Lauren London ha vissuto uno dei più grandi dolori della vita: perdere il suo partner di lunga data e anima gemella, Nipsey Hussle. Il rapper, all’anagrafe Ermias Joseph Asghedomwas, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco il 31 marzo 2019 proprio fuori dal suo negozio, “The Marathon Clothing”, per TMZ. London e Nipsey Hussle si sono incontrati nel 2013 dopo che lei lo ha contattato per l’acquisto del suo nuovo mixtape “Crenshaw” – al prezzo di $ 100 a copia – come regalo per i suoi co-protagonisti di “The Game”, uno spettacolo BET in cui lei era protagonista in quel momento, per GQ. I due si sono poi susseguiti su Instagram, e il resto è storia.

?s=109370″>

La coppia è uscita per cinque anni e ha accolto il loro bambino Kross Ermias nel 2016, solo pochi anni prima della morte di Nipsey Hussle, secondo Persone. “Era un padre molto gentile. Estremamente gentile. Molto presente”, ha detto London a GQ in un’altra intervista con l’outlet. Ha anche aggiunto quanto amava quanto fosse spontaneo. “Sarebbe tipo, ‘Boog, andiamo fuori città.’ E io andrei con lui e senza bagagli. Era molto divertente in quel modo. Amava divertirsi”.

Anche se è stato molto difficile far fronte alla sua prematura scomparsa e al dover crescere il figlio da sola, London ha recentemente parlato di come ha affrontato tutto.

Lauren London si arrende alla vita

Lauren London è stata ospite del podcast di Jay Shetty “On Purpose” e durante la loro conversazione ha condiviso come è riuscita a gestire i numerosi ostacoli che la vita ha gettato nella sua direzione, inclusa la morte del suo partner e del padre del figlio, Nipsey Hussle. “Quando hai questo piano per la tua vita, come dovresti, se o quando questo dovesse deragliare, e ora hai il piano B … che non avevi pianificato, è l’ultima prova di resa”, ha detto a Shetty . “Perché alla fine della giornata tutto il controllo che pensiamo di avere, non lo facciamo”.

Londra ha continuato a parlare del potere dietro l’arrendersi all’incertezza della vita, perché alla fine non abbiamo voce in capitolo su cosa accadrà. “Saremo tutti sotto controllo dalla vita in un modo o nell’altro, quindi potrei concentrati anche sulla mia illuminazione e rotola con il fiume e non combattere con le rocce”. L’attore di “ATL” ha scelto di mantenere un basso profilo da quando ha perso l’amore della sua vita, ma nell’aprile 2021 è tornata sul grande schermo per il suo primo progetto di recitazione in due anni, secondo ET.

“Non possiamo fermarci, sai?” ha detto a Shetty. “Abbiamo uno scopo, tutti noi, ed è importante che i miei figli mi vedano andare avanti con dolore, non solo rannicchiato in una palla, perché mi sono rannicchiato in una palla per molto tempo”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui