L’FBI ha confermato il 21 ottobre che i resti di Brian Laundrie sono stati identificati, ma rimangono ancora molte domande sul tragico omicidio della fidanzata di Brian, Gabby Petito, che è stata uccisa per strangolamento. Detto questo, ora c’è almeno un’idea dello stato d’animo di Brian in quel giorno di settembre quando lasciò la casa dei suoi genitori prima di scomparire nella Carlton Reserve in Florida, dove si trovavano i suoi resti.

Il 21 ottobre, l’avvocato di Chris e Roberta Laundrie, Steven Bertolino, ha fatto un’apparizione televisiva che ha sollevato le sopracciglia. Non solo ha espresso rabbia durante l’intervista, ma ha finalmente fornito nuovi dettagli che lui e i suoi clienti hanno a lungo taciuto. E il silenzio della famiglia Laundrie è stato a lungo un punto di frustrazione per il pubblico e, naturalmente, per i cari di Petito. non hanno nemmeno risposto alle chiamate o ai messaggi dei genitori preoccupati di Petito. “Si tratta di una donna [Petito] che vivevano nel loro [Laundries] casa, che a un certo punto era fidanzata con il figlio. E non parleranno con la loro famiglia, non raggiungeranno “, si è lamentato Joseph Petito durante un’apparizione del 9 ottobre nel talk show del Dr. Phil McGraw.

Ora Bertolino parla, condividendo nuovi dettagli dall’ultimo giorno in cui i suoi clienti hanno visto Laundrie.

Brian Laundrie era “molto turbato” quando se n’è andato

L’avvocato della famiglia di The Laundrie, Steven Bertolino, ha detto a NBC News che Brian Laundrie era “molto turbato” quando è uscito di casa e che suo padre ha cercato di impedirgli di andarsene. “Voleva uscire dalla porta, aveva il diritto di uscire dalla porta”, ha dichiarato Bertolino.

L’avvocato di Chris e Roberta Laundrie ha anche chiesto se i suoi clienti avrebbero contattato la famiglia di Gabby Petito. Bertolino ha detto a NBC News: “Quello che posso dirti è che ad un certo punto in futuro, potrebbero esserci conversazioni da fare, potrebbero esserci informazioni da discutere”. Ha aggiunto: “Stasera non è quel momento… possiamo avere conversazioni future su ciò che potrebbe o non potrebbe essere stato fatto diversamente”.

Bertolino ha anche espresso simpatia per le Lavanderie, sostenendo come sia ingiusto che siano state “assoggettate a queste persone [protestors], fuori di fronte a casa loro nelle ultime quattro settimane… rendendo tutto ancora più difficile.” Ha continuato, “Sono in lutto… lasciano in pace le lavanderie, anche per una notte.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui