Negli ultimi mesi, il secondo figlio della regina Elisabetta, il principe Andrea, è stato coinvolto in una battaglia legale dopo che la sua ex amica Ghislaine Maxwell è stata arrestata e condannata per traffico sessuale, secondo la CNBC. La condanna di Maxwell è arrivata due anni dopo che il finanziere caduto in disgrazia e condannato per reati sessuali Jeffrey Epstein – che aveva anche stretti legami con Andrew – è morto suicida nella sua cella di prigione.

?s=109370″>

Virginia Giuffre, una delle accusatorie di Epstein e Maxwell, ha citato in giudizio Andrew nell’agosto 2021, sostenendo di essere stata costretta a fare sesso con lui in numerose occasioni su richiesta di Epstein quando aveva 17 anni. La causa ha creato una tempesta di fuoco nei media britannici e Andrew è stato privato dei suoi titoli reali e militari prima dell’inizio del processo. Tuttavia, in una serie di eventi, Andrew e Giuffre si sono accordati in via extragiudiziale il 15 febbraio con l’avvertimento che Andrew “farà una donazione sostanziale… a sostegno dei diritti delle vittime”, secondo il New York Times.

Mentre il caso è stato risolto, un esperto reale dice a Nicki Swift che Andrew continuerà ad affrontare le conseguenze delle sue associazioni con Epstein e Maxwell, rendendo praticamente impossibile il suo ritorno sotto i riflettori reali.

L’esperto reale ritiene che il principe Andrea abbia potenzialmente offuscato l’eredità di sua madre

Per analizzare cosa significa l’accordo per il futuro del principe Andrea nel ruolo di famiglia, Nicki Swift ha contattato l’esperta reale britannica Kinsey Schofield, fondatrice di ToDiForDaily.com, per ottenere la sua opinione sulla situazione. In primo luogo, Schofield ha riconosciuto che la dichiarazione di accordo di Andrew “è stato un rapido cambiamento di tono dalla sfida alla conformità”. Sebbene Andrew non abbia ammesso alcun illecito e abbia mantenuto la sua innocenza per anni, secondo l’AP, Schofield osserva che “l’idea di consegnare i presunti oltre 10 milioni di dollari non è necessariamente qualcosa che fa un uomo innocente”.

In questo caso, il tribunale dell’opinione pubblica ha quindi ritenuto Andrew colpevole per come ha risposto alla causa. Schofield ha aggiunto che se Andrew fosse andato in giudizio, le prove presentate al giudice “avrebbero potuto dipingere un quadro chiaro di quanto Andrew fosse vicino a Epstein”. Tuttavia, la causa di Andrew è stata “messa al microscopio durante l’anno del giubileo di platino della regina” e Schofield crede che ad Andrew “sia stato chiesto di nascondersi nell’ombra ora”.

“[Andrew] è una macchia sulla famiglia reale e potenzialmente sull’eredità definitiva della regina”, afferma Schofield, sottolineando che Andrew non parteciperà agli “eventi della famiglia reale nel prossimo futuro”. Aggiunge che una volta che il principe Carlo salirà al trono, lo farà vuole Andrew “per nulla vicino all’azione” a causa dello scandalo e per il fatto che desidera una “monarchia snellita” da diversi anni ormai.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui