Gli spettacoli di premiazione sono sempre pieni di sorprese e i Grammy del 2022 non sono stati da meno. Ma invece di un’esibizione a sorpresa o di un inaspettato alterco tra artisti, la più grande serata musicale di quest’anno ha offerto qualcosa di diverso mettendo in risalto l’Ucraina.

?s=109370″>

Secondo Deadline, la Recording Academy ha collaborato con Global Citizen e la campagna “Stand Up For Ukraine” per un segmento speciale andato in onda in diretta televisiva. La partnership spera di aiutare il pubblico a comprendere più a fondo ciò che sta accadendo con l’Ucraina ora che il paese è in guerra con la Russia. “Siamo affranti dalla situazione in Ucraina, ma ancora commossi dallo spirito resiliente che viene mostrato lì ogni giorno”, ha dichiarato il CEO della Recording Academy Harvey Mason Jr. in una nota. “Ci auguriamo che il [Grammys] segmento ispira il nostro pubblico in tutto il mondo a farsi coinvolgere per sostenere questi sforzi umanitari critici”.

Questo sforzo arriva sulla scia del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy che esorta personalità di spicco a sostenere il paese. “Sto invitando tutti: musicisti, attori, atleti, uomini d’affari, politici, tutti”, ha detto in una dichiarazione, per NME. E la notte dei Grammy, è lo stesso Zelenskyy a pronunciare un discorso commovente sulla situazione in Ucraina.

Il presidente Volodymyr Zelenskyy ha fatto un’apparizione a sorpresa ai Grammy

Il presidente Volodymyr Zelenskyy continua a fare apparizioni a distanza e la sua ultima tappa sono stati i Grammy del 2022. Lo spettacolo del premio ha riprodotto un discorso pre-registrato del presidente mentre presentava John Legend e discuteva della crisi in corso nel suo paese.

“La guerra. Per di più l’opposto della musica”, ha detto, per E! Notizia. “La guerra non ci lascia scegliere chi sopravvive e chi resta nell’eterno silenzio. I nostri musicisti indossano giubbotti antiproiettile invece dello smoking. Cantano ai feriti negli ospedali. Anche a chi non li sente. Ma la musica si rompe comunque. Difendiamo la nostra libertà. Vivere, amare, suonare”. Ha continuato esortando le persone a offrire il loro sostegno in ogni modo possibile. “Riempi il silenzio con la tua musica! Riempilo oggi. Per raccontare la nostra storia. Dì la verità su questa guerra sui tuoi social network, in TV. Sostienici in ogni modo possibile”, ha aggiunto. “Qualsiasi… ma non il silenzio. E poi verrà la pace.”

Nel frattempo, Legend ha mostrato una performance fenomenale dedicata all’Ucraina. È salito sul palco con gli artisti ucraini Siuzanna Iglidan, Mika Newton e Lyuba Yakimchuk e ha eseguito la canzone “Free”, una canzone adatta alla terribile situazione che il paese dilaniato dalla guerra sta affrontando oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui