Il destino di R. Kelly è finalmente noto. L’anno scorso, il cantante è stato processato per sei settimane in cui i pubblici ministeri hanno testimoniato contro il cantante sostenendo che “sfruttava ragazze, ragazzi e donne”, per la sua stessa soddisfazione. La star si è poi rivelata colpevole di sfruttamento sessuale, racket, traffico sessuale e corruzione. E ora, R. Kelly è stato condannato a 30 anni di carcere.

La condanna per Kelly è il culmine di anni di lavoro. Kelly è stato arrestato per la prima volta nel 2019 quando i pubblici ministeri credevano che lui e il suo management usassero le sue esibizioni dal vivo e la sua notorietà per "reclutare donne e ragazze per impegnarsi in attività sessuali illegali con Kelly", secondo People. Al momento del suo arresto, i documenti rilasciati hanno rivelato che il cantante costringeva le donne a "seguire le regole" quando erano con lui, come non poter lasciare la stanza in cui le aveva R. Kelly, non poter guardare il sesso opposto , o addirittura alleviare se stessi.

Ora, tre anni dopo, il giorno della sua condanna, le vittime e le vite da cui Kelly ha rubato sono state in grado di parlare con l'ex cantante e gioire della sua condanna – e per la giustizia che è stata servita. Ma ora, un esperto legale si sta aprendo a Nicki Swift News sul motivo per cui la condanna di R. Kelly non è nemmeno la peggiore a venire per l'ex cantante R&B.

R. Kelly potrebbe ricevere più reclusione oltre a 30 anni

Mentre R. Kelly sta affrontando 30 anni di prigione, la star potrebbe dover affrontare una condanna molto più lunga di quella, a causa di altre accuse che deve affrontare in Illinois e Minnesota, secondo NPR. Ecco perché quando Kelly ha avuto l'opportunità di parlare durante la sentenza, lui ei suoi avvocati si sono rifiutati di farlo.

Questa è stata la decisione giusta secondo Joshua Ritter, avvocato difensore ed ex pubblico ministero di Los Angeles. Ritter ha spiegato che con due casi pendenti, mentre rimanere in silenzio mantiene Kelly lontano dall'ammettere di essere colpevole, combattere i casi potrebbe rivelarsi più una seccatura di quanto valga la pena. "Dovrebbe negoziare accordi di patteggiamento per cercare di ottenere pene detentive che corrono in concomitanza con ciò che ha già ricevuto", ha detto Ritter. "Una buona strategia a questo punto potrebbe essere che R. Kelly riconosca che il governo sta giocando con i soldi della casa, che le prove contro di lui sono forti".

Ma non solo le probabilità contro Kelly, ha detto Ritter, con altri due casi, Ritter crede che Kelly e il suo avvocato debbano essere realistici su quanto ancora vogliono combattere, qualcosa che Ritter non è sicuro di cosa faranno. Quello che è certo, però, è che "questa condanna a 30 anni non è certamente la fine dei suoi problemi legali", secondo Ritter. Con la condanna di Ghislaine Maxwell questa settimana, ha affermato Ritter, i tribunali hanno stabilito la legge che "non tollereranno celebrità e persone al potere che sfruttano gli altri".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui