Fare un buon film biografico può essere un affare complicato. Spesso è difficile trovare l’attore giusto per interpretare la figura leggendaria di cui parla il film, per non parlare della sfida di rendere giustizia ai molti eventi della vita della persona. Ciò non ha mai impedito a produttori e registi di provarci, però. Proprio l’anno scorso, i film su Aretha Franklin, Richard Williams e Lady Diana hanno ricevuto tutti un’ampia distribuzione.

Nel 2022 vedremo film su Whitney Houston, Marilyn Monroe e forse il film biografico più atteso dell’anno, “Elvis”, per Stylist. “Elvis” di Baz Luhrmann (nelle sale il 24 giugno) non è il primo film con il re del rock ‘n’ roll – Presley è apparso in dozzine di film durante la sua lunga carriera – ma potrebbe essere il più eccitante. Luhrmann, noto soprattutto per i suoi adattamenti altamente stilizzati di “Romeo e Giulietta” e “Il grande Gatsby”, ha deciso di assumersi il compito monumentale di rendere giustizia a Presley con altrettanto entusiasmo, secondo il New York Times. “Elvis” esplorerà la vita dell’artista (interpretato da Austin Butler) dopo la sua ascesa alla fama negli anni ’50, con particolare attenzione al suo complicato rapporto con il suo manager (interpretato da Tom Hanks).

Sebbene sia morto più di 40 anni fa, Presley ha ancora fan in tutto il mondo che avranno sicuramente standard elevati quando si tratta di un altro adattamento cinematografico sulla sua vita. Il critico più duro di tutti sarà sua figlia, Lisa Marie Presley.

Lisa Marie Presley è rimasta colpita dalla performance di Austin Butler

Quando si tratta di film su suo padre, Lisa Marie Presley li ha visti tutti. “Nella mia vita, è stata una delusione dopo l’altra in termini di persone che hanno interpretato mio padre in vari film o tentativi di farlo”, ha detto alla premiere di Memphis del nuovo film biografico di Baz Luhrmann “Elvis”, in una clip pubblicata su Instagram di Luhrmann. Questa è riuscita a farle cambiare idea. “A questo punto te lo dico con tutto il cuore, ed è l’unico motivo per cui sono qui: è stato fatto bene”.

Lisa Marie non era l’unico membro della famiglia Presley a provare un forte sentimento per il nuovo film. Sua madre, l’ex moglie di Elvis Priscilla, è stata particolarmente lusinghiera della performance di Austin Butler. “Austin, sai come ci sentiamo”, ha detto alla premiere, per Express. “Davvero, Elvis si è trasformato in te, devo dire. Avevi la sua guida.”

Finora, c’è stato molto clamore intorno al ritratto di Butler e alle sue somiglianze con Elvis. “Elvis era una persona intensamente spirituale”, ha detto Lurhmann a GQ. “E penso che Austin abbia una qualità davvero spirituale in lui. Ha una vita interiore molto sensibile e grande”. Butler ha preso lezioni speciali di voce e movimento per inchiodare la sua interpretazione; si è anche connesso con il defunto cantante a livello emotivo. “Sua madre è morta quando lui aveva 23 anni e mia madre è morta quando io ne avevo 23”, ha spiegato. “Quindi, quando l’ho saputo, è stata una di quelle cose in cui ho avuto i brividi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui