Durante il dibattito presidenziale del 29 settembre 2020, sia il presidente Donald Trump che l’ex vice presidente Joe Biden hanno fatto alcuni commenti che hanno attirato l’ira l’uno dall’altro, così come gli spettatori a casa. Forse la parte più preoccupante della notte, infatti, è venuto quando il moderatore Chris Wallace ha chiesto a Trump se avesse condannare la supremazia bianca. “Hai criticato il vice presidente per non aver specificamente chiamato contro Antifa e altri gruppi estremisti di sinistra”, ha detto Wallace. Ma siete disposti stasera a condannare i suprematisti bianchi e i gruppi di miliziani e a dire che devono dimettersi e non aggiungere alla violenza in alcune città come abbiamo visto a Kenosha, e come abbiamo visto a Portland?”

Trump ha risposto che credeva che la violenza in quelle città fosse stata dell’ala sinistra piuttosto che della destra, ma non ha ancora risposto alla domanda di Wallace. Biden ha esortato Trump a condannare i suprematisti bianchi, e Trump ha risposto chiedendo come volevano che li chiamasse. La sua risposta fu: “Ragazzi orgogliosi, resateti indietro e resate. Ma ti dirò una cosa, qualcuno deve fare qualcosa per [anti-fascist group] Antifa e la sinistra perché questo non è un problema di destra.”

Piuttosto che chiedere a Proud Boys, un gruppo violento di estrema destra, secondo NBC Notizie – di dimettersi, ha chiesto loro di stare a fianco, il che invia un messaggio completamente diverso. I social media sono esplosi con la preoccupazione della gente per la riluttanza di Trump a condannare i suprematisti bianchi, tra cui molte celebrità.

Kumail Nanjiani ha detto che Trump suona come il ‘leader’ dei Proud Boys

Mentre non era solo celebrità che hanno mostrato preoccupazione per i commenti del presidente Donald Trump sulla supremazia bianca, i loro tweet sono stati forse alcuni dei più rumorosi e più condivisi, a causa delle loro grandi piattaforme. Kumail Nanjiani non solo Twittato la sua incredulità per il commento quando è accaduto, ma ha condiviso ulteriori pensieri dopo la fine del dibattito. “Ecco il grande asporto del dibattito: a Trump è stato chiesto di condannare i suprematisti bianchi, e non solo si è rifiutato di farlo, ma ha anche detto loro di ‘stare indietro e stare in piedi’. Sai, come se fosse il loro leader”, Nanjiani Twittato. “Questo è l’asporto.”

Kathy Griffin ha fatto più di un semplice condividere la sua preoccupazione sopra il commento. Ha condiviso un tweet con maggiori informazioni su questi Proud Boys insieme al suo commento. Il suo tweet – che diceva: “Incontra un ragazzo orgoglioso che ha appena ordinato di ‘stare indietro e stare in piedi’” – è stato un tweet di qualcun altro che chiedeva aiuto per rintracciare un ragazzo orgoglioso a Portland che ha aggredito una persona di colore solo due giorni prima. Sia Nanjiani che Griffin hanno usato le loro piattaforme espansive per sottolineare la gravità delle osservazioni di Trump.

Alessandria Ocasio-Cortez dice che questo è ‘fascismo alla nostra porta’

La deputata Alexandria Ocasio-Cortez, che è conosciuta per aver sempre parlato la sua mente, soprattutto quando si tratta di politica e uguaglianza, aveva assolutamente qualcosa da dire sul callout spaventoso del presidente Donald Trump al gruppo di estrema destra Proud Boys al dibattito di settembre 2020. Con un video dei commenti in questione, ha Twittato, “Donald Trump è un suprematista bianco. La gente ha avvertito su questo per molto tempo. Sono stati ridicolizzati, chiamati iperbolici e radicali – non bc si sbagliavano, ma bc altri non potevano accettare che il nostro paese ha eletto un suprematista come presidente. Questo è il fascismo alla nostra porta.

Host di Il podcast del pozzo, Anson Mount, condiviso nelle opinioni di Ocasio-Cortez e ha definito il commento della supremazia bianca il “momento più vero e rivelatore di questo ‘dibattito'”. E, mentre il tono generale dei commenti su questo argomento da Twitter nel suo complesso trasmetteva rabbia e incredulità, alcuni riuscivano a malapena a trovare parole per riconoscere ciò che guardavano sui loro televisori. Twittato, “Trump ai supreacisti bianchi: ‘Stai indietro e stai in piedi’ ???????????????????” Stephen Curry, giocatore dei Golden State Warriors ha avuto una risposta simile: “Non ci sono altre domande vostro onore!”

Rob Delaney ha tenuto la luce scherzando sul voto per Joe Biden

L’attore Rob Delaney si è affidato alla sua natura urti per la sua reazione al dibattito, e mentre le prossime elezioni non sono una cosa da ridere, a volte devi trovare la luce dove puoi in argomenti così pesanti. Nonostante abbia fatto una battuta su Presii commenti di Donald Trump sulla supremazia bianca, Il messaggio di Delaney era ancora lì: “OK mi sono seduto con mia moglie e siamo andati su alcuni momenti salienti del dibattito. Abbiamo deciso di votare per il tizio che non ha fatto una chiamata televisiva ai gruppi suprematisti bianchi armati per impegnarsi nella soppressione degli elettori.”

E questo diritto c’è quello che tutti gli altri americani interessati possono fare, pure – esercitare il loro diritto di voto sia per posta o di persona il 3 novembre 2020. Molte celebrità hanno anche preso la notte del dibattito come un’opportunità per incoraggiare i loro seguaci a votare, alcuni anche collaborando con le organizzazioni per diffondere davvero il messaggio, tra cui Zach Braff and Donald Faison, che stanno lavorando con HeadCount per far andare le persone alle urne. Durante il dibattito, Braff ha condiviso il semplice messaggio: “Mad? Fare qualcosa! E, una volta che le elezioni si terà, vedremo finalmente se abbastanza persone hanno fatto qualcosa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui