Molte persone si stanno mettendo in fila per avere la possibilità di esprimere le proprie opinioni sulla possibile corsa presidenziale di Donald Trump nel 2024. Tuttavia, l’ex 45esimo presidente degli Stati Uniti si sta comportando bene e non conferma o nega questa mossa di carriera. “Egli tiene tacitamente in guardia la folla del 2024 che nessuno può muovere un muscolo importante fino a quando non decide cosa sta facendo”, ha detto l’ex consigliere di punta della Casa Bianca Kellyanne Conway al Washington Post. “Per quanto riguarda il 2024, c’è stato un passaggio dall’intenzione all’urgenza mentre osserva con orrore i numerosi fallimenti di questa amministrazione”.

Secondo l’ex capo di gabinetto della Casa Bianca Mark Meadows, molte persone chiedono a Trump di reclamare nuovamente l’ufficio ovale. “Vado in tutto il paese e la gente dice, ascolta, anche le persone che hanno votato per Joe Biden vengono da me e dicono: ‘Ascolta. Ho creduto alla loro bugia. Credevo che avrebbero reso le cose diverse. Loro ‘non lo sono'”, ha spiegato Meadows a Breitbart News sabato. “‘Ragazzo, quello che mi piacerebbe fare è riavere il presidente Trump alla Casa Bianca in questo momento.'”

Tuttavia, un ex deputato repubblicano ha un punto di vista diverso sulla possibile corsa di Trump, e non è nemmeno carino per il futuro del GOP.

David Jolly non crede che Donald Trump si candiderà nel 2024

Donald Trump non ha annunciato se ha intenzione di candidarsi o meno alla nomina presidenziale repubblicana nel 2024. Tuttavia, ciò non ha impedito agli analisti politici di parlare delle ipotetiche conseguenze che derivano dalla candidatura di Trump o meno. L’ex legislatore della Camera dei Rappresentanti repubblicana David Jolly ha deciso di contribuire con i suoi pensieri durante un’intervista su MSNBC. Jolly ha discusso di cosa pensa accadrebbe se Trump decidesse di non partecipare alla competizione presidenziale.

“Non c’è una rampa di lancio per Donald Trump che sia gentile e autorizzi altri repubblicani dietro di lui”, ha detto Jolly. “Dirà che non corre perché il sistema è truccato e nessuno dovrebbe partecipare, e in realtà metterà in ginocchio chiunque possa essere il potenziale candidato repubblicano dietro di lui”.

Questa interpretazione è interessante proveniente da Jolly perché era uno dei tanti repubblicani di alto rango che hanno lasciato il GOP dopo che Trump ha prestato giuramento, secondo Newsweek. Mentre il futuro di Trump rimane poco chiaro, i sondaggi condotti da Redfield & Wilton Strategies, pubblicati il ​​21 ottobre, hanno offerto ai sostenitori di Trump alcune notizie promettenti, poiché il 42% degli intervistati ha dichiarato che voterà per Biden mentre il 40% ha dichiarato che voterà per Trump se si corrono l’uno contro l’altro nelle elezioni presidenziali del 2024. Solo il 12% ha dichiarato di non sapere come voterebbe.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui