Non importa quanto Dolly Parton abbia successo, ricco o affascinante, l’icona della musica con più trattini continua ad essere amata per essere rimasta con i piedi per terra. L’umorismo schietto e l’impegno di Parton nell’aiutare gli altri è molto probabilmente il risultato della sua educazione, quando tutto ciò che lei ei suoi familiari sembravano avere erano l’un l’altro. Parton è nato nelle campagne dell’Appalachia negli anni ’40 come uno di 12 figli. I suoi genitori, Avie Lee Owens e Robert Parton, hanno lottato per sostenere finanziariamente la famiglia, ma non c’era carenza di musica nell’infanzia di Parton.

Secondo Ampio paese aperto, La prima canzone di Parton è stata “Little Tiny Tasseltop”, che ha scritto sulla sua bambola di pannocchia fatta a mano. Come da Biografia, La madre di Parton cantava e suonava la chitarra, e tutta la famiglia era incline alla musica. Parton si è tagliata i denti esibendosi nella sua chiesa locale. Alla fine, Parton scrisse il suo dolce successo del 1968, “Coat of Many Colors”, sull’amore e la generosità che sua madre le dava, nonostante le difficoltà finanziarie della famiglia. La canzone rimane la preferita di Parton che abbia mai scritto.

Sebbene entrambi i genitori di Parton siano morti da allora, hanno lasciato un impatto eterno su Parton e sulla sua musica.

Dolly Parton ha pianto per i suoi defunti genitori in 60 Minutes

Durante un’intervista del 2009 su 60 minuti, il presentatore Morley Safer ha sorpreso Dolly Parton con una vecchia clip dal programma televisivo della cantante, Dolly. La clip mostrava Parton che cantava armonie e balli con i suoi genitori. “Oh mio Dio, dove l’hai trovato ?!” Parton ha risposto sorpreso tra strilli e risatine.

La clip si è conclusa con il gruppo che cantava “The Sweet By and By”, un inno su una riunione di famiglia in paradiso. Parton aveva spesso cantato l’inno da bambina nella chiesa dove suo nonno era predicatore. La canzone suonava su vecchie fotografie di Parton con la sua famiglia. Quando la clip finì, gli occhi di Parton erano pieni di lacrime agrodolci. “Bene, ora, cosa devo fare adesso? Non puoi rimettermi in fila qui,” disse. “È molto commovente per me, perché mamma e papà non ci sono più adesso. Non lo vedo da così tanto tempo. Mi hai solo attirato il cuore.”

Safar cercò di confortare Parton offrendole da bere. “Sì, whisky!” Scherzò Parton mentre si asciugava le lacrime. “Sì, un po ‘di chiaro di luna sarebbe carino adesso!”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui