Juno Temple ha avuto una straordinaria carriera di attrice, con i suoi crediti IMDb che elencano il suo primo ruolo importante come “Note su uno scandalo” nel 2006, quando era solo un’adolescente. Ottenere quel ruolo si è rivelato sorprendentemente facile. “Mia madre mi ha mandato a un’audizione aperta per ‘Note su uno scandalo’, così ho potuto vedere quante altre ragazze volevano farlo”, ha spiegato al Guardian. “E ho fatto la fila e ho ottenuto il lavoro. Quella è stata la mia prima audizione in assoluto, e la mia seconda è stata ‘Espiazione.’ Mia madre ha pensato: ‘Cazzo, beh, sicuramente andrà in discesa dopo questo?'”

Non è stato così. Altri ruoli, e quelli più grandi, continuavano ad arrivare. In effetti, i numerosi crediti cinematografici di Temple la vedono alternare tra i successi di Hollywood e gli indie a basso budget, inclusi film come “Il cavaliere oscuro – Il ritorno”, “Malificent” e altro ancora. Si è anche ritagliata un solido corpo di lavoro in TV in serie come “Vinyl”, “Dirty John”, “Little Birds” e il suo ruolo più celebrato fino ad oggi, Keeley Smith in “Ted Lasso”.

Sebbene sia apparsa in dozzine di progetti cinematografici e televisivi nel corso degli anni, ha anche mantenuto ferocemente la sua privacy. Di conseguenza, c’è molto da imparare leggendo per scoprire la verità non raccontata del Tempio di Giunone.

Suo padre è un regista che ha avuto a che fare con Mick Jagger e i Sex Pistols

I genitori di Juno Temple sono la produttrice Amanda Pirie e il regista Julien Temple, noto per film come “Absolute Beginners” e “Earth Girls Are Easy”. È anche un ricercato regista di video musicali per artisti del calibro di Neil Young, The Rolling Stones, David Bowie e molti altri. Ha anche avuto una prima associazione con i Sex Pistols, facendo il suo debutto cinematografico con il suo documentario del 1980 sulla band, “The Great Rock and Roll Swindle”.

Parlando con The Guardian del suo ruolo nella serie HBO del 2016 “Vinyl”, prodotta da Martin Scorsese e Mick Jagger, a Juno Temple è stato chiesto se avesse una precedente relazione con il frontman degli Stones. “Io non ricordare essendo uscito con Mick prima. Forse quando ero come [a small child]”, ha detto. “Ma mio padre parla così bene di lui”.

I suoi genitori, ha ammesso, non erano entusiasti quando ha detto loro che voleva diventare un attore. “Oh, amico, erano depressi quando gliel’ho detto per la prima volta”, ha ammesso. “Erano tipo, ‘Ugh. Ohhhh. Ti verrà detto che sei troppo basso, che le tue tette non sono abbastanza grandi. Ti verranno costantemente dette le cose che non vanno in te.’ “

Le va bene essere una “strana bizzarra”

Come attrice, Juno Temple ha scelto ruoli che le hanno reso difficile essere incasellata o inquadrata. Come ha detto a The Guardian, per lei va bene, in particolare quando si tratta di interpretare personaggi eccentrici.

“A volte potrebbero aver bisogno di quel bellissimo look di Malibu Barbie, ed è fantastico, ma a volte potrebbero aver bisogno di un bizzarro strambo”, ha spiegato. “Se faccio un provino per cose, come interpretare una segretaria topo in fondo alla stanza, mi sistemerò i capelli, li legherò, senza trucco e mi metterò gli occhiali. Penso che come attore devi accettare il fatto che non è così. sull’avere un bell’aspetto; si tratta di infilarsi nella pelle di qualcun altro”.

Trasformarsi in un’altra persona per un ruolo, ha ammesso, non è privo di rischi professionali. “A volte può sentirsi un po’ solo, perché puoi essere così preso dalla vita di un’altra persona che dimentichi la tua per un secondo”, ha ammesso Temple in un’intervista con The Independent. “Ti abbandoni.”

Juno Temple sente di essere stata “penalizzata” per le sue scene di nudo sullo schermo

Se c’è una cosa che Juno Temple ha dimostrato nei suoi vari ruoli cinematografici e televisivi, è che non ha alcuna avversione per la nudità sullo schermo – e non le importa cosa ne pensa la gente. “Sono stata sicuramente penalizzata per essermi tolta i vestiti”, ha detto a The Independent. “E onestamente, scusa se ho giurato, ma fanculo.”

Come ha sottolineato The Independent, Temple è apparso in tre diversi film presentati in anteprima all’edizione 2013 del Sundance Film Festival ed era nudo in tutti e tre. “Ricordo che un recensore diceva, ‘Wow, ha tirato fuori le sue t * ts in tutti loro'”, ha ricordato. “Non penso che sia una cosa utile da dire. Se sei offeso dalla nudità, spiegami perché. Non solo come, ‘Ha di nuovo le sue tette sullo schermo.’ Sì, sì. Quindi, se questo è un problema, dimmi perché”.

Come ha detto a Refinery29, se ritiene che la nudità sia essenziale per il ruolo, “è qualcosa di cui non ho paura. Ho più paura di togliermi i vestiti nella vita reale che di fronte a una telecamera”.

Una notte di karaoke le è valsa il ruolo di Keeley in ‘Ted Lasso’

Quando Jason Sudeikis e gli altri produttori di “Ted Lasso” hanno iniziato a scegliere i personaggi, il nome di Juno Temple era su una lista di potenziali candidati. Il suo nome è saltato fuori a Sudeikis, ha rivelato in un’intervista a Variety, perché la sua allora partner Olivia Wilde aveva recitato con Temple in “Vinyl” della HBO e una volta avevano trascorso una notte insieme cantando al karaoke. “Puoi imparare molto su qualcuno dal modo in cui fa il karaoke”, ha detto Sudeikis. “Giunone è un’attrice, un’ascoltatrice e uno spirito così bravi. È aperta, curiosa e disordinata in tutti i modi meravigliosi in cui un essere umano può essere”.

Quando a Temple è stato chiesto di interpretare Keeley Jones, un’ex modella in topless che si descrive come “un po’ famosa per essere quasi famosa”, è rimasta lusingata e incuriosita dalla complessità del personaggio.

“Ero davvero abbastanza sopraffatto dal fatto che abbia pensato a me per questo”, ha detto Temple. “Questo la dice lunga per me, che credeva che avrei potuto interpretare un personaggio che la gente avrebbe pensato fosse solo una cosa e poi ti avrebbe davvero sorpreso. Penso che sia una delle cose più grandi che ho vissuto nella mia carriera finora .”

Il motivo per cui era “terrorizzata” dal suo personaggio di “Ted Lasso”

Mentre “Ted Lasso” ha dato a Juno Temple l’opportunità di interpretare un ruolo diverso da qualsiasi cosa avesse mai interpretato prima, ha ammesso di provare una certa apprensione. “Normalmente sono scelta per interpretare personaggi molto oscuri”, ha detto a Deadline, spiegando che ha trovato scoraggiante recitare in una commedia. “Ero terrorizzata perché l’intero cast che era attaccato erano queste persone straordinarie che erano tutte molto brave a essere divertenti. Non mi considero neanche lontanamente un’attrice di commedie”, ha detto. “L’idea di ottenere quel tipo di tempismo giusto è solo terrificante per me.”

Attribuisce la star/co-creatore di “Ted Lasso” Jason Sudeikis per averle dato la fiducia necessaria per trovare il personaggio e poi assolutamente inchiodarlo; sia Juno che la co-protagonista Hannah Waddingham sono state nominate per la prima volta agli Emmy per le loro rispettive esibizioni.

“Jason è stato così paziente con me, quando quasi ogni 10 minuti pensavo, ‘Non so come renderlo divertente.’ Diceva: “Non preoccuparti, non devi. Sii solo te stesso. Sii esattamente come saresti come Keeley e tutto andrà a posto”, ha spiegato Temple.

È co-protagonista con Justin Timberlake — due volte

Juno Temple ha lavorato con molti attori in una varietà di progetti cinematografici e televisivi durante la sua carriera. In effetti, c’è un attore con cui ha lavorato due volte: Justin Timberlake. Dopo aver recitato al fianco del cantante diventato attore nel film diretto da Woody Allen “Wonder Wheel”, i due hanno continuato a recitare nel film di Apple TV+ del 2020 “Palmer”.

È stata la sua familiarità con Timberlake dal loro primo film insieme, Temple ha detto a The Independent, che le ha permesso di girare una scena di sesso di “Palmer” con Timberlake senza la necessità di un coordinatore dell’intimità sul set. “Ho già lavorato con Justin; è un mio amico e mi sento molto al sicuro a lavorare con lui”, ha detto, ammettendo che “fare una scena di sesso è meno terrificante che fare una scena in cui devo rinunciare a mio figlio .”

In effetti, a Temple è stato offerto il ruolo su suggerimento di Timberlake, che ha detto alla regista Fisher Stevens che sarebbe stata perfetta per il film. “Sono stupita che pensasse che avessi la mentalità giusta e tutto questo per dare vita a Shelly”, ha detto a Decider. “Perché penso davvero che sia un personaggio fantastico da interpretare e sono eternamente grato per questo, davvero”.

Perché Juno Temple crede che interpretare Keeley in “Ted Lasso” mi abbia “salvato la vita”

La possibilità di interpretare Keeley Jones in “Ted Lasso” non è stata solo inaspettata per Juno Temple, ma si è anche rivelata decisamente trasformativa. In un’intervista con Access, Temple ha affermato di aver ricevuto feedback dagli spettatori sulla “gioia che ha portato loro” durante la pandemia. “E non so se accadrà mai di nuovo nella mia carriera, ma mi sono sentito allo stesso modo nel farlo, quindi mi sembra un livello extra di connessione … onestamente, ha salvato anche la mia vita”, ha detto.

Mentre la prima stagione è stata presentata in anteprima all’inizio della pandemia, la seconda è stata girata proprio nel bel mezzo di essa. Essere in grado di fare un passo indietro nel mondo di “Ted Lasso” e interpretare ancora una volta Keeley, si è rivelato terapeutico. “Ma entrare nello spazio di testa di Keeley – che è davvero un fascio di luce – durante questo folle periodo di vita, in cui il mondo sta soffrendo su così tanti livelli e le persone stanno chiudendo le porte piuttosto che aprire le orecchie e ascoltarsi a vicenda, ha stato speciale”, ha detto Temple a Deadline. “Keeley ha salvato la mia salute mentale, davvero.”

Una volta ha allenato un nervoso Daniel Radcliffe attraverso una scena di sesso

Uno dei progetti più insoliti di Juno Temple è stato il film “Horns”, in cui interpreta la fidanzata assassinata del personaggio della star di “Harry Potter” Daniel Radcliffe, che si risveglia misteriosamente dopo l’omicidio con una serie di corna simili a capre che sporgono dal suo cranio .

Il personaggio defunto di Giunone è visto in tutto il film in flashback, incluso uno con una scena di sesso bollente tra Radcliffe e Temple. Mentre Temple non è estraneo a mostrare tutto per la telecamera, “Horns” si è rivelata la prima scena di sesso sullo schermo di Radcliffe. Incerto su cosa sarebbe successo esattamente, Radcliffe ha chiesto al suo co-protagonista cosa doveva aspettarsi. “Ho detto a Dan, ‘Ti garantisco che pochi istanti dopo l’inizio delle riprese ti verrà chiesto di mettere le mani sulle mie chiappe. Succederà ad un certo punto'”, lo ha avvertito, che ha raccontato in un’intervista con IndieWire. “Letteralmente entriamo e cinque minuti dopo ho pensato, ‘Te l’avevo detto'”.

Alla fine ha trovato che lavorare con Radcliffe fosse un’esperienza “gratificante”. “Recitare significa reagire a ciò che sta accadendo intorno a te e non avrei potuto chiedere un partner migliore nel crimine in questo”, ha spiegato.

È spaventata dai ragni ma adora i serpenti

Mentre discuteva del suo ruolo in “Horns” con GQ, a Juno Temple è stato chiesto di individuare la “cosa di Halloween di cui hai più paura”. Non ha esitato quando ha sbottato: “Ragni! Sono, voglio dire, fino al midollo, una vera aracnofobia. Mi fanno impazzire alla grande.”

Mentre trova i ragni terrificanti, Temple non ha problemi con i serpenti. Infatti, in un’intervista con Cosmopolitan ha ricordato una scena in “Horns” in cui “doveva essere coperta di loro. Non sono sicuro che sia nel film – potrebbe essere, nella scena del viaggio di droga del fratello. Stranamente , è stato abbastanza sorprendente. Non ho mai avuto paura dei serpenti. Sono davvero, veramente aracnofobico. Odio i ragni, ma i serpenti non mi hanno mai spaventato. Penso che siano davvero belli. “

Ha insistito sul fatto che non aveva affatto paura mentre numerosi serpenti strisciavano attraverso il suo corpo. “Ho avuto un momento bizzarro in cui uno stava strisciando tra i miei capelli e l’ho sentito sospirare. Non sibilo, ma è letteralmente andato [sighs] nel mio orecchio”, ha detto a Cosmo. “Ho pensato, ‘Wow, deve significare qualcosa da qualche parte.’ Speriamo sia un buon segno”.

Ha condiviso i suoi consigli per il binge-watching “Ted Lasso”

Dato tutto il clamore che “Ted Lasso” ha ricevuto dopo aver ottenuto ben 20 nomination agli Emmy prima della premiere della seconda stagione, è praticamente un gioco da ragazzi che ha stimolato un improvviso scatto di binge-watching. In un’intervista video con Entertainment Weekly, Juno Temple ha offerto i suoi consigli su cinque episodi da non perdere della prima stagione per i neofiti che hanno deciso di provare “Ted Lasso”. Il principale tra i suoi episodi preferiti, ha detto, è stato il settimo episodio della prima stagione “Make Rebecca Great Again”, che mette in mostra le straordinarie capacità canore della sua co-protagonista Hannah Waddingham, così come una scena in cui “Keeley e Roy Kent [Brett Goldstein] ricevere il loro primo bacio, che è stato un grande momento”.

Temple ha anche individuato il secondo episodio, indicando il “brillante discorso” di Waddingham sul fatto che sia meglio essere un leone o un panda. “I panda sono grassi e pigri e hanno il pelo macchiato di piscio”, osserva il personaggio di Waddingham, la proprietaria della squadra dell’AFC Richmond Rebecca Welton. “I leoni sono potenti e maestosi e governano la giungla”. Sottolinea il suo punto con un indovinello. “Cos’è tutto bianco e nero e rosso?” chiede Rebecca prima di far cadere il microfono con la battuta finale. “Un panda che si avvicina al fottuto re leone.”

Come i capelli di Juno Temple possono prevedere in che tipo di film si trova

Juno Temple può vantare dozzine di crediti sullo schermo, interpretando una vasta gamma di personaggi diversi nel corso degli anni. Quei personaggi, come possono attestare gli spettatori di quei film, hanno anche sfoggiato acconciature molto diverse. Ciò ha portato ScreenCrush a sviluppare “The Juno Temple Hair Test”, che è scherzosamente descritto come “un test totalmente scientifico e completamente obiettivo” che esamina i capelli di Temple come un barometro per determinare “qual è il problema con questo film?”

Un esempio citato è “Wonder Wheel” di Woody Allen, in cui i capelli di Temple sono “metà ricci naturali e metà lisci con un colore abbastanza poco interessante, il che indica che il suo personaggio è nel mezzo di un conflitto”. Questo “suggerisce anche che il film stesso è contraddittorio nel tono, e che può essere bello ma anche noioso…” Altri esempi includono “Note su uno scandalo”, che presenta i capelli di Temple acconciati per essere “naturali, crespi e [curly]”, indicando che probabilmente sta “interpretando un personaggio più giovane in un film sexy e contorto”.

È anche noto il film “Kaboom”, in cui i capelli di Temple sono “naturali e disordinati da morire”, che si traduce in un film che “è probabilmente un momento super selvaggio e strano”.

Preferisce la privacy alla celebrità

Nonostante i tanti, tanti film in cui ha recitato, Juno Temple è un po’ un camaleonte quando si tratta di immergersi in un ruolo. Questo non solo le ha permesso di evitare di essere etichettata, le ha anche impedito di raggiungere il livello di fama in cui i paparazzi parcheggiano fuori casa e viene costantemente chiamata per autografi ovunque vada (anche se “Ted Lasso” potrebbe cambiare le cose).

“Sono un po’ un eremita. Esco, mi piace leggere e guardare film ed esco… in uno dei miei bar preferiti nel mio quartiere”, ha detto Temple in un’intervista del 2011 con il Toronto Star. “Ma non voglio essere qualcuno che è nelle riviste, non voglio essere qualcuno che si fa fotografare mentre mangio uova strapazzate con un amico la domenica mattina”, ha aggiunto.

Per come la vede Temple, “… C’è molto di più da dire quando sei più un mistero per l’universo che se sei ovunque… Sono felice di essere ovunque nei film e felice di avere un milioni di film contemporaneamente interpretando un milione di personaggi diversi. Ma Giunone dovrebbe essere una specie di segreto, capisci cosa intendo?”

Juno Temple e la co-protagonista di “Ted Lasso” Hannah Waddingham sono migliori amiche nella vita reale

Non solo il ruolo di Keeley Smith in “Ted Lasson” ha portato il plauso della critica a Juno Temple e la sua primissima nomination agli Emmy, ma c’era anche un bonus inaspettato: una nuova amicizia con la co-protagonista Hannah Waddingham che rispecchiava il legame sullo schermo tra la loro caratteri. “Era la cosa più strana”, ha detto Waddington a Variety della connessione che hanno formato. “Era completamente naturale e senza sforzo… ed è stato così da allora, sia sullo schermo che fuori”.

Temple ha concordato in un’intervista con People, dichiarando che non poteva immaginare di condividere il suo fantastico viaggio “Ted Lasso” con nessuno tranne Waddingham. “Non potrei essere più felice di affrontare qualcosa di così travolgente, eccitante, brillante e terrificante come questo con una donna del genere”, ha detto Temple. “È una delle donne più straordinarie che abbia mai incontrato nella mia vita. E il fatto che io possa amarla e lei ricambia il mio amore per davvero, è solo, sì.”

Il patrimonio netto di Juno Temple è un po’ scioccante

Considerando tutti quei crediti sullo schermo che Juno Temple ha accumulato, sarebbe ragionevole presumere che sia riuscita a mettere da parte un piccolo gruzzolo ordinato per se stessa. Tuttavia, non sembra essere così. Secondo Celebrity Net Worth, i giorni di paga di Temple non devono essere stati così alti, dato che il sito stima il suo patrimonio netto di appena $ 1 milione.

Tuttavia, sembra probabile che il prezzo richiesto da Temple aumenterà in modo significativo grazie alla sua crescente fama dovuta al suo ruolo di “Ted Lasso”, oltre all’interesse aggiuntivo (e alle relative richieste di stipendio) che può portare una nomination agli Emmy.

Nel frattempo, prima ancora che la seconda stagione di Ted Lasso fosse presentata in anteprima, Temple aveva già firmato per un altro progetto di alto profilo che promette di mettere qualche soldo in più sul suo conto in banca. Come riportato da Variety nel giugno 2021, si è unita al cast di “The Offer”, una nuova serie limitata per il servizio di streaming Paramount + sul dramma dietro le quinte coinvolto nella realizzazione del classico cinematografico “The Godfather”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui