L’attrice Asia Argento sta parlando contro l’ex star dei bambini Jimmy Bennett, che l’ha accusata di violenza sessuale il mese scorso.

Mercoledì 5 settembre 2018, l’attrice italiana ha rilasciato una lunga dichiarazione tramite il suo avvocato, Mark Heller, in cui non solo ha affermato che Bennett aveva effettivamente aggredito sessualmente Suo durante un presunto incidente del maggio 2013, ma ha anche annunciato il lancio di quella che lei chiama “Fase Due” del movimento #MeToo islamico.

Come Nicki Swift segnalato in precedenza, Il New York Times ha rivelato alla fine di agosto 2018 che Argento aveva tranquillamente pagato Bennett, il suo ex Il cuore è ingannevole sopra ogni cosa co-protagonista, 380.000 dollari all’inizio di quest’anno dopo che ha affermato che lei lo aveva aggredito sessualmente quando aveva solo 17 anni e lei 37. Argento in seguito negò le accuse, affermando che “non aveva mai avuto alcuna relazione sessuale con Bennett”, e che il suo defunto fidanzato, Anthony Bourdain, aveva pagato l’accordo per evitare pubblicità negativa. Poco dopo, Tmz trapelato uno scambio di messaggi di testo in cui Argento ha scritto alla sua amica e attrice-attivista partner Rose McGowan, modella Rain Dove, “Il bambino cornea mi ha saltato … Ho fatto sesso con lui, mi è sembrato strano. Non sapevo che fosse un minore fino alla lettera shakedown “.

Nella sua nuova dichiarazione, Argento, che è stato recentemente licenziato come giudice da X Factor Italia, ha sostenuto le sue osservazioni precedenti e i testi, affermando che “il suo rapporto con Bennett non è mai stato sessuale”. Tuttavia, ha accusato Bennett di averla “attaccata sessualmente” durante il presunto incidente, aggiungendo che lei “ha scelto al momento di non perseguirlo”. L’attrice 42enne ha continuato a parlare del suo “passato sfortunato, della carriera di attore in stallo”, della presunta storia dell’uso di droghe e della “disperazione per cercare denaro”.

“Lei è fiduciosa che in Corte di opinione pubblica alla fine sarà determinato che Asia non ha mai avviato un contatto sessuale inappropriato con un minore”, ha dichiarato l’avvocato di Argento. “Ma piuttosto è stata attaccata da Bennett e potrebbe anche subire il fallback di una campagna diffamatoria da parte di coloro che sono già stati accusati che hanno un interesse acquisito nei loro accusatori essere negato credibilità.”

Argento era diventato una voce di spicco del movimento #MeToo dopo aver accusato il produttore cinematografico Harvey Weinstein di violenza sessuale nell’ottobre 2017. Pur posizionandosi come una “pioniere” della prima fase del movimento – un’iniziativa lanciata dall’attivista Tarana Burke oltre un decennio prima che Hollywood la trasformasse in una campagna virale sui social media in mezzo allo scandalo Weinstein – l’attrice ha spiegato che questa nuova “Fase Due” significherebbe che “tutte le vittime, che abbiano condotto o meno una vita senza macchia, dovrebbero avere il coraggio di farsi avanti e non avere paura che gli abusi di cui si lamentano siano colorati dalla loro storia”. Ha usato la sua situazione attuale come esempio.

Poco dopo che Argento ha rilasciato la sua recente dichiarazione, Bennett avrebbe deciso di presentare un rapporto di polizia e una denuncia di aggressione sessuale contro la star del cinema con il dipartimento dello sceriffo della contea di Los Angeles, Tmz Rapporti. Riguardo ai commenti di Argento sulla presunta storia di Bennett, l’avvocato dell’attore-musicista, Gordon Sattro, ha detto al gossip: “L’attacco al personaggio del mio cliente non ha alcuna influenza sugli eventi avvenuti il 9 maggio 2013. Queste sono dichiarazioni che hanno lo scopo di intimidire, vergognare e insultare il mio cliente.

Mentre rompeva il suo silenzio sulla questione alla fine del mese scorso, Bennett aveva dichiarato: “Non ho inizialmente parlato della mia storia perché ho scelto di gestirla in privato con la persona che mi ha fatto del male. Il mio trauma riemerse come lei stessa è uscita come una vittima. Aggiungendo che era pronto ad andare avanti dalla situazione, scrisse: “Ho dovuto superare molte avversità nella mia vita, e questo è un altro che mi occuperò, nel tempo. Vorrei superare questo evento nella mia vita, e oggi scelgo di andare avanti, non più in silenzio”.

Purtroppo per Argento, non tutti sembrano comprare la sua ultima dichiarazione – ed è forse a scapito del #MeToo europeo. L’ex star Disney Bella Thorne, per esempio, Twittato in risposta: “Sono disgustato. Non voglio più essere parte del Movimento. Jimmy era un ragazzino. Questo è grossolano. Mentre Scrittura, “Se questo è ciò che il me troppo movimento sta per essere circa ora io non sono qui per questo,” ha Aggiunto, “Victim shaming. Semplicemente orribile.

All’inizio di questa settimana, l’attrice Alyssa Milano, che ha reso popolare il movimento su Twitter alla fine dello scorso anno, si è sfogata contro alcuni media che hanno usato le accuse di Argento per sbattere l’iniziativa. Come ha detto La collina martedì 4 settembre, “Penso che i media abbiano fatto un ottimo lavoro a saltare in cima al movimento #MeToo in ogni singola occasione che hanno avuto modo di minare e screditare ciò per cui tutti abbiamo combattuto”.

Mentre nuovi dettagli sul presunto incontro sessuale di Argento e Bennett continuano a emergere, è interessante notare che dopo lo scandalo degli abusi sessuali in corso di Weinstein scoppiato lo scorso ottobre, un certo numero di altre figure potenti a Hollywood sono state accusate di cattiva condotta sessuale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui