Quando la star di “King Richard” e il premio Oscar come miglior attore Will Smith ha schiaffeggiato Chris Rock il 27 marzo durante la trasmissione in diretta degli Academy Awards, non solo ha scioccato e confuso gli spettatori a casa, ma ha anche raccolto enormi reazioni da quelli all’interno del Dolby Theatre. Il giorno dopo, sono emerse immagini video e foto, secondo quanto riferito dalle interruzioni pubblicitarie, che mostravano diverse celebrità di alto profilo come il collega candidato all’Oscar Denzel Washington che prendeva Smith sotto il braccio per offrire qualche consiglio saggio e anche abbracciare la moglie Jada Pinkett Fabbro. Anche l’attore e regista Tyler Perry e la star di “Nightmare Alley” Bradley Cooper sono stati visti parlare con Smith.

Secondo video tratto da Ramin Setoodeh di Variety, che era seduto sul balcone, l’addetto stampa di Smith è venuto a parlare con lui anche durante la pausa pubblicitaria, anche se non si sa cosa sia stato detto. Il 30 marzo, l’Academy ha rilasciato una dichiarazione, sostenendo di aver chiesto a Smith di lasciare il teatro, cosa che dicono si sia rifiutato di fare, secondo BuzzFeed News. La dichiarazione si è anche lamentata di come l’Accademia ha gestito l’evento, scrivendo: “… riconosciamo anche che avremmo potuto gestire la situazione in modo diverso”.

Ora, stanno emergendo rapporti secondo cui l’affermazione dell’Accademia di aver chiesto alla star di “The Fresh Prince of Bel-Air” di andarsene è una bugia, e diverse fonti vicine alla situazione hanno offerto ciò che dicono sia successo davvero dietro le quinte.

Fonti affermano che a Will Smith non è mai stato effettivamente chiesto di lasciare gli Oscar

TMZ riferisce che dopo l’alterco tra Will Smith e Chris Rock, i funzionari dell’Accademia e i rappresentanti di Smith erano nel backstage, discutendo accanitamente su come procedere. Fonti vicine a quelle conversazioni hanno detto allo sbocco che alcuni volevano che Smith fosse cacciato, mentre altri no, e l’accesa conferenza non è riuscita a raggiungere un consenso. La star di “The Pursuit of Happyness” era a conoscenza per tutto il tempo di questi convogli (forse attraverso quella conversazione con il suo addetto stampa che abbiamo visto su Twitter), ma le fonti hanno detto a TMZ che il produttore degli Oscar Will Packer si è avvicinato direttamente a Smith e gli ha detto specificamente che l’Academy non voleva che se ne andasse. Apparentemente ciò è accaduto cinque minuti prima che Smith fosse nominato vincitore del premio come miglior attore per il suo ruolo in “King Richard”.

Da allora l’Accademia ha fatto un dietrofront, affermando di aver avviato procedimenti disciplinari contro la star di “Men In Black” per aver violato gli standard di condotta dell’Accademia, “inclusi contatti fisici inappropriati, comportamenti offensivi o minacciosi e compromissione dell’integrità del Academy”, secondo The Hollywood Reporter. Smith rischia la sospensione, l’espulsione o altre sanzioni che non sono state specificate. Alcuni hanno ipotizzato che Smith avrebbe potuto revocare il suo Oscar.

Quindi, mentre aspettiamo di vedere cosa accadrà dalla “più grande notte nella storia della televisione”, come ha detto Rock, dobbiamo consegnarlo ai produttori di Oscar per aver tenuto Smith a teatro, sapendo benissimo che il suo discorso di accettazione dell’Oscar sarebbe stato qualcos’altro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui