato un'intera canzone su "Rock Your Body", Janet Jackson e Justin Timberlake hanno portato lo spettacolo dell'intervallo del Super Bowl - e l'America con esso - a un brusco arresto con un netto strappo di tessuto. Dopo aver lasciato cadere il suo testo suggestivo, "Scommetto che ti avrò nudo entro la fine di questa canzone", la cantante di "Justified" ha tirato fuori la coppa del bustier di Jackson, esponendo il suo seno. Il feed dal vivo ha immediatamente interrotto i due artisti e ne è seguito il caos.

Secondo una dichiarazione rilasciata da un rappresentante dell'interprete di "Rhythm Nation" a E!, l'incidente è stato il risultato di un'ingegneria difettosa dell'indumento di Jackson. "Justin avrebbe dovuto tirare via il bustier di gomma per rivelare un reggiseno di pizzo rosso", hanno spiegato, tuttavia, "L'indumento è crollato e il suo seno è stato scoperto accidentalmente".

Secondo il documentario del New York Times "Malfunction: The Dressing Down of Janet Jackson", Jackson è stato descritto mentre piangeva nel backstage in una coperta dopo l'incidente. Secondo quanto riferito, è quindi "fuggita" di nuovo a Los Angeles senza parlare con nessuno (tramite Today). Anche se Timberlake è stato descritto come una persona di scusa nel backstage, davanti alle telecamere, il cantante era tutto spavaldo. In un'intervista post-show con Access Hollywood, ha scherzato: "Ci piace dare a tutti voi qualcosa di cui parlare" (tramite Glamour). Piuttosto.

Puntare la colpa

Il contraccolpo sull'incidente del Super Bowl è arrivato rapidamente e pesantemente, e anche in modo sproporzionato. MTV ha addebitato la colpa direttamente a Janet Jackson, con l'amministratore delegato della rete Tom Freston che ha detto a Reuters di aver "ingegnerizzato" l'incidente del seno scoperto. Ha anche suggerito che Justin Timberlake sia stato "informato dell'acrobazia" solo prima di salire sul palco, come se la pop star fosse una vergine ingenua e sacrificale agli dei della cattiva pubblicità (tramite People).

Nel frattempo, la Federal Communications Commission stava conducendo un'indagine per stabilire se l'intera performance avesse violato gli standard di indecenza. Come riportato dal Washington Post, "ciascuna delle 200 stazioni di proprietà e affiliate di Viacom" stava affrontando multe fino a $ 27.500, e sia Jackson che Timberlake stavano affrontando potenziali sanzioni come individui. Sebbene ci siano voluti due per fare il tango strappato, le stelle si sono scusate come individui piuttosto che come duo.

Timberlake ha rotto il suo silenzio prima scusandosi per "il malfunzionamento del guardaroba", che ha assicurato al pubblico "non era intenzionale ed è deplorevole", secondo MTV News. Il giorno dopo, Jackson ha rilasciato le sue scuse, che hanno confermato che la decisione di "rivelare il costume" è stata "presa dopo le prove finali". Purtroppo è andato storto. "Non era mia intenzione arrivare così lontano", ha detto, secondo Entertainment Weekly. "Chiedo scusa a chiunque si sia offeso".

Il signor JT fa la cattiva alla signora Jackson

Nonostante tutti i tentativi di scusarsi, il grande autobus infuriato dell'indignazione ha continuato a bruciare gomma attraverso l'industria dell'intrattenimento - e Justin Timberlake sembrava non perdere tempo a buttarci sotto Janet Jackson. In un'intervista con KCBS (tramite il Washington Post), la star di "Cry Me a River" ha suggerito che Jackson e il suo coreografo lo avessero chiamato poco prima dello spettacolo dicendogli "di toglierle il reggiseno" durante l'esibizione. Quando ha eseguito il presunto piano durante la trasmissione in diretta, è stato successivamente "'scioccato e sconvolto' per scoprire un seno sotto".

Che cosa esattamente il cantante si aspettasse di trovare lì sotto è un'ipotesi di chiunque, ma a prescindere, l'apparente innocenza di Timberlake era stata seriamente macchiata. L'incidente aveva anche, a quanto pare, fatto naufragare un anno perfetto. "Sono frustrato per l'intera situazione", ha detto alla stazione radio, "Sono frustrato che il mio personaggio venga messo in discussione e il fatto è che, sai, ho avuto un buon anno, davvero un buon anno, soprattutto con la mia musica." A parte questo inconveniente di carriera, avrebbe continuato a godersi un anno davvero buono. Ma Jackson? Non così tanto. Per prima cosa, un portavoce dell'attore ha detto a Variety (tramite Entertainment Weekly) che ha perso un ruolo da protagonista in un film biografico su Lena Horne perché Horne era così sconvolta dall'incidente del Super Bowl.

Il costo di un Grammy? una scusa

Nonostante le voci secondo cui sia Janet Jackson che Justin Timberlake sarebbero stati banditi dai Grammy Awards del 2004 a causa della loro apparente cattiva condotta professionale al Super Bowl, solo uno di loro è stato "tagliato" dalla cerimonia. Prima dello spettacolo, gli addetti ai lavori hanno detto al New York Times che Jackson "avrebbe o si sarebbe dimesso o gli sarebbe stato chiesto di dimettersi". E lei era, infatti, assente alla cerimonia di premiazione di quell'anno.

Secondo Entertainment Weekly, la cantante di "Together Again" aveva rifiutato l'opportunità di scusarsi pubblicamente all'evento, motivo per cui non era stata invitata a partecipare. Timberlake, nel frattempo, ha accettato le condizioni della sua presenza e si è scusato ancora una volta nel mezzo del suo discorso di ringraziamento per aver vinto il Grammy per la migliore performance vocale pop maschile per "Cry Me a River". "È stata una settimana dura per tutti", ha detto, come se il seno nudo di Jackson avesse rovinato la vita in tutto il paese, prima di riaffermare ancora una volta la natura "non intenzionale, completamente deplorevole" dell'incidente.

Ed è bastato questo. Timberlake è stato apparentemente perdonato, mentre Jackson è stato lasciato fuori al freddo.

Justin Timberlake era filosofico, mentre Janet Jackson ha lottato

Mentre la carriera di Justin Timberlake sembrava essere tornata sulla buona strada, compreso il suo accordo da 6 milioni di dollari apparentemente a prova di proiettile con McDonald's (tramite People), Janet Jackson aveva incontrato un grosso ostacolo. Come riportato da Today, il suo album del 2004, "Damita Jo", è stato un fallimento commerciale rispetto ai suoi dischi precedenti, e ha inoltre ricevuto una risposta mista dalla critica, la più cinica delle quali ha confuso la polemica dell'incidente del Super Bowl con il tono impopolare del disco.

Il Washington Post, ad esempio, ha accusato "Damita Jo" di essere "umido di sesso" - qualcosa che secondo loro è servito come un promemoria "della trovata pubblicitaria" prima. "Come mettersi a nudo in televisione", hanno lamentato, "'Damita' ha un pizzico di disperazione". Con Timberlake sopravvissuto al contraccolpo relativamente indenne, ha colto l'occasione per parlare finalmente della disparità di trattamento che aveva ricevuto rispetto a Jackson.

"Probabilmente ho avuto il 10% della colpa", ha ammesso durante un'intervista del 2006 con MTV News, "E questo dice qualcosa sulla società. Penso che l'America sia più dura con le donne, e penso che l'America sia ingiustamente dura con le persone etniche". Infatti. Ma con il passare degli anni, Timberlake ha mai usato il suo privilegio riconosciuto per supportare Jackson durante le sue lotte di carriera? Apparentemente no. E come la star di "Cosa hai fatto per me ultimamente" avrebbe continuato a sostenere, lei e Timberlake non si sono parlati dopo l'incidente.

I cantanti erano ancora amici?

Durante un'apparizione del 2018 in "The Oprah Winfrey Show", Janet Jackson si è aperta sull'incidente del Super Bowl e non si è morsa la lingua quando si trattava della disparità di colpa. "Tutta l'enfasi è stata posta su di me, non su Justin", ha detto, prima di suggerire che la loro relazione potrebbe essere stata cambiata dall'evento. Sebbene la superstar abbia chiarito che considerava ancora Timberlake "un'amica", ha anche sottolineato che non si erano parlati dallo spettacolo, e potrebbe aver avuto le sue ragioni per questo.

"Justin ha raggiunto [but] non ci siamo parlati", ha detto, spiegando ulteriormente, "L'amicizia è molto importante per me, e certe cose che non fai agli amici. ... A tempo mio, lo chiamerò." La "Ms. Jackson, se sei cattivo" l'icona non ha chiarito cosa fossero esattamente quelle "certe cose", ma ha rivelato di aver sentito delle osservazioni che Timberlake avrebbe fatto sull'incidente e sembrava anche essere d'accordo con il sentimento di Winfrey che aveva l'ha lasciata "impiccata".

Naturalmente, c'erano voci secondo cui Timberlake non era entusiasta delle dichiarazioni di Jackson. Secondo un rapporto di Today del 2006, i fan si sono convinti che l'ex star della boy band abbia fatto riferimento all'intervista di Oprah nel brano di Timbaland "Give It To Me", che sembrava essere una presa in giro sprezzante di Jackson. La star ha iniziato a parlare con le lingue scodinzolanti quando ha cantato: "Ho visto che cercavi di comportarti in modo carino in TV/Fammi solo chiarire l'aria/Ci sei mancato nelle classifiche la scorsa settimana/[Bleep] esatto, tu non c'eri" (via Genius). Di classe.

Un decennio di riflessione

Gli ci è voluto più di un decennio, ma nel 2018 Justin Timberlake sembrava mostrare una migliore comprensione della situazione con Janet Jackson e del suo ruolo in essa. In un'intervista a Beats 1 con Zane Lowe, il musicista e la star di "Southland Tales" hanno riflettuto sulla sua cattiva gestione della situazione. "Ho fatto incrociare i fili", ha detto. "È solo qualcosa a cui devi guardare indietro ed essere tipo: 'Beh, ok, non puoi cambiare quello che è successo, ma puoi andare avanti e imparare da esso".

Ancora più importante, forse, la star ha anche affermato che lui e Janet avevano finalmente risolto i loro problemi e fatto pace. "Non so che molte persone lo sappiano", ha aggiunto, spiegando che non considerava il suo "lavoro" informare il pubblico di queste cose. Avrebbe potuto mantenere private queste vibrazioni positive riforgiate tra sé e Janet, ma questo non significava che non avrebbe ancora fatto riferimento all'incidente in pubblico. E dopo la sua intervista a Beats 1, un insider della famiglia Jackson ha detto al New York Post che Janet ancora non si "fidava" di Timberlake e non aveva "superato il modo in cui non si è fatto uomo".

Una nuova polemica per il Super Bowl

Nel 2018, era finalmente giunto il momento per Justin Timberlake di partecipare al grande giro dello spettacolo dell'intervallo del Super Bowl, e sembrava che tutto ciò di cui si potesse parlare fosse se avrebbe tenuto un posto per Janet Jackson. Prima della sua grande esibizione, il New York Post ha persino riferito che il padre di Janet, Joseph Jackson, pensava che fosse necessario per Timberlake sistemare le cose durante l'evento. "Se è un tale gentiluomo, si assicurerebbe che Janet [Jackson] c'è", ha detto al giornale.

Il giorno seguente, tuttavia, Janet ha spento tutte le speranze sulla sua partecipazione allo spettacolo dell'intervallo di Timberlake rendendo chiara la sua posizione su Twitter. Esprimendo i suoi sentimenti nel modo più semplice e brusco possibile, la superstar ha scritto: "Per mettere a tacere qualsiasi speculazione o voce sul fatto che mi esibirò al Super Bowl domani: non lo farò" (via Refinery 29).

Come riportato da Time, Timberlake ha comunque commesso "un sottile riconoscimento" dell'incidente "nipplegate" senza il coinvolgimento di Janet. Cantando "Rock Your Body" - la melodia che faceva da colonna sonora al brouhaha originale - il cantante ha gridato precipitosamente "Stop!" proprio prima del testo offensivo originale sul mettersi a nudo, che in precedenza era seguito da Timberlake che gettava a mare la coppa del reggiseno di Janet proprio dal suo corpo.

Ciò che va, torna

Nel 2021, Justin Timberlake è stato costretto a rivalutare il suo comportamento all'interno dello specchio nero dei media. Con l'uscita di due documentari del New York Times incentrati sul maltrattamento di Britney Spears e Janet Jackson durante i primi anni '00, la superstar non solo sembrava considerare i suoi contributi a tale cultura, ma anche i suoi guadagni da essa.

In un post su Instagram condiviso all'inizio dell'anno, Timberlake si è scusato sia con la Spears che con Jackson - che ha descritto come aver "fallito" - e ha riconosciuto che ci sono stati momenti in cui "ha parlato a sproposito, o non ha parlato per quello che era Giusto." "Non sono stato all'altezza in questi momenti", ha scritto, "e ho beneficiato di un sistema che perdona la misoginia e il razzismo".

Mi è sembrata una dichiarazione sincera e appropriata. Tuttavia, è stato leggermente minato dal comportamento del manager di Timberlake, Johnny Wright, solo pochi mesi dopo. Apparentemente un po' amareggiato per il fatto che Jackson non abbia riconosciuto pubblicamente la dichiarazione del suo cliente, Wright avrebbe scritto un commento su un post di Instagram in cui Jackson ha esortato i suoi follower "ad amare, non a odiare". Come riportato da The Mirror, usando l'account di Timberlake, Wright ha scritto: "Dovresti prendere questo consiglio e applicarlo alla tua relazione con Justin".

Il commento è stato apparentemente cancellato, con una fonte che in seguito ha suggerito a Page Six che "Justin non era a conoscenza" che il suo manager lo avesse scritto e pubblicato.

Giustizia? Janet Jackson vuole solo l'agenzia sulla sua narrativa

Nel 2021, la rinnovata attenzione data al trattamento di Janet Jackson all'indomani dello spettacolo dell'intervallo del Super Bowl del 2004 è arrivata potenzialmente un po' troppo tardi perché la superstar se ne prendesse cura. Dopo la prima di "Malfunction: The Dressing Down of Janet Jackson", ad esempio, la cantante ha continuato a mantenere il suo dignitoso silenzio sull'argomento.

Tra le proteste pubbliche, però, ha preso a Twitter condividere una dichiarazione criptica che esorta le persone a essere gentili. "Non sono sicuro che tu abbia ricevuto il promemoria", ha scritto. "Ma non siamo più in competizione, ci stiamo apprezzando e incoraggiando a vicenda". Se l'artista stesse parlando o meno delle persone coinvolte nell'incidente del Super Bowl potrebbe rimanere un mistero. Quel che è certo, però, è che non era proprio a sostegno del documentario in questione.

Secondo l'ex stilista di Jackson - e il designer del suo costume del Super Bowl - Wayne Scot Lukas, la superstar ha chiesto a lui e ad altri di non contribuire. Ha detto a Page Six: "Vuole raccontare la sua storia" e ha aggiunto che non era esattamente d'accordo con l'esistenza di "Malfunzionamento". "Non ha chiesto un documentario su 'Free Janet'", ha detto. "Non è interessata."

Non è chiaro dove si trovi attualmente l'amicizia di Jackson e Timberlake. Ma se hanno fatto una pace duratura e riacceso il loro affetto platonico l'uno per l'altro probabilmente continuerà a non essere visto agli occhi del pubblico. Dopo tante attenzioni riservate a loro due, forse entrambi meritano un po' di privacy.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui