Lady Gaga si scusa per aver affermato che Rick Genest, il modello di “Zombie Boy” che ha recitato nel suo video musicale “Born This Way”, è morto suicida la scorsa settimana.

La Madre Mostro ha preso Twitter sabato 4 agosto 2018, per condividere le sue più sentite scuse, scrivendo: “In segno di rispetto per la famiglia di Rick, Rick e la sua eredità, mi scuso se ho parlato troppo presto perché non c’erano testimoni o prove a sostegno di una conclusione per la causa della sua morte. Non intendevo in alcun modo trarre una conclusione ingiusta. Le mie più sentite condoglianze a tutta la sua famiglia e ai suoi amici. ”

In un follow-up twittare, Gaga ha scritto: “L’arte che abbiamo creato era sacra per me ed ero emozionato, era un artista incredibile e la sua arte e il suo cuore vivranno. Riposa in pace, bellissima anima.”

Come Nicki Swift precedentemente riportato, Genest è stato trovato morto nella sua casa di Montreal, in Canada, mercoledì 1 agosto. Aveva 32 anni. Il giorno seguente, Gaga ha scritto in parte in un tweet cancellato da allora: “Il suicidio dell’amico Rick Genest, Zombie Boy è oltre il devastante. Dobbiamo lavorare di più per cambiare la cultura, portare la salute mentale in primo piano e cancellare lo stigma che non possiamo parlarne … Dobbiamo salvarci a vicenda. “

All’epoca, la sua causa di morte non era stata confermata. Nonostante le conclusioni iniziali tratte sia dalla pop star che dalle autorità, rapporti successivi hanno suggerito che la morte di Genest dopo una caduta da un balcone del terzo piano potrebbe essere stata un incidente. Come ha detto il suo manager, Karim Leduc Persone rivista, “Per noi, la famiglia e il vicino entourage, riteniamo che ci siano troppe incongruenze intorno alla sua morte per considerarla un suicidio, e perché le persone saltino a conclusioni che rapidamente sono state deludenti”.

Leduc, che ha descritto il balcone in questione come “molto pericoloso”, ha spiegato che il modello pesantemente tatuato aveva detto alla sua ragazza che stava uscendo sul balcone per fumare una sigaretta. In seguito lo ha trovato a terra dopo averlo controllato. “Non è qualcuno che, secondo noi, si suiciderebbe”, ha continuato Leduc, osservando che Genest, che era sobrio al momento della sua morte, non ha lasciato un biglietto. Ha aggiunto: “Anche se stava attraversando un’emozione molto difficile[al] periodi in quel momento, ha resistito “.

I nostri pensieri sono con i cari di Genest durante questo periodo difficile.

Se tu o qualcuno che conosci ha bisogno di aiuto, chiama la National Suicide Prevention Lifeline al numero 1-800-273-TALK (8255).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui