Jared Leto ha avuto un enorme successo nella sua vita, non solo nella sua carriera di attore, ma anche come musicista e rock star. Non molti artisti possono vantarsi di avere un Oscar e di essere il frontman di una delle rock band più famose del 21° secolo, come ha sostenuto Spin. E Leto è riuscito a mantenere solide entrambe le carriere contemporaneamente. Lui e i suoi compagni di band hanno pubblicato il primo album dei Thirty Seconds to Mars, “30 Seconds to Mars”, nel 2002, appena due anni dopo che Leto ci ha spazzato via tutti con la sua performance in “Requiem for a Dream” di Darren Aronofsky. Il secondo album di successo della band, “A Beautiful Lie” del 2005, è uscito nel periodo in cui condivideva lo schermo con Nicolas Cage in “Lord of War” e con John Travolta, James Gandolfini e Salma Hayek in “Lonely Hearts”.

In effetti, Leto ha lavorato al dramma biografico del 2013 “Dallas Buyers Club”, una performance che gli è valsa non solo un Academy Award, ma anche riconoscimenti ai Golden Globe e agli Screen Actors Guild per la sua interpretazione di una donna transgender, lo stesso anno Thirty Seconds to Mars ha pubblicato “Love Lust Faith + Dreams”, un album che ha debuttato al numero 6 della classifica Billboard 200, secondo The Hollywood Reporter.

Il curriculum di Leto, o qualunque sia l’equivalente per un attore-musicista, è a dir poco impressionante. Ma le sue prime scelte potrebbero aver portato la sua vita in una direzione completamente diversa. Continua a leggere per conoscere l’esperienza di vita che Leto ha descritto come un “punto di svolta”.

Jared Leto ha lottato con la droga in gioventù

Jared Leto ha visto solo due percorsi di carriera per se stesso: essere un artista o uno spacciatore. In un’intervista del 2013 con The Big Issue, Leto ha descritto la sua realizzazione quando aveva 16 anni. “[T]c’è stato un momento, che coinvolgeva una pistola e un po’ di cocaina, che potrebbe essere stato un punto di svolta per me. Sapevo che non andava bene”, ha scritto. In quei giorni, non si limitava a drogarsi.

Parlando con Rolling Stone nel 2016, Leto ha notato che è stato arrestato più di una volta e ha ammesso di aver commesso piccoli furti, anche se non è mai stato catturato per questo. “[T]c’erano alcuni poliziotti sotto copertura in un negozio, e sono usciti correndoci dietro. Il mio amico ha perso la carica e ha rallentato. Lo hanno afferrato e gettato a terra, e io ho continuato a correre”, ha detto.

Leto capì che doveva prendere una decisione. Dopo essersi ritirato, è tornato al liceo e ha deciso che avrebbe intrapreso una carriera artistica. Recitare non era quello che aveva in mente, però: voleva essere un pittore. Si è iscritto alla School of Visual Arts di New York, dove ha studiato pittura e fotografia, secondo Rolling Stone. Se non fosse stato per le sue attività creative, Leto sarebbe probabilmente finito in un posto molto diverso. “Senza questa opzione non sono così sicuro che avrei avuto una via d’uscita dalle mie stesse sfide”, ha detto, secondo The Big Issue.

Jared Leto voleva fare il regista

Jared Leto voleva poi intraprendere la carriera di regista, secondo Rolling Stone. Quindi ha fatto le valigie e si è trasferito a Los Angeles quando aveva 19 anni, ha detto all’Irish Independent. Leto ha iniziato a fare audizioni per le parti sperando che la recitazione potesse portare a un lavoro di regia. Ma quel piano è cambiato quando, a 22 anni, ha ottenuto la parte di Jordan Catalano nel dramma adolescenziale della ABC “My So-Called Life” nel 1994, l’interesse amoroso del personaggio interpretato da Claire Danes.

Lo spettacolo di una stagione è stato un punto di svolta per Leto, anche se ha trascorso solo pochi mesi a lavorarci e non ci ha pensato molto in quel momento. “Sento che è stato un periodo così breve della mia vita. Ammettiamolo, ho parlato a malapena! Sono molto grato per aver iniziato da lì, ma hanno reso così importante il personaggio nello show”, ha detto a Rolling Calcolo.

Ma il ruolo ha attirato l’attenzione degli agenti di casting, ha detto all’Independent. L’anno in cui lo spettacolo è stato cancellato, ha fatto coppia con Alicia Silverstone in “Cool and the Crazy” e i ruoli sono continuati. La carriera di un attore è nata, anche se il Leto con il cervello destro aveva bisogno di più. Si stava già dilettando con la scrittura di canzoni quando ha convinto suo fratello, Shannon, a trasferirsi a Los Angeles, secondo Rolling Stone. Nel 1998, i fratelli Leto hanno lanciato Thirty Seconds to Mars e Hollywood ha ottenuto il suo attore-rock star più cool.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui