Mentre si sa così tanto del defunto attore e comico Robin Williams, forse un fatto meno noto su di lui è che era un grande fan di “The Legend of Zelda”, la serie di giochi Nintendo di successo. In effetti, Williams era un così grande fan del franchise che ha chiamato sua figlia come il personaggio del titolo. Inoltre, Robin e Zelda Williams sono apparsi entrambi in una serie di spot pubblicitari nei primi anni del 2010 che promuovevano gli ultimi titoli della serie all’epoca: “Skyward Sword”, “Ocarina of Time 3D” e “Four Swords”.

A parte queste apparizioni, Zelda ha mantenuto un profilo relativamente basso, soprattutto rispetto al suo famoso padre. La sua pagina Instagram, nonostante abbia più di 260.000 follower, è completamente vuota. Nella sua biografia, esprime il suo disgusto per i social media, scrivendo: “All’inizio è stato creato Internet. Questo ha fatto arrabbiare molte persone ed è stato ampiamente considerato come una mossa sbagliata…”

Allora chi è il vero Zelda? Ecco cosa sappiamo.

Zelda Williams è un attore, scrittore e regista

Come suo padre, anche Zelda Williams ha alle spalle qualche esperienza di recitazione. Secondo IMDb, il suo primo ruolo è stato nel film TV “In Search of Dr. Seuss”, in cui è apparsa accanto a suo padre. In seguito ha avuto alcuni ruoli ricorrenti di doppiaggio in “The Legend of Korra” e “Teenage Mutant Ninja Turtles”.

Nel 2018, ha pubblicato “Shrimp”, un cortometraggio da lei scritto e diretto, presentato in anteprima quell’anno al Tribeca Film Festival, secondo Entertainment Weekly. Williams ha detto allo sbocco che il film, che racconta gli imbrogli di una tana dominatrice, è stato ispirato da un imbarazzante incontro in un bar durante il quale un uomo si è avvicinato a lei pensando che fosse una dominatrice. Affascinata, ha deciso di oscurare le dominatrici in una tana di Los Angeles, che l’ha ispirata a realizzare un progetto che le ritraesse in una luce più morbida. “È un mondo diverso da quello che penso sia stato ritratto prima di questo. Non credo che venga trattato molto bene”, ha detto Williams. “Il mondo è incredibilmente comprensivo, non giudicante. L’intero fondamento è sul consenso e sull’apertura.”

Dopo la premiere al Tribeca, Gunpowder & Sky ha acquistato il cortometraggio con l’intento di trasformarlo in una serie TV, secondo Variety. La società ha pianificato di provare a vendere la serie a un servizio di streaming o a una rete televisiva premium come HBO o Starz. Non è chiaro fino a che punto la serie sia arrivata nel processo di sviluppo.

Zelda vuole che le persone smettano di inviare le sue impressioni su suo padre

Robin Williams continua a essere un’ispirazione per i comici di tutto il mondo. A ottobre, il comico Jamie Costa ha caricato una scena di prova di se stesso che ritrae Williams sul set di “Mork & Mindy” scoprendo che il suo amico, John Belushi, è morto. La clip è diventata virale, ottenendo oltre 3 milioni di visualizzazioni in soli tre giorni. Apparentemente, molte persone hanno inviato il video a Zelda Williams.

Sfortunatamente, non era divertita come loro. “Ragazzi, lo dico solo perché non credo che si fermerà finché non lo riconoscerò… per favore, smettetela di inviarmi il ‘filmato di prova’”, ha twittato. “L’ho visto. Jamie è super talentuoso, questo non è contro di lui, ma è strano che mi abbiate fatto spammare un’impressione del mio defunto papà in uno dei suoi giorni più tristi.” In risposta, alcuni utenti hanno risposto al tweet di Zelda con foto dei loro animali domestici, un gesto che ha apprezzato. “È BELLO”, ha scritto in un follow-up tweet, aggiungendo, “per favore mandami sempre tutte le foto dei tuoi dipendenti pelosi (o squamosi/appuntiti), per favore e grazie!”

Alcuni utenti nelle risposte hanno sezionato la reazione iniziale di Zelda. “Penso che tutti si sentano come se avessero lo stesso diritto perché anche loro sono cresciuti con i suoi film e che era quasi come una parte della vita di tutti, anche se non sapranno mai cosa fosse veramente fuori dallo schermo”, ha scritto uno tweeter. Ma un altro ha risposto, “Non hanno gli stessi diritti di sua figlia. Ha chiesto alla gente di smetterla. Dovrebbe bastare.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui