Home News L’ultima mossa di Antonio Brown intensifica completamente il dramma sul campo

L’ultima mossa di Antonio Brown intensifica completamente il dramma sul campo

0

Il tempo di Antonio Brown con i Tampa Bay Buccaneers si è concluso con uno sfogo pubblico il 2 gennaio quando si è strappato la maglia e l’equipaggiamento protettivo a bordo campo, e alla fine è uscito dal campo, secondo Sports Illustrated. In seguito a quell’eruzione, sono emerse informazioni secondo cui Brown e lo staff dei Buccaneers avevano opinioni diverse sulla salute del wide receiver durante la partita contro i New York Jets.

Il giorno dopo la drammatica uscita di Brown, all’allenatore dei Buccaneers Bruce Arians è stato chiesto se fosse a conoscenza del fatto che Brown avesse a che fare con una caviglia infortunata. “Arians ha detto [‘No,] Abbiamo avuto una conversazione e ha lasciato il campo’”, NFL su Fox’s Sara Walsh segnalato. Durante una conferenza stampa il 3 gennaio, Ariani ha dichiarato ai media di non essere stato informato di alcun infortunio per il ricevitore stellare. “Voglio dire, quello che è successo … Era abbastanza ovvio quello che è successo. Ha lasciato il campo e basta”, ha detto Arians alla stampa, secondo NFL.com. L’allenatore ha insinuato che l’eruzione fosse dovuta a problemi con il benessere mentale di Brown. “Gli auguro ogni bene. Spero che se ha bisogno di aiuto, ne ottenga un po’. È molto difficile perché ci tengo a lui”, ha aggiunto Arias.

Apparentemente, c’è stata un’interruzione della comunicazione poiché i Buccaneers hanno affermato di credere che Brown fosse adatto a giocare, ma Brown non era d’accordo. Quando a Brown è stato chiesto di rientrare in partita, ha rifiutato, citando la sua caviglia infortunata. A Brown è stato detto proprio in quel momento che era fuori dalla squadra, secondo NFL Network’s Ian Rappaport. L’ex Buc ha poi pubblicato degli screenshot che hanno aggiunto benzina al dramma.

Antonio Brown pubblica ricevute a sostegno della sua richiesta

Il 6 gennaio, Antonio Brown ha preso a Twitter nella speranza di aggiungere un contesto alla sua drammatica partenza sul campo. Sebbene l’allenatore Bruce Arians abbia affermato di ignorare il fatto che Brown si fosse potenzialmente ritoccato la caviglia prima della partita del 2 gennaio, il wide receiver ha condiviso gli screenshot di una conversazione tra i due che sembrava mostrare il contrario. “Questo è BA. Assicurati di essere pronto per partire domani. NON stiamo riposando per i playoff”, ha scritto a Brown l’Arians. Il talentuoso ricevitore ha insinuato che lo staff di Tampa Bay Buccaneers non si preoccupava del suo benessere fisico, poiché ha twittato, “Salute sulla ricchezza # Barbaro”, insieme agli screenshot. “Sono tutto in allenatore, non riesco davvero a raggiungere la massima velocità, voglio vincere, voglio essere lì se mi sveglio domani, mi sento meglio”, ha scritto Brown in risposta al suo ex allenatore. Ariani sembrava aperto a una discussione e ha chiesto a Brown di visitare il suo ufficio il giorno successivo. “Ne parleremo”, ha risposto.

Sebbene Brown stesse prendendo un colpo esplicito allo staff tecnico dei Buccaneers con il suo tweet “Salute sulla ricchezza”, non voleva coinvolgere nessuno dei suoi ex compagni di squadra. “Non distorcere le cose. I miei fratelli sono stati buoni con me”, ha scritto in un follow-up tweet circa due ore dopo. Brown ha incolpato la franchigia dei Buccaneers, e non i giocatori. “Sono stati buoni con me e non sapevano nulla dei miei colloqui con l’allenatore la scorsa settimana”, ha aggiunto.

L’ex bucaniere ha anche usato il suo avvocato per attaccare ulteriormente la squadra.

Le infuocate affermazioni di Antonio Brown contro la sua squadra

In una dichiarazione rilasciata tramite il suo avvocato il 5 gennaio, Antonio Brown ha fornito la sua interpretazione degli eventi che circondano la sua esplosiva esibizione a bordo campo, secondo NFL Network’s Tom Pelissero. Simile ai rapporti precedenti, Brown ha affermato di aver appreso del suo rilascio dalla squadra nel bel mezzo della partita il 2 gennaio. “Non ho mollato. Sono stato tagliato. Non mi sono allontanato dai miei fratelli. Sono stato buttato fuori. “, ha detto la star della NFL attraverso il suo avvocato, Sean Burstyn. A quanto pare, c’è stato un acceso scambio tra Brown e l’allenatore Bruce Arians. “Mi sono seduto a bordo campo e il mio allenatore si è avvicinato a me, molto turbato, e ha gridato: ‘Cosa c’è che non va in te? Cosa c’è che non va in te?’ Gli ho detto: ‘È la mia caviglia’”, ha detto Brown. Arians sarebbe scattato quando il wide receiver non sarebbe tornato in campo. “Invece, mi ha gridato: ‘HAI FATTO!” Brown ha ricordato.

Lo stesso giorno, l’avvocato di Brown ha rilasciato la sua dichiarazione che ha difeso il suo cliente. “Antonio Brown non ha mai simulato un infortunio in vita sua”, Burstyn twittato. L’avvocato ha fatto forti accuse contro il franchising, e reclamato volevano incolpare lo sfogo di Brown come “il prodotto della malattia mentale”. Burstyn ha concluso la sua dichiarazione con un linguaggio forte. “Lo hanno tagliato, ora lo ingabbiano”.

La situazione è diventata ancora più complicata quando Brown ha condiviso più screenshot.

Antonio Brown spara all’allenatore di Tom Brady

Il 6 gennaio, Antonio Brown ha preso di mira l’allenatore Alex Guerrero, famoso per aver lavorato a stretto contatto con Tom Brady, secondo Pro Football Talk. Brown ha pubblicato uno screenshot di una conversazione tra lui e Guerrero avvenuta il 24 dicembre sulla sua Instagram Story. Il ricevitore stellare ha taggato sia Brady che Guerrero e ha affermato che l’allenatore gli doveva $ 100.000 da quando hanno smesso di lavorare insieme, tramite The Athletic’s Greg Auman. Tuttavia, Guerrero sembrava desideroso di ripagare Brown; “Per favore fatemi sapere dove volete che invii il saldo”, ha scritto. Brown ha poi cancellato il post.

Per complicare ulteriormente le cose nella situazione già piena di drammi, un influencer di Instagram noto come Louise ha affermato di aver trascorso una notte selvaggia con Brown la notte prima della sua esplosione sul campo. Louise ha affermato di essersi intrufolata nell’hotel di Brown – per aggirare il protocollo COVID-19 – per convivere con la star della NFL. “Ho pensato, ok, andrò a vedere di cosa si tratta perché è Antonio Brown, è il giorno prima della partita dei Jets, andrò”, ha detto al Daily Mail il 6 gennaio. Quando Louise ha visto l’epica linea laterale di Brown capriccio, ha deciso di rendere pubblico il loro appuntamento. “Quando l’ho visto scappare dal campo, ho pensato: ‘Devo dire qualcosa perché ho assistito a un sacco di follie (sabato) sera’”, ha detto al New York Post il 6 gennaio. Louise è meglio conosciuta per facendo notizia nel 2020 quando si è postata leccando un sedile del water nella speranza di contrarre il COVID-19.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version