Avviso trigger: il seguente articolo contiene menzioni di abusi sessuali.

Alec Baldwin non è ancora fuori pericolo. L’indagine sulla morte di Halyna Hutchins sul set di “Rust” lo scorso ottobre è ancora in corso. In effetti, ad aprile uno sceriffo ha confermato un enorme sospetto sulla sparatoria. Lo sceriffo Adan Mendoza ha detto “Oggi” all’epoca che “[nobody] è fuori dai guai quando si tratta di accuse penali” e non era sicuro del motivo per cui ci fossero proiettili veri sul set del film. Inoltre, il procuratore distrettuale di Santa Fe Mary Carmack-Altwies ha suggerito che Baldwin potrebbe non aver premuto il grilletto della pistola che dopotutto ha ucciso Hutchins, dicendo a Vanity Fair: “Puoi tirare indietro il martello senza effettivamente premere il grilletto e senza bloccarlo effettivamente”.

E anche se potrebbe volerci del tempo prima che la verità sulla morte di Hutchins venga rivelata, Baldwin sta apparentemente cercando di andare avanti e vivere la sua vita nel miglior modo possibile. In effetti, non solo è tornato a lavorare sui set cinematografici, ma sta anche facendo notizia per la sua intervista con Woody Allen. Ma un esperto legale dice di essere scioccata dal fatto che Baldwin stia persino conducendo l’intervista in primo luogo, visto che anche Allen è stato segnato da scandali e controversie in passato.

L’intervista a Woody Allen di Alec Baldwin è una “mossa bizzarra”

Alec Baldwin vuole che i suoi critici controllino il loro giudizio alla porta. Nel suo video annuncio, l’attore ha dichiarato il suo “amore” per Woody Allen e ha annunciato un’intervista congiunta tra i due su Instagram Live il 28 giugno.

Non è chiaro se le accuse di abusi sessuali di Allen verranno sollevate, anche se Baldwin sembra più intenzionato a discutere del nuovo libro di Allen, “Zero Gravity”, durante l’intervista. L’avvocato Holly R. Davis, socio fondatore di Kirker Davis LLP, ha comunque degli spunti di riflessione. In un’intervista esclusiva con Nicki Swift, la Davis ha detto che “sarebbe inorridita da questa mossa se fossi l’avvocato di Alec Baldwin”. L’ha definita “probabilmente una posizione impopolare da prendere” dato che Baldwin potrebbe presto “dovere fare affidamento sulla popolazione e su 12 giurati per decidere il suo destino sia nella sua causa penale che civile”.

“Questa è una mossa bizzarra di Alec Baldwin, considerando che è oggetto di una causa per omicidio colposo”, ha aggiunto Davis. Davis ha anche accennato al fatto che Baldwin potrebbe “de-priorizzare il suo [own] caso legale”, soprattutto dopo aver acconsentito “a un’intervista a tavolino pochi giorni dopo le riprese sul set del suo film”. Ha anche tracciato parallelismi con il caso Johnny Depp e Amber Heard, dicendo che è “possibile… Baldwin vorrebbe credono che il verdetto Depp sia stata una risposta al movimento #MeToo e quindi tentano di riportare il caso di Woody Allen sotto i riflettori nazionali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui