Dopo aver interpretato l’investigatrice del paranormale Lorraine Warren nella serie in continua espansione “The Conjuring”, ha svolto il doppio compito nella serie TV prequel molto sottovalutata “Bates Motel” e ha interpretato la madre adottiva di un altro bambino volubile in “Orphan”, Vera Farmiga ha sviluppato una reputazione come una moderna regina delle urla.

Ma c’è molto di più nella carriera del nativo del New Jersey oltre a fantasmi e paure. Ha ottenuto una nomination all’Oscar per la sua misura misurata come donna d’affari adultera nel film drammatico “Up in the Air” e poi un cenno del capo agli Emmy per la sua interpretazione dell’avvocato Elizabeth Lederer nel drammatico dramma criminale “When They See Us”. Farmiga è anche diventato un habitué del thriller per il grande schermo (“Codice sorgente”, “Il pendolare”, “Casa sicura”), ha lavorato con il leggendario regista Martin Scorsese in “The Departed” e nel 2011 ha preso lei stessa la sedia del regista per fede- dramma basato “Higher Ground”.

E il retroscena di Farmiga è altrettanto intrigante quanto la sua carriera di attrice. Dalla sua educazione dell’Europa dell’Est alle sue esperienze con il soprannaturale, ecco uno sguardo alla verità non detta della star.

Vera Farmiga è cresciuta in una comunità ucraina-americana

Vera Farmiga non parlava una parola di inglese fino a quando non ha iniziato l’asilo all’età di sei anni. L’attore è cresciuto in una stretta enclave ucraina-americana nella città di Irvington, nel New Jersey, e i suoi genitori e nonni, tutti provenienti dall’ex Unione Sovietica, erano desiderosi di immergerla nella loro cultura.

Farmiga si è anche assicurata che anche i suoi figli conoscano le proprie radici. “Di recente abbiamo tenuto la Heritage Week alla scuola di mia figlia e sono entrata con un enorme piatto di borscht per parlare di essere ucraina”, ha detto a Vulture nel 2018. “È pazzesco, i bambini che non mangerebbero mai i singoli ingredienti che compongono alcuni di questi piatti lo mangerà quando sarà presentato in questa divertente circostanza.”

Secondo la star di “Bates Motel”, la sua educazione ha informato la sua passione per le arti. “Ogni festa e giorno santo, la mia gigantesca famiglia si riuniva e un paio di persone suonavano la chitarra mentre io mi sedevo al pianoforte e cantavo, cercando di trovare nuove armonie nelle stesse vecchie canzoni di repertorio”, ha ricordato a Vulture. “E la danza era un importante metodo di apprendimento, un modo per tramandare storie dalla storia”.

Vera Farmiga era una ballerina folk itinerante

Avendo costruito la sua carriera interpretando personaggi formidabili – nel 2021 ha aggiunto alla sua lista la mamma di Tony Soprano Livia in “The Many Saints of Newark” – è difficile immaginare Vera Farmiga che lancia alcune forme. Ma nella sua adolescenza, la candidata all’Oscar è stata un vero successo sulla pista da ballo.

Naturalmente, Farmiga non si è cimentato in un qualsiasi tipo di ballo. Grazie al suo background nell’Europa dell’Est, il suo forte era il folk ucraino, uno stile che ha detto a Female First nel 2012 è un “ibrido di step dance irlandese e cosacco russo”. In effetti, l’attore è stato un tale talento che ha avuto modo di mostrare i suoi talenti in tutta l’Ucraina poco prima che ottenesse l’indipendenza nel 1991.

Potrebbero essere passati tre decenni da quando Farmiga era nel suo periodo di massimo splendore, ma non ha dimenticato i passi. La star di “Codice sorgente” ha aggiunto: “L’intera famiglia continua a montarlo ai matrimoni, in gran parte a causa dell’ubriachezza. Se la recitazione non funziona, è sicuramente qualcosa su cui potrei fare affidamento”.

Vera Farmiga ha incontrato entrambi i suoi mariti sui televisori

Vera Farmiga non aveva bisogno di fare affidamento sugli appuntamenti online quando si trattava di incontrare i suoi due mariti. Si è semplicemente presentata al lavoro. Sì, la nominata agli Emmy di certo non sembra avere scrupoli a mescolare le sue vite personali e professionali, questo è certo.

Ha camminato per la prima volta lungo il corridoio con Sebastian Roché dopo che la coppia è apparsa insieme in una serie fantasy della Fox del 1997 di breve durata con protagonista anche un giovane Heath Ledger. Farmiga ha fatto il suo debutto sullo schermo interpretando l’ex schiavo Catlin in “Roar”, mentre il maritino numero uno è stato scelto come cos’altro se non un immortale centurione romano. La loro storia d’amore vorticosa – la coppia si è sposata alle Bahamas lo stesso anno – non è durata. Nel 2004 si stavano dirigendo verso i tribunali per il divorzio.

Farmiga ovviamente non è stato scoraggiato dall’usare il posto di lavoro come servizio di matchmaking, però. Come ha raccontato in un’intervista per il sito web degli Emmy, si è messa in contatto con il musicista Renn Hawkey durante le riprese di un’altra meraviglia di una stagione, il remake americano del dramma criminale britannico “Touching Evil”. I due andarono subito d’accordo e nel 2008 si dissero “lo voglio”. Farmiga era anche incinta di cinque mesi all’epoca e dopo aver accolto il figlio Fynn nel mondo, la coppia ha aggiunto al loro nucleo familiare nel 2010 con la nascita della figlia Gytta.

Vera Farmiga ha incanalato il suo rapporto con la religione in un film

Nel 2011, Vera Farmiga ha diretto ed è stata al centro della scena in “Higher Ground”, un adattamento dell’autobiografia di Carolyn S. Briggs, “This Dark World”, sulla lotta per tutta la vita di una donna cristiana con la sua fede. E sembra che la stella dai molti talenti non abbia dovuto cercare troppo lontano per trovare l’ispirazione.

In effetti, Farmiga è stata influenzata a svolgere il doppio compito nel film a causa della sua complicata relazione con Dio. L’attore è cresciuto in una comunità ucraino-americana profondamente religiosa, ma come ha detto a BlackBook nel circuito promozionale, la sua connessione spirituale non è forte come quella di alcuni membri della sua famiglia. “Sono cresciuta in una casa cattolica e mio padre è un credente”, ha condiviso. “Desidero ottenere ciò che ha, e ne sono geloso, e lo bramo, perché è uno che sente il respiro di Dio sul suo volto”.

Farmiga ha insistito sul fatto che, nonostante le domande del film sulla religione, era stato accolto calorosamente anche dal mercato cristiano più conservatore. “Alcuni dei film cristiani che ho cercato di guardare sono eccentrici e unidimensionali”, ha aggiunto. “I buoni film sulla fede mi sfidano in modi che mi tengono aperto, ricettivo e vulnerabile e la mia intenzione era di ritrarre la storia – la ricerca – per intero. Il dubbio fa parte della fede e non credo che lo renda contro -Cristiano.”

Vera Farmiga non ha problemi con la nudità

Vera Farmiga non sembra avere problemi a mettere a nudo la carne davanti alla telecamera. L’attore è diventato nudo in diversi film tra cui “Breaking and Entering”, “The Departed” e “Never Forever”. E mentre parlava con NJ.com nel 2009, ha scherzato su come gli spettatori l’hanno vista “luna piena, ancora e ancora”.

Farmiga ha anche ammesso che il secondo marito della musicista Renn Hawkey inizialmente era un po’ meno a suo agio con il suo approccio libero alla nudità sullo schermo. Ma presto ha smesso di esprimere qualsiasi preoccupazione quando gli è stato chiesto come avrebbe reagito se gli fosse stato improvvisamente proibito di suonare particolari note.

Tuttavia, Farmiga riconosce che ci sono due pesi e due misure quando si tratta dei suoi co-protagonisti maschi che si tolgono i vestiti. Riferendosi alla scena d’amore “Up in the Air” in cui si spoglia completamente e la modestia di George Clooney è protetta da un lenzuolo, ha detto: “Penso che sia stato l’unico passo falso alla regia da parte di Jason Reitman. Penso che sarebbe stato così divertente vedere il culo peloso di George.”

La vita da capra è la bella vita per Vera Farmiga

Sebbene si sia affermata come uno dei principali nomi di Hollywood, Vera Farmiga ha poco interesse a condurre una vita nel mondo dello spettacolo. Insieme al marito Renn Hawkey e ai loro due figli Fynn e Gytta, la star, come ha affermato il New York Post, “rifugge la vita comoda per vivere due ore a nord di New York City in un allevamento di capre nella contea di Ulster”. E le capre sono una parte importante della loro vita familiare.

L’outlet ha continuato a notare che quando non è impegnata a comandare lo schermo, a Farmiga non piace nient’altro che prendersi cura della sua schiera di capre nubiane e d’angora, e persino filare la lana che tagliano in filato per creare i suoi vestiti. Inoltre, avere i suoi amici a quattro zampe intorno a lei riduce lo stress. Nel 2009, la star ha detto a NJ.com: “C’è sempre un sacco di tempo sprecato sul set, semplicemente seduto. Quindi ecco un’attività per tenermi fuori dai guai. È molto terapeutico, davvero, stare seduto lì e ascoltare il clic -clic-clic degli aghi. È difficile per me stare fermo e meditare, quindi questo è un modo.”

Farmiga, che nel 2012 ha effettivamente recitato in un film intitolato “Goats”, ha sviluppato il suo amore per gli animali quando lei e il resto della sua famiglia ucraina-americana si sono trasferiti in un grande appezzamento di terreno a Wilmington. Ha ricordato a NJ.com: “Ogni bambino doveva scegliere un animale domestico, e il mio era una pecora. Ne abbiamo preso uno da una fattoria locale, l’ho nutrito con il biberon e correva nel nostro cortile. Penso che forse ero un pastorella in una vita passata.”

Vera Farmiga una volta si è definita “l’anti-Barbie”

Vera Farmiga non ha mai avuto paura di dire la sua. In effetti, anche quando era un parente sconosciuto, l’attore era desideroso di affermare che non aderisce allo stile di vita di Hollywood in una citazione che ha seguito la sua carriera. “Non posso fare Los Angeles. Sono sempre stata l’anti-Barbie”, ha detto una volta in un’intervista (tramite Fade In). “Non voglio essere in un posto dove quasi tutte le donne vanno in giro con labbra gonfie, nasi piccoli e seni abbastanza grandi da nutrire un piccolo paese”.

Tuttavia, quando gli è stato chiesto dell’osservazione di Fade In nel 2011, Farmiga ha affermato che era stata presa completamente fuori contesto: “Sai, l’ho detto in una delle mie prime interviste, ed era una domanda importante… parlando di me stesso da bambino… non ricordo i processi mentali dietro quell’affermazione.”

Farmiga ha anche insistito sul fatto che non stava gettando ombra ad altre star quando la citazione è apparsa in un’altra intervista con The Village Voice quello stesso anno. In effetti, la star di “Special Correspondents” ha ricordato come era una fan dei migliori Mattel da giovane: “L’ho detto a 21 anni … ho giocato totalmente con le Barbie! Le ho mescolate con la bambola Strawberry Shortcake – uno strano , piccolo pezzo di plastica puzzolente.”

Vera Farmiga è un’appassionata pugile

Se pensavi che allevare capre fosse l’unico modo leggermente inaspettato di Vera Farmiga per alleviare lo stress, ripensaci. La star di “The Boy in the Striped Pyjamas” è stata anche un’appassionata pugile per la maggior parte della sua vita adulta.

In un’intervista del 2014 per il sito web degli Emmy, l’attore ha condiviso che ha iniziato a studiare la boxe Muay Thai a 20 anni, ma ha ripreso la disciplina durante le riprese di “Bates Motel”. Ha detto che era stato un “buono sbocco terapeutico” dopo aver osservato: “Ciò che era imperativo in questa stagione era scrollarsi di dosso fisicamente quel residuo di lavoro”.

E la nominata agli Emmy è stata in grado di attingere alle sue esperienze sul ring tre anni dopo mentre interpretava l’iconica Norma Bates. Durante una scena particolare, il suo personaggio travagliato inizia ad assestare colpi al suo interesse amoroso interpretato da Nestor Carbonell. E Farmiga ha detto a TVLine che in realtà è stata facile con la sua co-protagonista. “Avrei potuto lanciare montanti in buona fede”, ha condiviso. “In realtà sono un pugile. Ed ero così tentato di farlo. Ma Norma non è una combattente esperta … È stata una scena difficile. Devi provarci.”

Vera Farmiga e suo figlio sullo schermo hanno una sana relazione nella vita reale

Descrivere la relazione tra il travagliato adolescente Norman Bates di “Bates Motel” e sua madre Norma disfunzionale sarebbe un eufemismo. Entrambi sono diventati complici delle reciproche tendenze omicide, spesso accarezzati nello stesso letto insieme, e grazie al disturbo dissociativo dell’identità del primo, alla fine hanno finito per diventare la stessa persona.

Per fortuna, i due attori che hanno costruito un legame così avvincente ma inquietante sullo schermo ne hanno uno molto più sano quando le telecamere non girano. Freddie Highmore è entrato a far parte della famiglia di Vera Farmiga mentre stavano girando il dramma criminalmente sottovalutato a Vancouver. Tanto che, come ha detto Farmiga all’AP (tramite CTV News), gli è stato chiesto di essere il padrino del figlio maggiore di lei e del marito Renn Hawkey, Fynn.

Nel 2016, Farmiga ha spiegato ulteriormente la sua connessione nella vita reale con Highmore durante una chat del Comic-Con con Daily Dead. “Abbiamo un ottimo rapporto”, ha condiviso. “Abbiamo un’amicizia profonda, profonda. Con l’amicizia non puoi sbagliare. È amore incondizionato tra noi due, quindi possiamo spingerci ulteriormente l’un l’altro, possiamo scavare più a fondo. Dopo tutti questi anni, conosciamo gli interruttori di viaggio l’uno dell’altro . È una parte importante della mia famiglia e io faccio parte della sua ora, quindi quello che stai vedendo è anche quella tenerezza”.

La carriera di attrice di Vera Farmiga è nata per capriccio

Essendo cresciuta in una rigida enclave ucraina-americana, Vera Farmiga non era esattamente destinata a una carriera a Tinseltown. In effetti, la star non ha nemmeno pensato di recitare fino alla sua adolescenza. E ci è voluto un affronto sul campo di calcio per aiutarla a vedere la luce.

Come ha ricordato Farmiga a The Guardian, inizialmente aveva pianificato di intraprendere una carriera in legge o in medicina. “Poi un giorno al liceo sono stata messa in panchina nel calcio, e un amico mi ha incoraggiato a provare per la recita scolastica, e ho ottenuto il ruolo principale”, ha detto. La futura candidata all’Oscar, che avrebbe continuato a conquistare “tutti i ruoli principali”, ha detto allo sbocco che dubita che sarebbe arrivata dove è oggi senza la “prima spintarella” della sua amica.

Ma nonostante in seguito abbia ottenuto un posto nel dipartimento di teatro della Syracuse University, Farmiga ha faticato a immaginare di trovare il suo posto a Hollywood. “Anche nell’ultimo anno, quando ho ottenuto tutti i ruoli principali, non ero ancora convinta che questa fosse una vocazione o una chiamata”, ha detto in The Guardian. “Ho persino avuto l’idea di fare la pastorella in Nuova Zelanda”. Allora, cosa pensano ora i genitori della star di “Boundaries” della professione della loro figlia? Ebbene, in un’altra intervista con lo stesso quotidiano britannico, Farmiga ha rivelato: “Lo prendono con le pinze. Sai, sono uno dei sette e vogliono il successo per tutti i loro figli. Sono orgogliosi ma sono ancora più orgoglioso ora che ho dato loro dei nipoti”.

Le esperienze paranormali di Vera Farmiga

Si scopre che c’è un caso in cui la vita imita l’arte quando si tratta del periodo di Vera Farmiga nel franchise di “The Conjuring”. Quando diversi organi di stampa, tra cui CinemaBlend, si sono fermati sul set di “The Conjuring 2” nel 2016, l’attore ha rivelato di aver sperimentato lei stessa molte attività paranormali. E tutto è iniziato quando ha iniziato a rimuginare sull’opportunità di prendere la parte dell’investigatrice Lorraine Warren.

Farmiga ha spiegato che dopo aver chiacchierato al telefono con il regista James Wan sul ruolo, ha scoperto diversi segni di artigli digitali sullo schermo del suo computer. Questa coincidenza piuttosto inquietante non ha impedito al candidato all’Oscar di iscriversi. Ma avrebbe potuto essere perdonata per essersi un po’ spaventata quando il giorno dopo aver terminato le riprese, ha trovato tre segni simili sulla sua coscia.

Tuttavia, invece, Farmiga si è consolata con il personaggio che aveva interpretato per mesi. “Mi sono svegliato con quello, e sapevo di avere una scelta per cedere alla paura, ed è come una ginnastica mentale”, ha detto durante la visita sul set di cui sopra. “Ti sei davvero imbrattato mentalmente, e semplicemente non lo accetti. Ci sono prove lì, ma ero irremovibile sul non provare paura. È un’armatura emotiva. Impari solo; lo capisci. Capisci come costruirlo intorno te stesso, anche se ci sono prove evidenti di qualche stranezza che si è verificata. Mio marito non me l’ha fatto. Non ho graffiato una puntura di zanzara… È inspiegabile.

La celebrità non turba Vera Farmiga

Dopo diversi anni di programmi TV falliti, ruoli secondari dimenticabili e film indipendenti poco visti, Vera Farmiga ha finalmente ottenuto la sua grande occasione in ritardo quando è stata scelta per il ruolo della dottoressa Madolyn Madden nel remake di Martin Scorsese di “The Departed”. Ma l’attrice cool come un cetriolo non ha avuto problemi ad adattarsi al significativo aumento del suo profilo.

In un’intervista del 2008 con The Guardian, Farmiga ha rivelato che aveva poco interesse a iscriversi al culto della celebrità. “‘Sono benedetta con una costituzione piuttosto solida e non mi intimidisco facilmente”, ha detto. “Non ho mai appeso i poster da bambino o adorato gli altari delle stelle. È semplicemente bello recitare di fronte a qualcuno capace come penso di essere”.

È una posizione che ha significato che Farmiga non si è nemmeno preoccupato di lavorare al fianco del protagonista più sbalorditivo di Hollywood in “Up in the Air”, dicendo a Fan Bolt nel 2010, “Sai che sono davvero perplesso con gli attori. importa chi sono. È lo stesso da quando ero bambino e non ho mai capito quel fanatismo o quell’adorazione della fama. Guardai George [Clooney] come collaboratore. Ho rispettato il suo lavoro e tutto quello che avevo sentito su di lui come uomo e come attore era buono. Ed è stato assolutamente fantastico. Ha una presenza così calorosa ed è facile crogiolarsi in essa quando si lavora con lui”.

Vera Farmiga dice che la sua educazione è stata “troppo perfetta”

Taissa Farmiga ha seguito le orme amanti dell’horror della sorella maggiore quando si è unita alla prima stagione di “American Horror Story”. Oh, e non dimentichiamo la parte di Taissa nello spin-off di “The Conjuring” “The Nun”. Quindi c’è un motivo per cui la coppia di sorelle celebrità di grande successo ha gravitato entrambe verso il genere più spaventoso nel corso degli anni?

Vera Farmiga dice che potrebbe essere perché hanno condiviso un’educazione così idilliaca. Ha detto a Refinery29 nel 2014, “Onestamente, gli amici e la famiglia lo confermeranno, siamo cresciuti in una famiglia gentile e amorevole. Non ci sono segreti profondi o contorti. Forse era un’esistenza troppo perfetta di cui avevamo bisogno per esplorare il dall’altra parte. Mi piace pensare, però, che forse siamo interessati a temi oscuri. Ma guardo Taissa e penso che sia un raggio di luce all’interno di quell’oscurità. Ed è più eccitante da giocare che essere l’oscurità .”

Vera, che all’epoca stava promuovendo “At Middleton”, la commedia romantica in cui interpreta la madre di Taissa, ha aggiunto che non potrebbe essere più orgogliosa di ciò che la sua sorellina aveva ottenuto. “Ci sono 21 anni tra di noi, quindi sono una specie di mamma surrogata modello-slash-per lei”, ha detto a Refinery29. “Mi piace pensare di aver contribuito a plasmarla e guidarla. E, all’improvviso, queste incredibili opportunità stanno arrivando e la stavo guardando crescere, espandersi ed esplorare. Non è agrodolce; è pura dolcezza per me.”

Vera Farmiga ha un patrimonio netto di 10 milioni di dollari

Dopo aver onorato tutto da uno dei franchise horror più redditizi del 21sto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui