Non preoccuparti, tesoro, la saga del tour stampa “Don’t Worry Darling” non è ancora terminata. Il dramma (molto probabilmente insignificante) continua a deliziare e intrattenere, questa volta sul tappeto rosso alla premiere del film a New York City. Ci mancavano due dei nostri personaggi principali (del press tour, intendiamo), Florence Pugh e Chris Pine, che hanno deciso di saltare la premiere di New York secondo il Daily Mail, ma non è nemmeno quella la parte che ci tiene al limite dei nostri posti. Sapevamo che era improbabile che Pugh avrebbe tirato fuori un’altra performance al Festival del Cinema di Venezia, con lo spritz di Aperol e il set di Versace, poiché era già stato riferito che aveva intenzione di saltare questa tappa del tour stampa.

Pugh non è l'unico che si dice abbia litigato con la regista Olivia Wilde durante le riprese di questo film. Il pettegolezzo che Harry Styles e Wilde siano anche fuoriusciti - che è iniziato dopo il loro comportamento imbarazzante l'uno verso l'altro a Venezia - ha solo avuto un po' più di prove.

Olivia Wilde e Harry Styles alimentano le voci sulla rottura

Il video del tappeto rosso della premiere di "Don't Worry Darling" a New York City sembra mostrare Olivia Wilde e Harry Styles, che non hanno ancora annunciato una rottura, che si muovono a disagio l'uno accanto all'altro come se cercassero di evitare di interagire. La breve clip inizia con le spalle di Styles alla telecamera mentre Wilde gli passa accanto, possibilmente fermandosi per attirare la sua attenzione. Che sia intenzionale o meno, Styles poi si gira, dice qualcosa di incomprensibile, fa un passo indietro sul gradino e ripete mentre esce dall'inquadratura. Ora, potrebbe essere stato solo un momento strano, o potrebbe significare qualcosa di più.

Voci a parte, la rivista People riporta che Wilde e Styles stanno ancora "andando forte". E nella sua intervista al profilo con Vanity Fair, Wilde ha parlato positivamente di Styles e del suo talento sia come attore che come interprete musicale. Certo, potrebbero essersi lasciati da quando è uscito l'articolo, ma è molto più divertente speculare, vero?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui