Jessica Simpson è diventata famosa nei primi anni come una bomba bionda cantante, ottenendo successo commerciale con sette album che sono entrati nella lista dei migliori album di Billboard durante la sua carriera musicale. Ma non è stato fino al 2005, lo stesso anno in cui ha indossato quei famigerati pantaloncini di Daisy Duke in “The Dukes of Hazzard”, che avrebbe trovato ancora più successo, questa volta come donna d’affari.

Nel 2005, Jessica ha creato la sua omonima etichetta di abbigliamento e accessori, Jessica Simpson Collection, quando la sua “mamma” aziendale, Tina Simpson, ha notato che i fan stavano iniziando a vestirsi come Jessica dopo il successo della sua serie di realtà “Newlyweds: Nick and Jessica”. Tina ha ricordato a Bloomberg Businessweek: “Ho detto a Jessica, ‘Ehi, perché non creiamo semplicemente la tua linea? Tutto ciò che indossi si sta svendendo.'”

Così ha iniziato un impero della moda che avrebbe continuato a raccogliere $ 1 miliardo di vendite entro il 2014, secondo Bloomberg Businessweek. Tuttavia, è stato allora che le cose hanno iniziato a peggiorare per il marchio. Vince Camuto, leggendario uomo d’affari nel regno delle scarpe e proprietario della principale licenza di Simpon e del 25% del marchio, era morto nel 2015, lasciando Jessica e Tina a interrogarsi sul futuro del marchio. Nello stesso anno, Sequential Brands Group Inc. ha acquistato una quota di maggioranza della Jessica Simpson Collection, lasciando i Simpson con solo il 37,5% di proprietà della società, secondo Daily Mail.

Ma quando Sequential ha iniziato a lottare finanziariamente, Jessica sapeva di dover correre grossi rischi per salvare la sua azienda.

Jessica Simpson era disposta a rischiare la sua casa per salvare i suoi affari

Nel 2019, si potrebbe dire che le cose non stavano andando così bene per Jessica Simpson. Era distesa in un letto d’ospedale, incinta di 34 settimane di un grave caso di bronchite. È interessante notare che è stato il momento in cui lei e sua madre Tina hanno deciso di rilevare la proprietà della loro azienda in quella che sarebbe diventata una battaglia di due anni. Jessica ha parlato con Bloomberg Businessweek per una storia di copertina e ha detto che era determinata a riconquistare la sua azienda e che avrebbe fatto ricorso a misure drastiche per farlo. “Prenderemo in prestito contro le nostre case”, ha detto Jessica. “Anche se dovessi andare a vivere in un piccolo, minuscolo posto in Irlanda, lo farò.”

Per fortuna per Jessica e la sua famiglia, non si sarebbe arrivati ​​a questo. Per fortuna, Sequential, la società che possedeva la maggioranza della Jessica Simpson Collection, ha dichiarato bancarotta nell’agosto 2021, lasciando ai Simpson l’opportunità di salvare la loro attività. Hanno offerto un’offerta di $ 65 milioni per uno stato di maggioranza, sostenuta in gran parte da loro stessi e da due istituti di credito, e hanno vinto a novembre, secondo Bloomberg Businessweek.

Ora, Jessica è solo grata di avere il pieno controllo della sua compagnia. “Significa il mondo assoluto per me essere in grado di assumere la proprietà completa del mio marchio”, ha detto Jessica a Footwear News. “Dopo 16 anni di attività mi sento pronto per affrontare questa prossima entusiasmante fase a braccia aperte”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui