Dal momento in cui la relazione tra il principe Harry e Meghan Markle è trapelata sulla stampa, l’ex attore è stato paragonato alla principessa Diana. Quasi chiunque abbia sorvolato su un tabloid può vedere le chiare somiglianze. Prima di stabilirsi all’interno della corona, Meghan viveva in una confraternita e Diana aveva tre coinquilini. Entrambi sono stati allontanati da un genitore (la madre di Diana se n’è andata quando lei aveva cinque anni, e il padre di Meghan continuava a parlare con la stampa), ma al di là di tutto, la coppia notoriamente ha lottato per adattarsi alla vita reale. L’unica chiara differenza è che una ha deciso di rimanere – e alla fine ha avuto la sua vita tragicamente interrotta – e l’altra ha deciso di salvarsi.

La somiglianza di Meghan con la Principessa del Galles ha motivato l’uscita della coppia dalla corona poiché Harry temeva che “la storia si stesse ripetendo” tra i diffusi maltrattamenti di Meghan sulla stampa. “Mia madre è stata inseguita fino alla morte mentre aveva una relazione con qualcuno che non era bianco e ora guarda cosa è successo”, ha detto a Oprah Winfrey nella loro intervista bomba (tramite People). “Vuoi parlare della storia che si ripete, non si fermeranno finché [Meghan] muore.”

Una lotta condivisa non è l’unico luogo in cui Meghan può relazionarsi con la sua defunta suocera. In questa intervista esclusiva, Stewart Pearce, ex vocal coach della principessa Diana e autore di “Diana Voice of Change”, spiega come le voci della coppia siano la loro massima somiglianza.

La principessa Diana e Meghan Markle sono “la voce del cambiamento” secondo Stewart Pearce

Sia la principessa Diana che Meghan Markle possedevano un senso unico di candore per i membri di una famiglia storicamente a denti stretti. Meghan è stata straordinariamente aperta sull’esperienza di pensieri suicidi tra i titoli dei tabloid diffusi denigratori e francamente razzisti, ma decenni prima dell’intervista a Oprah Winfrey dei Sussex o del saggio straziante di Meghan sull’aborto spontaneo, la principessa Diana si è aperta in un’intervista altrettanto scioccante con Martin Bashir . Sebbene sia diventata fonte di controversie, è stato il primo posto in cui ha rivelato la sua lotta con la bulimia e ha confermato la relazione di suo marito.

“Sento che [Meghan and Diana] rispecchiano l’un l’altro in termini di fatto che sono vasi di cambiamento per aiutare le donne del mondo ad andare avanti per poter parlare della tirannia e dell’inganno che hanno sperimentato dagli uomini nelle loro vite”, Pearce racconta Nicki Swift “… O per esempio, in questo caso, gli uomini che controllano effettivamente l’establishment reale”.

Come nota Pearce, quegli uomini non sono specificamente membri della famiglia reale, ma piuttosto gli “uomini in abito grigio” che “hanno ignorato” Meghan quando ha chiesto aiuto. “Ora questa è l’energia che deve cambiare”, dice. Pearce crede che la volontà sia di Meghan che di Diana di rompere le finestre opache del palazzo sia “la forza che porterà a quel potente cambiamento”. Per quanto riguarda se la principessa Diana avrebbe approvato o meno che i Sussex abbandonassero la nave e si trasferissero negli Stati Uniti, Pearce crede che “sarebbe stata in pieno sostegno”.

Il libro di Stewart Pearce, “Diana the Voice of Change”, è disponibile oggi su Amazon o nelle librerie di tutto il mondo.

Se tu o qualcuno che conosci sta avendo pensieri suicidi, chiama la National Suicide Prevention Lifeline​ al​ 1-800-273-TALK (8255)​.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui